laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Top & Flop di Spezia-Salernitana | Vignali esordio da urlo, Canadjija uomo ovunque

Più informazioni su

Il gol di Luca Vignali – Foto Patrizio Moretti 

Il giovane spezzino sognava questo esordio d a tempo, per lui gol e rigore procurato, oltre che un'ottima prestazione. Grande gara anche di Canadjija, vero uomo ovunque

LA SPEZIA – Il posticipo della 24esima giornata del campionato cadetto si conclude con una rotonda vittoria casalinga al “Picco“: lo Spezia archivia con un secco 3-1 la pratica Salernitana, grazie alle reti di dei due esordienti in maglia bianca, Vignali eSciaudone, e al rigore di Calaiò e si porta così a quota 33 punti in classifica.

In avvio di gara è lo Spezia a rendersi subito pericoloso: il primo squillo arriva al 4′ con un improvviso mancino di Situm, sul quale Terraciano interviene con i pugni e devia in angolo.
Dopo dieci minuti è ancora la formazione aquilotta a portarsi in avanti, ma, sul cross di Situm, Vignali liscia il pallone e la successiva conclusione di Errasti viene parata dal reattivo portiere granata.
C’è solo lo Spezia in campo e al 43′ i locali ci provano con una bella conclusione di Canadjija, su suggerimento di Piccolo, che viene deviata in angolo dall’ottimo Terraciano.
La ripresa è la naturale prosecuzione della prima frazione: al 48′ Piccolo apre per Calaiò e l’arciere fa esplodere un potente tiro, parato in tuffo dall’estremo difensore della Salernitana.
I padroni di casa continuano a fare la partita, ma incredibilmente al 64′ e in inferiorità numerica, è la Salernitana a passare in vantaggio: sugli sviluppi di un corner, Coda segna di testa e porta in vantaggio i suoi.
Lo Spezia non ci sta e impiega solo tre minuti a pareggiare i conti grazie al gol dell’esordiente Vignali, che mette in rete da due passi dalla porta avversaria grazie all’appoggio di Piccolo.
Al 70′ è ancora Vignali a rendersi pericoloso con una gran conclusione ravvicinata, respinta da Terraciano.
I padroni di casa aumentano la pressione e al 76′ ottengono il calcio di rigore per il netto fallo di Zito su Vignali: sul dischetto Calaiò trasforma il penalty, seppur costretto a battere due volte. Sul finale di gara lo Spezia chiude i conti, grazie alla rete del nuovo acquisto Sciaudone: il centrocampista aquilotto, all’esordio in maglia bianca, gonfia la rete con una conclusione dal limite su assist di Kvrzic.
Nel recupero ci prova ancora Sciaudone, su suggerimento di Calaiò, ma Terraciano si oppone.

Dopo questa partita,ecco i nostri TOP E FLOP.

TOP SPEZIA: VIGNALI – Il giovanissimo centrocampista bianco si regala un esordio da sogno, giocando una partita degna di nota. Corre senza sosta, cerca continuamente l’inserimento in fase offensiva, provando a creare superiorità numerica. Ha il grande merito di segnare il gol del pareggio e di procurarsi il rigore. Finalmente un giovane spezzino della Primavera è protagonista nello “Spezia dei grandi“.

TOP SPEZIA: CANADJIJA – Una prestazione incredibile per il centrocampista croato: corre su ogni pallone ed è “l’uomo ovunque” della mediana aquilotta: Interpreta al meglio l’idea del tecnico Di Carlo facendo pressing a tutto campo per non far ragionare gli avversari. Interrompe spesso l’azione e acquista fiducia anche in fase di impostazione, verticalizzando sulle punte con molta intelligenza. Prova anche la soluzione personale con un forte rasoterra, deviato però in corner da Terracciano.

TOP SALERNITANA: TERRACCIANO – Il portiere della Salernitana è assolutamente il migliore in campo dei suoi: tiene in piedi il risultato per gran parte della gara. Nel primo tempo dice no ad Errasti e in apertura di ripresa si oppone alla potente conclusione di Calaiò. Sui primi due gol non può nulla, forse una leggera indecisione sulla terza rete è l’unica pecca della sua prestazione.

FLOP SALERNITANA: GABIONETTA – L’attaccante brasiliano non gioca certamente una gara alla sua altezza: quasi sempre fuori dalla manovra, non trova mai nessun guizzo degno di nota. Nel secondo tempo, già ammonito, si fa espellere per un fallo su Canadjija; l’inferiorità numerica sbilancia inevitabilmente a gara in favore dello Spezia, già quasi totalmente padrone della partita.

Giulia Lorenzini – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it

Più informazioni su