laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Nuovi bus e migliorie nei percorsi e negli orari

Più informazioni su

Il servizio di trasporto pubblico cambia volto grazie alla collaborazione tra Comune e “Atc Esercizio spa”

LEVANTO – Tre nuovi bus tecnologicamente avanzati ed “ecologici”, che prenderanno servizio sulla rete viaria della vallata levantese a partire da martedì 22 dicembre; un nuovo orario con corse modulate sulle nuove esigenze dei cittadini residenti nei borghi collinari e degli studenti e con un occhio di riguardo ai flussi turistici provenienti dalla stazione ferroviaria; la modifica del percorso urbano per evitare l’ingresso dei veicoli nelle zone a traffico limitato di via Jacopo e piazza Staglieno.

Sono le tre novità che caratterizzeranno il servizio di trasporto pubblico a Levanto dal 2016 annunciate dal sindaco della cittadina rivierasca, Ilario Agata, e dal presidente di “Atc Esercizio spa”, Renato Goretta, nel corso di una conferenza stampa tenutasi lunedì 21 dicembre nella sala consiliare del Comune di Levanto.
Il presidente di ATC Esercizio ha voluto rimarcare l’importanza strategica del territorio di Levanto nell’ambito del TPL della Provincia.

“Quando si parla di Trasporto Pubblico si pensa subito al servizio svolto nella città della Spezia, ma ATC Esercizio è presente in tutta la Provincia cercando di intercettare le richieste e le esigenze dei cittadini che vi abitano. In questo particolare momento storico, poi, occorre saper bilanciare le risorse che si hanno a disposizione con il dovere di fornire il servizio più efficiente possibile. Nel levantese era, ormai, necessario rivedere gli orari e i percorsi del servizio con un occhio di riguardo ai cittadini dell’entroterra e agli studenti ma anche ai turisti. Sotto quest’aspetto partire adesso con gli orari sarà molto utile per essere pienamente a regime con il servizio già con le vacanze pasquali.
Anche l’arrivo di tre mezzi significherà una “ventata d’aria nuova” sul territorio e non solo in senso figurato, visto che i nuovi autobus che circoleranno nella vallata saranno altamente tecnologici e performanti, anche a livello ambientale”.
Da parte sua, il sindaco di Levanto, Ilario Agata, ha sottolineato gli aspetti più importanti della collaborazione tra Comune e Atc.

“Appena ci siamo insediati, lo scorso giugno, ci siamo resi conto che il trasporto pubblico necessitava di alcune migliorie. Innanzitutto, dal punto di vista logistico, un cambio del percorso dei bus nel centro, per evitare che i mezzi entrino nelle zone a traffico limitato, soprattutto durante la stagione turistica, con un impatto sulla qualità dell’aria, sul rumore e sulla stessa viabilità. Si è così deciso di spostare (dal 2016, appena eseguiti i necessari lavori) il capolinea al termine di via Rimembranza (sul lato destro della strada, al posto dell’area ecologica interrata, ormai dismessa) e incanalare i bus su via Zoppi.
In secondo luogo era indispensabile rinnovare il parco mezzi: così abbiamo chiesto ad Atc di sostituire i tre vecchi bus in funzione sul territorio levantese con altrettanti nuovi veicoli, più moderni e meno impattanti sull’ambiente.
Infine, abbiamo verificato che l’orario del servizio, attivo da molti anni, non si confaceva più con l’esigenza dei cittadini, degli studenti e dei turisti di spostarsi agilmente e senza mezzi privati tra l’immediata periferia (dove sorgono anche importanti infrastrutture come l’ospedale), i borghi collinari e il centro. Anche in questo caso l’azienda ci è venuta incontro studiando un nuovo orario che soddisfi i requisiti richiesti.
Credo quindi che, quando saranno operativi questi tre aspetti, il servizio sarà più efficiente e la qualità di vita del paese migliorerà. Per questo ringrazio il presidente di Atc, Renato Goretta, per la disponibilità e la sensibilità dimostrate nel recepire subito le istanze da noi manifestate, comprendendo l’importanza, per noi, di avere un paese vivibile nel quale il trasporto pubblico giochi un ruolo fondamentale per una mobilità sostenibile e che limiti l’utilizzo dei mezzi privati all’interno dell’articolata rete viaria dell’intera vallata”.

Più informazioni su