laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Tarros: il Vado evoca sempre brutti fantasmi

Più informazioni su

I bianconeri vincono, ma con una prestazione non all'altezza. Ora la pausa: il campionato riprende il 10 gennaio

LA SPEZIA – All'andata alla Tarros servì una partita e mezzo per aver ragione dell'Azimut Pool 2000 Vado, ovvero la figuraccia nei primi due tempini del match disputato alla seconda giornata, poi sospeso per impraticabilità del campo, ed i quattro del recupero della partita. I bianconeri sembrarono in quell'occasione aver sconfitto tutti i fantasmi, invece oggi insieme al Vado al PalaSprint sono venuti anche quei fantasmi.
 
La Tarros infatti vince e lo fa con un discreto margine, visto anche che gran parte di quello accumulato è stato dilapidato nell'ultimo minuto e mezzo del match, ma non convince, come sottolinea anche Presidente Danilo Caluri la cui analisi, anche a caldo, è sempre limpida ed onesta: “Non sono soddisfatto della prestazione, dovevamo fare meglio. Questa è una partita che andava chiusa prima della pausa lunga, noi invece siamo andati alla pausa in svantaggio. Non mi è piaciuto l'atteggiamento che abbiamo messo sul parquet”.
 
“Siamo mancati molto in difesa” – conferma il coach Massimiliano De Santis – “solitamente non è la nostra dote migliore, ma stasera siamo stati insufficienti. Per quanto riguarda l'attacco potevamo indubbiamente fare meglio; ieri ad esempio, nella sessione extra di allenamento incentrata sui tiri, i ragazzi hanno fatto percentuali nettamente superiori”.
 
La Traros insomma, conquista i due punti, ma lo fa senza mettere sul parquet una bella prestazione, lo fa grazie alle individualità che le permettono, comunque, di ragranellare un bel bottino di canestri e di risolvere le partite.
 
Una partita, quella di questa sera, che ha evocato i fantasmi dei due quarti della prima partita disputata a Vado, poi interrotta. I bianconeri, infatti, vanno sotto e sotto chiudono sia la prima frazione, 23-26, che la seconda 36-40, dopo essere arrivati anche ad uno svantaggio di 7 punti. Le cose, almeno per quel che concerne il punteggio, cambiano nella terza frazione, anzi, nella seconda metà della terza frazione: al 25' è parità, 49-49, poi i padroni di casa piazzano un break di 10 punti che consente loro di presentarsi ai 10 minuti finali sul 60-50. L'ultimo quarto li vede prima dilagare, poi sperperare gran parte del vantaggio accumulato, ma questo non impedisce comunque agli spezzini di vincere e di farlo con un buon margine. Il risultato alla sirena è di 76-65.
 
La Tarros chiude così l'anno conquistando altri due punti che le permettono di continuare il cammino, parallelamente al Sarzana, in vetta alla classifica. Ora una lunga pausa. I bianconeri torneranno sul parque per la 3° giornata di ritorno del campionato il 10 gennaio.

SPEZIA BASKET CLUB TARROS – AZIMUT POOL 2000 VADO: 76-65 (23-26; 36-40;60-50)
 
AZIMUT POOL 2000 VADO: Cognigni 13, Lentini 12, Olowu 5, Vallefuoco 2, Cavallaro 2, Cerisola 2, Milosevic 7, Prato 14, Dzigal 6, Facci 2. Coach: Prati
 
SPEZIA BASKET CLUB TARROS: Cota 15, Pipolo 11,  Leporati 0, Dalpadulo 0, Santoni 18, Fazio 6, Caluri 0, Jonikas 9, Ferrari 12, Marchini 5. Coach: Massimiliano De Santis  

Più informazioni su