laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Tutto esaurito al Don Bosco per la “Pensione ‘o Marechiaro”

Più informazioni su

LA SPEZIA – En plain al Teatro Don Bosco per ammirare la Compagnia “Il Retropalco” nella commedia in due atti “Pensione 'o Marechiaro”. Tutti occupati i 360 posti del teatro cittadino in risposta all'appello de “Il Retropalco” e dell'Ass. TIROIDENONSOLO

Il lavoro di Valerio Di Piramo ha riscosso un enorme successo perchè gli attori e attrici guidati dal regista Umberto Bordino hanno fornito una prestazione corale al di sopra delle più rosee aspettative.
Era una proposta benefica e il pubblico ha risposto alla grande gustandosi due ore di ilarità , applaudendo più volte a scena aperta, tanto le battute degli attori erano efficaci e tempestive.
E' difficile fare commenti sulle singole prestazioni dei protagonisti ,ma non si può non evidenziare la bravura degli “esperti” Raffaele Insabato proprietario della Pensione, Paolo Lo Giudice professore di Lettere e Filosofia e Franco Toscano magnifico Pulcinella. Poi le” nuove leve” con in testa Cristina Bordino, quella che “odia i napoletani” con il marito milanese Giovanni Gallo, le due suore Aurora Torrente e Simonetta Tuberoso, la titolare della Pensione Giovanna Ghezzi, la di lei sorella Crocifissa (perfetta “tonta”) Lorena Picciati, la Contessa decaduta (con grilli per la testa) Luciana Marianelli e infine il ricco Sultano Rudy Morettini con il suo segretario magistralmente interpretato da un bravo Leonardo D'Angelo all'esordio nella Compagnia.

Di certo tutti hanno contribuito alla riuscita performance: proprio l'impegno corale è bastato a sopperire alle piccole esitazioni che sono affiorate nel corso dei due atti.
Perfetti nelle preziose mansioni Carmine Esposito (musiche e luci), il direttore di scena Lorenzo Agati e la fotografa Cinzia Lucchi. La regia di Umberto Bordino ha compattato il tutto.

Dicevamo dello scopo benefico: erano presenti parecchi medici, ma soprattutto è intervenuto a parlare il dottor Mario Cappagli responsabile del reparto di endocrinologia dell'Ospedale che ha evidenziato il momento difficile della Sanità nazionale e regionale invitando i cittadini tutti a difendere i propri diritti e a prestare attenzione alle dinamiche della Azienda Sanitaria per l'immediato futuro. Ha poi preso la parola la Presidente dell'Associazione TIROIDENONSOLO Signora Chiara Frumento che dopo aver ringraziato “Il Retropalco”, sulla scia del primario ha evidenziato i problemi che potrebbero investire nell'imminente i malati di tiroide per via di leggi e norme controverse invitando i cittadini a farsi carico di conoscere, tramite appunto all'Associazione stessa, i metodi e i sistemi per prevenire la malattia.

L'incasso, devoluto totalmente all'Associazione, servirà sicuramente per l'acquisto di un ecografo necessario appunto all'opera di prevenzione.

Insomma si è unito l'utile (beneficenza) al dilettevole (una piacevolissima commedia) il tutto inframezzato da musiche napoletane che sono nel cuore di tutti noi con interpreti di accezione quali Pavarotti, Pino Daniele e Renato Carosone.

Più informazioni su