laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

All’Annunziata un presepe per l’Anno della Misericordia

Più informazioni su

GENOVA – Fino ai primi di febbraio, dentro la basilica della Santissima annunziata del Vastato è visitabile il presepe voluto dalla Comunità di Sant’Egidio per celebrare l’Anno Santo della Misericordia.

Nel “Presepe della misericordia” la famiglia di Betlemme è raccolta ai piedi della facciata principale di una riproduzione della basilica della Santissima Annunziata del Vastato. Tra le splendide navate barocche della basilica è rappresentato il pranzo di Natale della Comunità di Sant’Egidio, che accoglie anziani, bambini, senza fissa dimora. Tutto attorno, in sei nicchiericavate nel perimetro della chiesa, le opere di misericordia che si leggono nel capitolo 25 del Vangelo di Matteo, interpretate attraverso i servizi di Sant’Egidio ai rifugiati, ai senzatetto, ai carcerati.

Le 42 statuine di terracotta sono state realizzate appositamente e decorate a mano da artigiani napoletani, mentre tutta la struttura e la decorazione del presepe è stata realizzata dall’Arciconfraternita della Ss. Concezione al Monte, presso il Santuario di Nostra Signora del Monte (che ha realizzato anche “Natale in Via Madre di Dio”, la riproduzione di via Madre di Dio da un quadro di Luigi Garibbo, visitabile tutti i giorni presso il Santuario di Nostra Signora del Monte).

Come duemila anni fa quel bambino non trovò posto nelle case di Betlemme, così anche oggi sono tante le donne, gli uomini i bambini che non trovano accoglienza: gli anziani abbandonati, i poveri disprezzati, i migranti che si vedono chiudere in faccia le porte dell’Europa. Per tutti questi Sant’Egidio cerca di allestire tutti i giorni una “mangiatoia” calda ed accogliente con le opere di misericordia che la Comunità vive tutti i giorni nel suo lavoro gratuito e volontario a Genova e nel mondo, seguendo le parole del Vangelo: «ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete accolto, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, ero in carcere e siete venuti a trovarmi».

Tutt’attorno a piazza della Nunziata, sorge infatti la “cittadella della solidarietà” della Comunità di Sant’Egidio, con al centro la basilica, che ospita la preghiera quotidiana, e tutt’attorno la mensa per chi ha bisogno; il Centro “Genti di Pace” per la distribuzione di cibo e vestiti e l’ambulatorio gratuito; la casa per sostenere i senza dimora; la casa famiglia “Benedetto XVI” che ospita gli anziani usciti dagli istituti.

Presepe della Misericordia
Basilica della Ss. Annunziata del Vastato, piazza della Nunziata.
Visitabile fino ai primi di febbraio.
Orario: da lunedì a venerdì 7,30-19,30 – sabato e domenica 7,30-12,30 e 15,30-19,30

Più informazioni su