laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Gli affittacamere battono l’Agenzia del Territorio 1 – 0

Più informazioni su

La Commissione Tributaria accoglie il ricorso degli affittacamere spezzini difesi dal Dr. Avelluto. La soddisfazione di Confartigianato turismo

LA SPEZIA – La Commissione Tributaria Provinciale della Spezia ha accolto il ricorso proposto da un affittacamere, gestito da una società, contro l’Agenzia del Territorio che rettificava l’immobile destinato all’attività in oggetto  da cat. A/3 (civile abitazione) a D/2 (albergo) con notevoli aggravi economici per la società di gestione non tenendo conto delle normative Regione Liguria e Provincia della Spezia, che regolano l’attività ricettiva in questione.
 
Sono oramai più di 1.000 le attività di piccola ricettività in provincia della Spezia;  affittacamere, case vacanza e B&B, le quali rispondono ad una domanda individuale sempre più in crescita.
 
“Una risposta importante anche in termini occupazionali – sottolinea Giuseppe Menchelli direttore della Confartigianato spezzina – e la nostra associazione ha promosso la nascita di numerose strutture consortili in questi anni, fra le quali il “Consorzio Welcome to la Spezia” che riunisce gli affittacamere del centro storico spezzino.”
 
E proprio il Presidente degli affittacamere consorziati, Roberto Cozzani, vista l’attribuzione da parte dell’Agenzia del Territorio della categoria D/2, classica di  strutture alberghiere, al posto della categoria consentita di civile abitazione, ha proposto ricorso presso la Commissione Tributaria Provinciale  della Spezia difeso dal Dr. GianLuca Avelluto, che ha contestato, soprattutto in diritto, il fatto che la legge catastale non può essere indipendente dalla normativa vigente per l’apertura di un’attività di affittacamere.
 
La sentenza, firmata dalla Presidente della Commissione Dr.ssa Maria Cristina Failla, chiarisce bene la differenza fra l’affittacamere e l’albergo e quindi il fatto di poter esercitare l’attività mantenendo la categoria catastale di civile abitazione, ponendo fine, si spera, ad un contenzioso che troppo spesso in Italia condiziona il futuro delle imprese.

Più informazioni su