laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

La UILM pronta a dare battaglia per il futuro dell’OTO Melara

Più informazioni su

Ieri lo sciopero

LA SPEZIA – Riuscito in pieno ieri lo sciopero dei dipendenti dell’OTO Melara. Si sono ritrovati in corteo fino al cavalcavia di Viale San Bartolomeo per due ore. Le motivazioni riguardavano l’abbassamento di livello delle aziende di Finmeccanica e lo spostamento dei fondi stanziati per il welfare ed i benefit (asili nido ad esempio). Inoltre rimangono molte incognite per il futuro aziendale. La divisione OTO infatti ha carichi scarsi. Per quanto riguarda l’indotto, sussiste il problema delle gare a basso costo con gli uffici acquisti spostati a Roma. La Uil di La Spezia guidata per questo settore da Graziano Leonardi della UILM rivendica alcune proposte che sono state portate da un delegato al tavolo della trattativa in corso a Roma.

“Siamo scesi in piazza ieri – afferma Graziano Leonardi – proprio durante la trattativa per fare pressione. Veniva discussa infatti l’integrativa di gruppo (cedolini in busta paga per tutti, orari di lavoro, benefit) I soldi vanno trovati nel salario differenziato. Per quanto riguarda la situazione dell’OTO Melara, non è ancora stata pagata l’ultima tranche del VBM l’ultimo carro armato gommato per l’esercito. Chiediamo rassicurazioni in tal senso.” Si attende ora l’esito della trattativa romana per un futuro più roseo dell’azienda spezzina.

Simona Pardini

Più informazioni su