laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Sarzana celebra la giornata della memoria prendendo spunto dal volume “Gino Bartali e la Shoah”

Più informazioni su

SARZANA – Non molti ne sono a conoscenza, ma il grande campione di ciclismo Gino Bartali ha avuto un ruolo importante nel salvataggio di numerosi ebrei che rischiavano la deportazione durante il fascismo. Sarà questo il tema centrale dell'incontro, in programma venerdì 5 febbraio alle ore 10 presso la sala del Consiglio Comunale, con la prof.ssa Angelina Magnotta, autrice del volume “Gino Bartali e la Shoah”, edito dal Consiglio regionale della Toscana, e promotrice del riconoscimento a Bartali del titolo di 'giusto delle Nazioni'.

Si tratta di un libro che in primo luogo ricostruisce le vicende umane di un personaggio, Gino Bartali appunto, noto soprattutto come campione sportivo ma che da queste pagine emerge anche come un vero campione di umanità: profittando della sua notorietà che gli consentiva di attraversare senza destare sospetti i vari posti di blocco, più di una volta Bartali si è servito della sua bicicletta per trasportare messaggi o anche i documenti falsi che per gli ebrei in fuga rappresentavano l'unica salvezza possibile; nello stesso tempo il libro è però anche una sorta di 'romanzo di formazione', nella quale l'autrice dà conto del proprio percorso di presa di consapevolezza a proposito non solo della vicenda umana di Bartali e di altri 'giusti', ma anche riguardo lo Yad Vashem, il 'giardino dei Giusti' istituito in Israele per ricordare coloro che, a rischio della propria vita, hanno contribuito alla salvezza degli ebrei durante il fascismo.

Durante la mattina del 5 febbraio sarà proiettato anche il video dell'intervista alla prof.ssa Magnotta, realizzata da Rai 2 ed andata in onda nella ricorrenza internazionale della 'giornata della memoria', il 27 gennaio.

Più informazioni su