laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il 2015 anno di svolta per il porto

Più informazioni su

Resoconto di Lorenzo Focieri

LA SPEZIA – “Il 2015 è stato l’anno eccezionale della svolta. Il 2016 sarà l’anno della realizzazione del piano regolatore portuale” Così in sintesi il pensiero del Presidente dell’Autorità Portuale Lorenzo Forcieri riguardo al resoconto dell’anno trascorso durante la conferenza stampa presso l’Auditorium A.P. alla presenza di numerosi giornalisti. Forcieri ha illustrato con delle slide i vari lavori e progetti messi in pratica nel 2015. Traspariva una vena di grande soddisfazione tanto da fargli dire “Anche se dovessi lasciare ho fatto tutto quello che dovevo fare. Lascerò molto a chi viene dopo di me. Speriamo non sia un finale caotico”.

Era presente tutto il comitato portuale compreso l’assessore Cristiano Ruggia che si è espresso col voto contrario ieri in seno al comitato stesso in particolare sul waterfront in Calata Paita dove lui e Federici non sono d’accordo sul realizzare nuovi interramenti e grosse volumetrie. Essendogli stata negata la parola (in quanto si trattava di una conferenza stampa dell’A.P.) l’assessore, dal bancone si è spostato tra il pubblico. Segno che i rapporti restano tesi. Forcieri si è reso disponibile ad un dibattito sull’argomento in Tv o in altre sedi, ma non stamattina.

A tal proposito si è augurato che non si faccia ancora “il gioco dell’oca, dove si ricomincia da capo. Non capisco – ha affermato – l’intervento inaspettato di Federici e Ruggia che si sono sempre dimostrati d’accordo con noi. Proprio ora che siamo ad un buon punto per mettere in pratica opere tanto importanti come Calata Paita per le crociere non vorrei che si dovesse ricominciare dall’inizio”.


Quindi ha illustrato nel dettaglio le varie opere compiute.

– 39 milioni stanziati per rifare le ferrovie in porto con treni di 650 metri laddove la media nazionale è di 600

– Ottenuto il parere positivo del Ministero dell’Ambiente per opere portuali in ambito 5 e per interconnessione ambito 5 e 6.

– Vittoria in Consiglio di Stato per lo spostamento delle Marine del Canaletto. Nei primi mesi del 2016, dopo uno studio affidato a docenti genovesi e pisani, si creeranno nuovi 800 posti barca in seguito allo spostamento

– Risultati entusiasmanti per il traffico crocieristico con un incremento del 40% di passeggeri, quest’anno 656.000.Importante il progetto “Facciamo centro” insieme a commercianti ed associazioni di categoria per l’accoglienza

–  Chiusura del varco Ravano e conseguente passaggio dei mezzi dalla barriera doganale

–  Importanti lavori di bonifica al molo Garibaldi.

–  Completamento lavori di recinzione doganale a Santo Stefano.

Quindi Forcieri è passato all’illustrazione dei progetti in corso

– Riqualificazione delle aree davanti alla Capitaneria di porto (spostamento del bar Costa in una struttura trasparente con ufficio accoglienza)

– In attesa della stazione marittima si è pensato di allungare molo Garibaldi per l’attracco di due navi di medie dimensioni

Per quanto riguarda gli investimenti pubblici sono stati fatti impegni di spesa per 50 milioni, investimenti contrattualizzati per 45 milioni e già contabilizzati per 31 milioni.

Sul fronte degli investimenti privati l’A.P. è riuscita ad attrarre investitori stranieri con ingenti capitali. Tutta questa mole di lavoro ha consentito di creare occupazione per un totale di 8072 persone. Per quanto riguarda invece il prossimo futuro, il piano triennale 2016 – 2018 prevede investimenti nel triennio pari a 383 milioni e nel 2016 pari a 213 milioni. Quindi quest’anno di svolta prelude ad un nuovo anno ancora più di assestamento per ultimare il porto che, come da una simulazione grafica illustrata, consentirebbe alle navi da crociera di attraccare più distanti dalla città e quindi essere meno invasive. Anche su questo fronte ci saranno i pro e i contro (sono infatti previsti interramenti)- Resta il fatto che l’A.P. è stata efficiente. E proprio per questo nel “mirino” di tanti, ambientalisti in primis, ed ora anche foriera di nuove tensioni per il voto contrario dell’amministrazione comunale in seno al comitato portuale.

S.P.

Più informazioni su