laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Una mostra fotografica dell’ex primario di ginecologia Eugenio Volpi

Più informazioni su

Presso lo spazio Esposizione H

LA SPEZIA – Tanti pupazzi – tapiri, coloratissimi, infantili tappezzano le pareti della galleria fotografica Esposizione H in Via Veneto 17 di proprietà del giovane fotografo Hans Burger. Si tratta della produzione artistica del noto ex primario di ginecologia di La Spezia professor Eugenio Volpi che attualmente continua ad operare tanti spezzini nell’ospedale di Cuneo dove si è trasferito.


 

La mostra evoca immagini giocose ed infantili per la passione che Volpi ha per più piccoli. Lui, riservato ma dalla battuta sempre pronta, alla domanda se sia appassionato di bambini, risponde “Certo! Li produco … sono ginecologo” I tapiri sono i protagonisti delle sue foto. Emblematici quelli sotto ad un ombrellone intenti a prendere il sole nella spiaggia di Marina di Carrara. Oppure il gorilla in palla e tante altre. Le foto non sono solo quello che appaiono, così giocose: hanno una seconda lettura, di strade sconosciute da percorrere. Il Professore ha voluto questa mostra a La Spezia perché è rimasto legato alla nostra città, dove riceve i suoi pazienti due volte al mese. “Adoro il mare e qui mi è rimasto il cuore”.


Una paziente a cui ha salvato la vita con una difficile operazione, Sara Capella, lo ha aiutato a mettere in piedi l’esposizione di foto. “Lui ha curato me ed io l’ho aiutato perché mi ha ridato la vita” afferma Sara. Nella galleria si possono anche trovare cartoline delle foto il cui ricavato va in beneficenza alla LILT per la ricerca sul cancro. Hans Burger con questa mostra natalizia propone un artista sui generis tanto amato dagli spezzini nel proseguire sulla scia di eventi originalissimi quali sono stati l’esposizione delle foto del padre il noto fotografo suo omonimo Hans Burger (conosciutissimo in città) e sui ricordi anni ’70. Questa mostra resterà aperta fino al 6 gennaio con orario 11-14 e 15.30 – 19.30. Val la pena certamente farci un salto passeggiando sotto i portici di Via Veneto di fronte alla Prefettura.

Simona Pardini

Più informazioni su