laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Presidio dei dipendenti della Provincia della Spezia

Più informazioni su

LA SPEZIA – Nella mattinata di martedì 10 dicembre, a seguito dello stato di agitazione dei dipendenti dei Centri per l’Impiego presso le Province, proclamato a livello nazionale dalle Organizzazioni Sindacali di CGIL, CISL e UIL di Funzione Pubblica, il Prefetto Mauro Lubatti, al termine del presidio del personale dell’Amministrazione Provinciale svoltosi sotto il Palazzo del Governo, ha ricevuto i rappresentanti sindacali, unitamente alle RSU ed a una delegazione dei dipendenti della Provincia della Spezia.

Gli stessi hanno evidenziato come presso  la Regione Liguria, alla quale sono state demandate le funzioni di gestione dei servizi svolti dai Centri per l’Impiego, sia attualmente in corso un confronto istituzionale sul processo di riorganizzazione di tali Uffici e  sul mantenimento degli attuali livelli occupazionali.
I sindacati hanno espresso forte preoccupazione per l’imminente scadenza, al 31 dicembre prossimo, dei contratti relativi a 26 lavoratori precari, impiegati presso i Centri per l’Impiego  della Spezia e di  Sarzana i quali, pur avendo acquisito nel tempo una specifica e qualificata professionalità, non potranno più assicurare le loro prestazioni a vantaggio dei lavoratori alla ricerca di occupazione.

Sul punto, le organizzazioni sindacali, nel sottolineare che l’organico del personale dei suddetti Uffici è composto da 56 dipendenti, di cui solo 30 sono stati assunti con contratto a tempo indeterminato, hanno evidenziato come il mancato rinnovo  del contratto nei confronti dei precari, avrebbe indubbie ricadute negative sui servizi erogati dai Centri per l’Impiego.

Per tali motivi, le Organizzazioni Sindacali, nell’evidenziare la rilevante valenza del servizio svolto dai Centri in questione, che assume oggi un particolare rilievo nel contesto provinciale caratterizzato dalla grave crisi del mercato del lavoro,  hanno auspicato tempestivi interventi da parte del Governo e della Regione Liguria, onde garantire non solo stabilità ai lavoratori ivi impiegati, ma anche continuità ai servizi offerti ad una specifica fascia di utenza che necessita di un efficace orientamento per la ricerca di lavoro.

Il Prefetto, condividendo le preoccupazioni delle Organizzazioni Sindacali, per la situazione di precarietà dei lavoratori dei Centri per l’Impiego per i  possibili riflessi negativi  sulle possibilità occupazionali che non verrebbero più ricercate e proposte agli altri lavoratori,  ha segnalato la problematica alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero dell’Interno, al Ministero dell’Economia e delle Finanze, al Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione ed alla Regione Liguria per quanto di rispettiva competenza.

Più informazioni su