laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Forcieri su polveri Enel proventi da Brindisi e Civitavecchia

Più informazioni su

LA SPEZIA – In merito al previsto stoccaggio di ceneri provenienti dalle centrali Enel di Brindisi e Civitavecchia presso il Molo Garibaldi, all’interno del porto della Spezia, il presidente dell’Autorità Portuale, Lorenzo Forcieri ha incaricato gli uffici tecnici dell’AP di fare un esame dettagliato della situazione, analizzando la documentazione in possesso dell’AP.

“Sulla scorta di quanto appurato – ha dichiarato Forcieri – l’impianto di Italterminali è autorizzato solo per lo sbarco e lo stoccaggio di cemento, così come chiaramente specificato nella concessione e nel piano d’impresa della società stessa.”

L’eventuale trasformazione a impianto di stoccaggio di rifiuti, non è prevista. Pertanto si renderebbe necessaria una specifica autorizzazione all’esercizio di tale attività. Quella già rilasciata dalla Provincia, relativamente agli aspetti ambientali, è infatti condizione necessaria ma non sufficiente per l'esercizio dell’attività summenzionata.

Imprescindibile risulta essere, infatti, l’autorizzazione dell’AP ai fini urbanistici e paesaggistici che potrebbe essere rilasciata solo previa Conferenza dei Servizi, con il consenso di tutti gli enti competenti e della Regione.

“Pur potendo rappresentare un traffico significativo per il porto – conclude Forcieri – a mio avviso e senza volere entrare nel merito ne condizionare i prossimi procedimenti amministrativi, sono personalmente convinto che questo tipo di attività, al pari di altre del passato, non sia più compatibile con i processi di sviluppo e trasformazione del nostro territorio.

Più informazioni su