laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Lavori pubblici | Presentati 3 progetti di riqualificazione urbana

Più informazioni su

LA SPEZIA – Questa mattina l’assessore ai lavori pubblici Corrado Mori ha presentato 3 importanti interventi di riqualificazione in tre quartieri distinti.

Il primo intervento interesserà via dei Pini che sarà completamente riqualificata. L’intervento di via dei Pini è particolarmente importante poiché fa parte di un progetto condiviso con i cittadini della zona che hanno fornito all’Amministrazione, nel corso di alcuni incontri, indicazioni su problemi e criticità presenti nell’area.

Il progetto propone una riqualificazione degli spazi dell'intera Via dei Pini. L’obiettivo è quello di ricreare le condizioni di vivibilità nelle aree pedonali (marciapiedi, aiuole) e di razionalizzare il più possibile gli spazi di parcheggio, allargando la sede stradale della via che attualmente presenta strettoie che costringono gli automobilisti a fastidiose manovre. I marciapiedi, di larghezza pari a m. 1,50 circa e, in piccola parte, le aree pedonali tra i fabbricati, verranno pavimentati con elementi autobloccanti di calcestruzzo e saranno delimitati con bordi in arenaria, in parte recuperati dalle demolizioni e in parte nuovi.
Le sedi stradali verranno riasfaltate e le aree verdi esistenti saranno riqualificate attraverso il taglio di 2 pini pericolanti che nel corso di questi ultimi mesi hanno creato non pochi problemi. Le piante abbattute saranno sostituite da essenze più idonee. Saranno inoltre costruite nuove aiuole ai fianchi del tratto principale della via in questione.
Sarà migliorata anche la rete fognaria per la raccolta di acque meteoriche e, dove necessario, i fabbricati saranno allacciati alla fognatura bianca esistente. Tratti di tubatura fognaria vetusta saranno sostituiti ed è prevista inoltre la fornitura e posa in opera di tubazioni plastiche necessarie alla predisposizione dell'impianto d'illuminazione e di quello d'irrigazione che saranno realizzati in un secondo appalto.
Tutti questi interventi oltre che riqualificare la zone daranno una idea di maggiore ordine grazie appunto alla razionalizzazione e alla ridefinizione degli spazi presenti.
L’importo totale dei lavori è di 455 mila euro.

Il secondo intervento, già partito, è quello per la riqualificazione dell’area adiacente a Viale Amendola nel tratto compreso tra la rotatoria di accesso al porto Mirabello e l’ingresso principale dell’Arsenale Militare.
L’area è costituita da un tratto sterrato, ubicato tra la rotonda del Porto Mirabello e l’inizio del filare di platani, e da un tratto parzialmente pavimentato con conglomerato bituminoso, ubicato quest’ultimo tra la fine del tratto precedente ed il ponte di acceso all’ingresso principale dell’Arsenale Militare. Nel tratto sterrato sono evidenti le classiche problematiche presenti in un’ area priva di pavimentazione, ovvero la difficoltà di smaltimento delle acque in caso di pioggia. Invece il tratto parzialmente pavimentato con conglomerato bituminoso, presenta elementi di marcato degrado specie se rapportati con la sua particolare vicinanza con quell’area di particolare pregio architettonico costituita dall’ingresso principale dell’Arsenale Militare e soprattutto l’ingresso del Museo Navale struttura frequentata da moltissimi turisti ogni anno. Una significativa parte dell’intervento riguarderà la rimozione di quei manufatti che interferiscono con i lavori, ovvero i parapedonali presenti, la cabina adibita a riparo temporaneo per i Vigili Urbani preposti alla regolamentazione del traffico, le ceppaie esistenti, pozzetti e 4 sottoservizi. Verranno anche rimosse le cordonature e le bordature in arenaria presenti, quindi verranno accantonate in cantiere per consentire un loro riutilizzo.
In seguito verranno realizzate le linee interrate quali cavidotti per impianti elettrici, tubazioni per irrigazione nuove essenze vegetali.
Successivamente verranno posati in quota e correttamente allineate le cordonature e le bordature in arenaria precedentemente rimosse ed in caso di necessità verranno integrate con elementi provenienti dai magazzini comunali.
Infine verrà realizzata un unico tipo di pavimentazione con  resina sintetica, dello stesso tipo di quello utilizzato per la realizzazione della pavimentazione nel limitrofo controviale posto a contatto con i fabbricati. I lavori per un importo di 220mila euro avranno una durata di circa 4 mesi.

L’intervento inevitabilmente arrecherà qualche disagio relativo soprattutto alla sosta per i residenti. A tal fine è stato predisposto un provvedimento per dare la possibilità ai residenti e possessori di pass zona C e D di  parcheggiare gratuitamente negli stalli di Piazza Chiodo fino ad ultimazione dei lavori.

Il terzo intervento interessa via Falconi a Migliarina. Saranno riasfaltati i marciapiedi e risistemati i cordoli degli stessi. Sarà infine realizzata una nuova zona per la raccolta delle acque meteoriche. Questo intervento conclude una serie di lavori che hanno riqualificato una zona più ampia del quartiere che hanno interessato piazza Concordia e Largo Marcantone.

Più informazioni su