laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Un Carispezia al limite della perfezione batte il Cremona e chiude il girone d’andata “salvo”

Più informazioni su

Altri tre punti fondamentali messi in cassaforte. La vittoria sul Cremona dà ora le giuste dimensioni ad una squadra che, soprattutto nell’ultimo mese, ha saputo inanellare una serie di prestazioni convincenti che le hanno permesso di risalire in classifica. Il quintetto di Alessandro Cupisti è cresciuto enormemente, sia sotto il profilo fisico che del gioco. Ora il prosieguo del campionato, agli occhi di Carispezia, viene visto con maggiore serenità. Ancora più in quanto alla ripresa del torneo del 9 gennaio 2016, in quella occasione Carispezia Sarzana sarà impegnato nella difficile trasferta a Giovinazzo, Cupisti potrà schierare anche l’argentino Osvaldo Raed.

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA – HOCKEY CREMONA   5 – 3  (1 – 1)

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA : Corona (Alessio Perroni), Pistelli (1), Amat, Rossi, Sterpini (2), Di Donato (1), Dolce (1) , Fioravanti, Andrea Perroni Allenatore Alessandro Cupisti.

HOCKEY CREMONA:  Vallina (Brioschi), Balmaceda (1), Marchini (1) , Mattia Civa, Scutece (1), De Tommaso, Jara, Cristia. Allenatore Arianno Civa.

Arbitri: Sig. Da Prato (LU) – Sig. Parolin (VI) ausiliario Sig. Righetti (SP)
 
“Sono certamente tre punti d’oro per la nostra classifica, ma è forse ancor più importante aver ritrovato lo “spirito Sarzana”- il Presidente Maurizio Corona esordisce così al termine della gara – la vittoria è strameritata  e ha evidenziato una squadra caratterialmente mai doma ed è questo quello che ci avevano chiesto i  nostri tifosi. E voglio soffermarmi sui nostri tifosi  – continua il Presidente –  partendo dalla partita contro il CGC Viareggio in cui, nonostante il passivo finale, ci hanno sostenuti sino al suono della sirena. Il mattino seguente la partita contro il Viareggio  ho ricevuto alcuni  messaggi di sprone e il succo di tutti i messaggi era, “se giochiamo sempre con quella voglia è dura per tutti ….. abbiamo dato spettacolo” messaggi profetici i loro, ed è stata la prima cosa che ho pensato al termine della partita di Thiene e quella contro Cremona.  Perciò chiedo ai miei giocatori il basso profilo e il lavoro in allenamento che ci ha caratterizzato in queste vigilie, tutti sappiamo che abbiamo prima di tutto una salvezza da conquistare e poi la cosa più importante  una città da rappresentare a livello nazionale e internazionale. Avevamo contro un’ottima squadra,  vincere contro il Pieve Cremona  era difficilissimo, la squadra di  Ariano Civa è una buonissima squadra con tre stranieri: il “bomber argentino” Balmaceda, il portiere spagnolo Vallina e l’altro giocatore iberico Cristà, oltre a giocatori di navigata esperienza come Civa, Jara e Marchini, una squadra che aveva pareggiato con Bassano e Lodi e arrivava a Sarzana reduce dalla vittoria conquistata contro il Monza. Comunque – continua Corona – sono molto soddisfatto della mia squadra e di come mister Cupisti ha lavorato per ridare a questi ragazzi la carica nonostante le sconfitte subite. Ora dobbiamo migliorare ancora se vogliamo centrare al più presto l’obiettivo della permanenza in serie A1. Per la prossima gara dopo la sosta  ci aspetta ancora un'altra sfida salvezza contro  il  Giovinazzo in Puglia dove avremmo l’esordio di Osvaldo Raed un giocatore di classe e di esperienza che ci può far fare il salto di qualità. Ma al di la di questo dobbiamo continuare a  pensare – conclude Corona – che  ogni partita sino all’ultima giornata sarà per noi una finale se vogliamo rivincere il nostro scudetto della salvezza”.

Ma veniamo alla gara Ariano Civa, schiera il suo starting-five titolare, con Marchini insieme a Jara e alla coppia d’attacco formata da Mattia Civa e De Tomaso con Vallina alla difesa della porta, con a disposizione Cristà, Scutece, Balmaceda e il secondo portiere Brioschi. Cupisti risponde con Corona tra i pali, Sterpini, Amat, Di Donato e Dolce. Per la cronaca  partita  subito vibrante,  la prima grande occasione è per i lombardi ma il palo salva la porta di Corona sulla conclusione di De Tomaso. Al 5’,42” il Carispezia passa in vantaggio, veloce contropiede rossonero con Dolce che serve Di Donato il quale di prima intenzione mette la sfera alle spalle di Vallina.  Sarzana che ha subito dopo la ghiotta occasione per raddoppiare quando l’arbitro Da Prato estrae il cartellino blu per punire Marchini reo di aver commesso un fallo su Rossi lanciato a rete, ma l’esecuzione di Dolce vede la risposta da campione di Vallina. Al 20’, 10” i lombardi trovano la rete del pareggio con Balmaceda quando il bomber argentino devia in rete una conclusione dalla distanza di Jara. Il suono della sirena manda le squadre  negli spogliatoi per l’intervallo con il punteggio di 1 a 1.  Nel secondo tempo al 27’,57”, i rossoneri trovano subito la seconda rete con una combinazione Di Donato-Dolce, con il bomber viareggino che mette la sfera alle spalle di Vallina per il suo dodicesimo sigillo stagionale. La partita si accende, Cremona spinge alla ricerca del pari e Sarzana risponde in contropiede. Al 37’,35” Cremona trova la rete del momentaneo pareggio con Marchini  bravo a liberarsi e presentarsi tutto solo davanti alla porta difesa da Corona. Passano pochi minuti e i rossoneri si riportano in vantaggio con Matteo Pistelli che si inventa un “capolavoro” con una giravolta in area chd elude la marcatura di Jara e con una conclusione accompagnata toglie la ragnatela dal sette della porta difesa da Vallina. La magia di Pistelli manda in confusione la formazione di Civa che al 46’,39” commette un ingenuo fallo da rigore che capitan Sterpini trasforma in rete portando i rossoneri sul doppio vantaggio. Al 47’,40” decimo fallo commesso dai sarzanesi e tiro di prima per la formazione Lombarda si incarica della conclusione lo specialista Scutece che al secondo tentativo, il primo parato da Corona  ma fatto ripetere dall’arbitro Da Prato, trasforma in rete e riapre la partita.  Passa pochissimo che Mattia Civa commette fallo in area su Rossi lanciato a rete e conseguente rigore, ancora Sterpini sul dischetto ma in questa occasione Vallina respinge. Poco dopo decimo fallo commesso dai Cremonesi  tiro di prima a favore di Carispezia, ed espulsione a Civa reo di proteste troppo accese, si incarica della battuta Rossi ma Vallina si oppone e tiene in partita la formazione lombarda. Lo stesso Vallina è protagonista questa volta in negativo quando a meno di un minuto dal termine entra a “Kamikaze” su Rossi lanciato a rete, cartellino blu e tiro di rigore con Sterpini che batte  Brioschi subentrato al portiere Spagnolo e mette in cassaforte il successo. C’è ancora tempo per un tiro di rigore a favore del Cremona quando mancano 14” al suono della sirena Scutece manda sul palo. Ultimi secondi con  il pubblico del Vecchio Mercato  tutto in piedi ad accompagnare i suoi eroi al suono della sirena e poi decreta il giusto tributo alla squadra di Alessandro Cupisti. Il Carispezia con questa vittoria chiude il girone d’andata ed avanza in classifica piazzandosi decimo posto.

Prossimo incontro Sabato 9 Gennaio al Palasport di Giovinazzo contro l’ AFP Giovinazzo. 

Più informazioni su