laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il sabato del centenario di Frank Sinatra ligure a metà

Più informazioni su

Lumarzo dedica la sala comune a mamma di The Voice. In serata speciale di TG2 Dossier sull’italianità del più grande artista del ‘900

GENOVA – Sabato speciale per la musica , è il giorno del centenario della nascita del più grande artista del ‘900, e a Lumarzo, in Val Fontanabuona, nel Genovesato, dove nel 1986, nacque la mamma di The Voice, Natalina Garaventa, emigrata giovanissima con la famiglia a Hoboken, in New Jersey, tutto il paese fa festa.
A Natalina Garaventa, in America poi battezzata “Dolly”, originaria del borgo montano di Rossi di Lumarzo, il Comune di Lumarzo intitolerà in mattinata la sala consiliare a Natalina Garaventa alla quale sarà dedicata anche una targa commemorativa.

La cerimonia, con il sindaco di Lumarzo Guido Guelfo, è in programma alle 11 nella sede del municipio.
E in serata, alle 23.45, su Raidue, dopo lo speciale di “Porta a Porta” di mercoledi, Lumarzo sarà anche nella puntata di TG2 Dossier interamente dedicata a “Frank l’italiano, la voce, il mito”. Curata dal giornalista Carlo Fontana, sarà una trasmissione dedicata all’italianità di Sinatra riletto attraverso testimonianze dirette e immagini di archivio Rai. Dalle origini liguri e siciliane dei genitori, ai suoi ritorni in Italia.

Natalina Garaventa sposata con il pompiere Antonino Martin Sinatra, un ex pugile siciliano di Lercara Friddi, in provincia di Palermo, poi diventato comandante dei vigili del fuoco di hoboken, nel 1915, dopo un parto molto travagliato, Natalina diede alla luce il suo unico figlio, Francis, un pargolo di sei chili e mezzo.
Natalina Garaventa morì a 81 anni, il 7 gennaio 1977, in un incidente aereo tra le montagne del Nevada , era in volo verso Las Vegas per assistere a un concerto del figlio Frank al Caesar Palace.
L'aereo – un Gates Learjet 24B n1 12MK – era decollato alle 16,55, dal Palm Springs Municipal Airport sotto una leggera pioggia. Lo schianto con le montagne, alle 17,15 del pomeriggio, da un'altitudine di 9.700 piedi, sarebbe avvenuto per un errore umano, frutto di un fraintendimento del comandante e la torre di controllo.
Nell'incidente morirono, oltre a Natalina Garaventa, il capitano Don Weier e il co-pilota Jerry Foley. Un quarto passeggero, che non faceva parte della famiglia Sinatra, non venne mai identificato.
Frank Sinatra era legatissimo alla mamma. La vedova di Anthony Quinn, che nella sua vita, insieme con il marito, ha condiviso una lunga amicizia con Frank Sinatra, è stata ospite della passata edizione della manifestazione estiva “Hello Frank!” a Lumarzo e ha raccontato come Frank Sinatra , alle domande sulle sue origini italiane, rispondesse : “Sono di Genova”.

In un recital di beneficenza che "The Voice" tenne in memoria della mamma Natalina, al Caesar Palace di Las Vegas , raccolse la cifra record di 6 milioni di dollari e la ricordò con un minuto di silenzio insieme con Elvis Presley, morto poco tempo prima.

Più informazioni su