laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Top & Flop di Spezia – Como | Migliore inarrestabile, Misic troppo impreciso

Più informazioni su

Francesco Migliore – Foto Patrizio Moretti 

Francesco Migliore non si risparmia sfoderando un'altra prestazione eccellente. Per Josip Misic una gara non facile, in un ruolo non suo, troppa imprecisione. Nel Como molto bene Bessa, Ebagua non pervenuto

LA SPEZIA – Finisce con un pareggio la sfida del “Picco” tra Spezia e Como: un punto che fa proseguire gli uomini di Di Carlo nella striscia positiva di risultati, in vista della trasferta di domenica ad Ascoli.
La prima frazione regala subito emozioni: al terzo minuto è il Como a rendersi pericoloso con Ganz che, servito da Marconi, non riesce per un soffio a colpire la palla, anticipato bene dalla difesa bianca.
Dopo un giro di lancette risponde Calaiò, servito ottimamente da Canadjija, con un sinistro al volo, bloccato da Scuffet. Al 15′ bella l’azione imbastita dagli ospiti, con Ebagua che, imbeccato da Ghezzal, di testa manda alto sopra la traversa.
Salgono anche i padroni di casa e al 29′ dalla destra Misic mette in mezzo per il colpo di testa di Calaiò, che però termina di poco a lato.
La ripresa inizia con una palla gol clamorosa per gli uomini di Di Carlo: Nenè approfitta dell’errore in chiusura di Casasola, ma a tu per tu con Scuffet, l’attaccante brasiliano si fa ipnotizzare dall’estremo difensore ospite.
Al 66′ è il Como a passare in vantaggio: dal rinvio di Scuffet, Ganz si invola in porta e serve al centro Bessa che batte Chichizola in uscita. Al 68′ Situm crossa al centro per la testa di Nenè, ma la sua conclusione finisce di poco alta sulla traversa.
Lo Spezia costantemente in avanti, trova il pareggio al 70′ su rigore: Nenè si conquista e realizza il penalty dell’1-1 aquilotto. Cinque minuti più tardi è Martic a provare la conclusione da fuori area, ma il suo destro a giro viene deviato in corner da Casasola.

Dopo questa partita, ecco i nostri TOP E FLOP.

TOP SPEZIA: MIGLIORE – Il terzino dello Spezia torna ad impressionare grazie ad una spinta costante sulla corsia mancina: garantisce sempre la sovrapposizione in appoggio a Situm, formando proprio con il croato la corsia più propositiva. Nonostante i problemi fisici che lo perseguitano da tempo, dimostra ancora una volta di essere uno dei leader di questa squadra.

FLOP SPEZIA: MISIC – Una partita difficile per il centrocampista croato: schierato da mister Di Carlo fuori ruolo, non riesce ad esprimersi al meglio. Raramente salta l’uomo, non creando mai superiorità numerica. Soprattutto nella prima frazione di gioco ha la possibilità di mettere cross interessanti al centro, ma è sempre troppo impreciso. La sua prestazione migliora nel finale, quando viene spostato al centro, dove sembra trovarsi più a suo agio.

TOP COMO: BESSA – Il giovane centrocampista fornisce una prestazione da vero leader: il brasiliano scuola Inter, oltre al gol del momentaneo vantaggio, gioca una gara davvero convincente; tanta corsa e giocate di qualità ne fanno un giocatore irrinunciabile per Festa. Nel finale, il numero 3 comasco, sfiora la doppietta personale dopo una bellissima azione personale degna di altri palcoscenici.

FLOP COMO: EBAGUA – Prestazione anonima per uno degli ex del match: come spesso accade il giocatore più atteso si rivela il più deludente. Il numero 21 dei lariani non riesce quasi mai a calciare in porta e, a differenza del vivace compagno di reparto Ganz, partecipa poco alla manovra della propria squadra. Si dimostra utile negli ultimi minuti, quando respinge sulla linea di porta un pericoloso colpo di testa.

Giulia Lorenzini – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it

Più informazioni su