laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Balletto Civile tra i 50 vincitori del bando Funder35

Più informazioni su

Promosso da 18 fondazioni di origine bancaria tra cui Fondazione Carispezia. Il 26 gennaio presentazione dei progetti al MiBACT con il Ministro Franceschini

LA SPEZIA – “Quante volte nella vita ti sei sentito dire di no, no, no? E allora fai il salto di qualità per farti dire finalmente sì”. È il motivetto che ha fatto da sfondo ai 5 spot video di Funder35 – visibili su Youtube – che invitavano a credere in sé stessi e a proporre progetti innovativi, partecipando al bando promosso da 18 fondazioni di origine bancaria, tra cui Fondazione Carispezia.
 
Su 170 imprese culturali che hanno inviato la propria proposta, 50 sono riuscite a strappare il sì che apre loro le porte di un nuovo futuro, e tra queste c’è anche Balletto Civile. La Compagnia, nata nel 2003 per volontà della coreografa e danzatrice ligure Michela Lucenti, si è posizionata tra i primi posti per entità di contributo – pari a 70 mila euro – con il progetto “LA SPEZIA OUTBOUND”.


 
Dall’avvio dell’iniziativa, nel 2012, Fondazione Carispezia ha destinato alle diverse edizioni del bando complessivamente 135 mila euro con un effetto leva sul nostro territorio. 260 mila euro sono infatti le risorse destinate da Funder35 in questi anni per progetti realizzati da imprese culturali spezzine (Associazione Labulè, Associazione Gli Scarti, Cooperativa Artemisia Servizi Culturali e Balletto Civile), che hanno avuto modo di dimostrare sul piano nazionale la valenza delle loro proposte progettuali.
 
Il bando Funder 35 permette non solo la realizzazione di un progetto di crescita organizzativa, grazie ad un contributo economico a fondo perduto, ma anche di percorrere insieme, tra pari, un percorso di formazione e condivisione di strumenti, modelli e pratiche, per consolidarsi in un mercato delicato e difficile anche per le criticità legate alla crisi dei bilanci pubblici. L’obiettivo di Funder35 è, infatti, superare proprio queste problematicità, sostenendo e accompagnando le imprese culturali già attive composte prevalentemente da giovani sotto i 35 anni con l’obiettivo di rafforzarle sia sul piano organizzativo che gestionale, premiando l’innovatività e favorendo la sostenibilità. L’iniziativa è nata in ambito Acri, l’associazione delle fondazioni, ed è giunta al secondo triennio.
 
Il progetto “LA SPEZIA OUTBOUND” di Balletto Civile riguarda il rinnovamento organizzativo della Compagnia e nasce dall’esigenza di rispondere con mezzi adeguati a un ampliamento sempre in crescita delle attività svolte in Italia e all’estero. Nell’ultimo periodo Balletto Civile ha intrapreso un rinnovamento artistico importante, ristrutturando la compagine dei propri danzatori e collaboratori inseriti nel percorso artistico della Compagnia. All’esperienza maturata da Michela Lucenti si sono affiancati giovani interpreti e compagni di lavoro a garantire la spinta innovatrice che da sempre caratterizza il progetto di Balletto Civile.
Migliorare il sistema organizzativo e amministrativo; supportare la creazione di una rete di relazioni con soggetti esteri e partecipare a progetti di scambio che favoriscano l’interazione con il territorio nazionale e internazionale; creare un sistema di fundraising al fine di aumentare i finanziamenti di sostegno alle attività dell’associazione; aumentare le proprie risorse in modo da poter sostenere la struttura e creare nuove possibilità economiche ed occupazionali sono gli obiettivi principali del progetto.
 

Il 26 gennaio a Roma, al Ministero dei beni e delle attività culturali e alla presenza del Ministro Dario Franceschini, ci sarà l’evento di presentazione delle 50 imprese culturali non profit selezionate che interessano, nel complesso, 14 regioni italiane.
 
Il Bando Funder35 è promosso da:
Compagnia di San Paolo, Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Fondazione Banco di Sardegna, Fondazione Cariparma, Fondazione Cariplo, Fondazione Cariverona, Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia, Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, Fondazione CON IL SUD, Fondazione CRUP, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Livorno, Fondazione Sicilia.
 
Balletto Civile
Gruppo nomade per definizione, animato da una forte tensione etica Balletto Civile nasce nel 2003 per volontà della coreografa e danzatrice ligure Michela Lucenti. Fin dall’inizio si caratterizza per un linguaggio scenico “totale” privilegiando l’interazione tra teatro, danza e il canto dal vivo originale e la profonda relazione tra gli interpreti. Dal 2009 la Compagnia è stata in residenza artistica presso la Fondazione Teatro Due di Parma. Dal 2015 l’attività di BC è sostenuta dalla Fondazione Teatro della Tosse di Genova. Nel 2010 e nel 2012 BC riceve il Premio Nazionale della Critica ANCT.
 
La nostra Fondazione ha partecipato con entusiasmo all’avvio di questa iniziativa – ha detto Matteo Melley, presidente della Fondazione Carispezia – che oggi rappresenta uno dei vanti del sistema delle Fondazioni di origine bancaria italiane e testimonia il loro continuo impegno per la cultura e l’occupazione giovanile. Funder35 rappresenta un’opportunità concreta per aiutare i giovani a creare e sviluppare attività di impresa in ambito culturale, che sempre più deve rappresentare uno dei filoni di sviluppo economico del nostro Paese. Siamo particolarmente lieti che anche quest’anno sia stato riconosciuto il valore di un operatore culturale locale. La selezione del progetto di Balletto Civile costituisce un ulteriore riconoscimento dell’attività e del ruolo svolto dalla Compagnia, non solo sul nostro territorio ma anche in campo nazionale, nel diffondere la cultura promuovendo l’interazione tra diversi ambiti artistici come la danza, il teatro e il canto”.

Più informazioni su