laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Ricerca | Distretto Ligure delle Tecnologie Marine e Polo Universitario

Più informazioni su

Riqualificazione del centro sportivo polifunzionale “A. Montagna” che costituirà, insieme all’ex ospedale militare, il campus universitario. Assessore Giampedrone: siglato accordo con MIUR, lavori pronti a partire

GENOVA – E’ stata siglata l’intesa tra Regione Liguria, Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Agenzia per la Coesione Territoriale  per l’insediamento di nuovi laboratori del Distretto delle Tecnologie Marine e del Polo universitario decentrato nell’ex ospedale militare Bruno Falcomatà alla Spezia. Lo comunica l’assessore regionale alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone, firmatario dell’accordo. Con la firma dell’intesa i lavori possono essere affidati e si potrà procedere all’avvio delle opere.

“Siamo orgogliosi – dice l’assessore Giampedrone – nell'avere avere creduto fin dal nostro insediamento a questo progetto molto importante per la città e per essere arrivati finalmente a uno snodo cruciale per la realizzazione di un centro di ricerca di valenza internazionale all’interno del Distretto ligure delle tecnologie marine. I nuovi laboratori consentiranno di realizzare progetti di ricerca, sviluppo e alta formazione nel settore delle tecnologie del mare, in collaborazione con le imprese e accrescere le competenze orientate all’ambiente marino, allo sviluppo dei sistemi navali per la difesa e del monitoraggio”.

L’investimento complessivo ammonta a oltre 13 milioni di euro di cui 9,5 milioni di fondi FSC (ex Fas) gestiti dalla Regione Liguria, 1,6 milioni del Comune della Spezia e 2 milioni del DLTM.

L’intervento prevede l’acquisizione degli strumenti e delle attrezzature per il consolidamento dei laboratori del polo di ricerca e innovazione, per promuovere progetti di ricerca; l’insediamento del Polo Universitario spezzino nell’ex ospedale militare dove verranno realizzati, oltre alle aule didattiche, i laboratori, i servizi, la biblioteca, l’Aula Magna, la sala conferenze, la foresteria e l’edificio ristoro per gli studenti.

E’ prevista inoltre la riqualificazione del centro sportivo polifunzionale “A. Montagna” che costituirà, insieme all’ex ospedale militare, il campus universitario.

Più informazioni su