laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Lo Spezia “stecca”, vince Ivrea (13-14)

Più informazioni su

100 Caps per Adil Tabi festeggiato per le cento partite con la maglia dello Spezia.

LA SPEZIA – Cento caps per Adil Tabi in maglia giallo nera, per  lui  classe 1981, ormai giunto alla soglia delle trentacinque primavere, veterano di tante “battaglie” con i colori dello Spezia, vincere domenica  sarebbe stata una festa nella festa, ma la legge dello sport, quello giocato e non chiacchierato, ha le sue regole e Adil  pur “indomabile” sul terreno di gioco è uno sportivo ed ha accettato il verdetto del campo pronto per la rivincita. Cresciuto rugbisticamente  a Parma si è poi trasferito  alla Spezia e a parte un paio di stagioni all’Amatori Lunigiana (2008-09 e 2009-10) ha sempre  giocato per il Club aquilotto ed era in campo nelle due occasioni (stagioni 2007/08 e 2012/13 rispettivamente con Lyons Livorno e Brescia)  in cui  la squadra  è arrivata a giocare gli spareggi per la promozione in serie B. Tra i giocatori dello Spezia in attività è il più “prolifico” con un totale di ben 37 mete realizzate seguito, al momento, da altri due  giocatori “centenari” Marco Sturlese e Alessandro Fascio rispettivamente con 33 e 32 mete segnate. Al termine della gara  durante il “terzo tempo”  Adil Tabi, è stato festeggiato e applaudito da tutti i dirigenti e compagni di squadra con tanto  di torta “celebrativa” raffigurante un campo da rugby offerta per l’occasione dalla dirigente del Club Alessandra Carta.
Due mete trasformate degli ospiti, la prima  nei minuti iniziali ed una a tre minuti dal termine del match, in mezzo tanto dominio territoriale degli aquilotti che pur segnando due mete, una delle quali in maniera abbastanza fortunosa,  non riescono a capitalizzare il grande volume di gioco espresso. Alla fine vince senza demerito Ivrea, squadra disciplinata, tenace e capace sia di tener botta in difesa che a farsi trovare pronta e reattiva nel tentare con veloci ripartenze di mettere in difficoltà i padroni di casa. Buono l’arbitraggio del fiorentino Leonardo Nava. Questa, in poche righe, l’analisi della prima partita del girone retrocessione  una sconfitta che rischia di pesare tantissimo anche perché nei prossimi due turni  di campionato gli aquilotti  dovranno giocare in trasferta con il San Mauro ed il Cus Torino squadre con cui si dovrà a tutti i costi cercare di fare risultato per restare in corsa per la salvezza.

Cronaca del match. Per una decina di minuti le squadre  si sono “studiate” poi con una bellissima azione alla mano della linea arretrata  i piemontesi segnano  liberando il loro secondo centro   che si “beve”  la difesa spezzina  trovando un varco  tra centri  aquilotti Fascio e Francesconi la cui salita difensiva  nell’occasione ha lasciato molto a desiderare.  Ivrea trasforma dalla piazzola  e passa a condurre 0-7. La reazione degli aquilotti è immediata e veemente ma, come detto, infruttuosa nonostante il gioco  si  svolga prevalentemente nella metà campo degli ospiti; purtroppo va male anche dalla piazzola con  Luca Gabrielli  che fallisce due calci di punizione.  Finalmente a pochi minuti dal termine del primo tempo su azione susseguente una mischia ordinata a cinque metri dalla linea di meta dell’Ivrea gli spezzini trovano la segnatura grazie all’intuito e alla destrezza del mediano di mischia Michael Guerrera che  vede e sfrutta un varco nelle maglie della difesa ospite. Gabrielli è ancora impreciso dalla piazzola a non  trasforma. Le squadre vanno al riposo sul 5-7 in favore  degli ospiti. Stesso canovaccio nella ripresa, Spezia  domina territorialmente, muove bene palla ma non riesce a capitalizzare. Ivrea pienamente “dentro“ la partita   pronto e reattivo in ogni occasione. Al ’20 Gabrielli trasforma una facile punizione e lo Spezia passa  in vantaggio 8-7.  Poco dopo, altra meta per lo Spezia abbastanza fortunosa, un calcio grabber manda la palla dentro l’area di meta degli ospiti e l’ala Marco Maldini è più il veloce di tutti si avventa sull’ovale e segna.  Gabrielli non trasforma ma ora  lo Spezia  conduce 13 a 7.  Dopo poco  lo Spezia fallisce la meta che avrebbe  chiuso il match, Alessandro Fascio buca la difesa, decide per l’azione personale, irrompe dentro l’area di meta ma al momento di schiacciare l’ovale viene tenuto alto dagli avversari e l’occasione sfuma. Ciò nonostante sembra fatta per i ragazzi di Berthomier  ma  a tre minuti al termine  l’estremo Hall scivola e cadendo manca la presa su una palla alta e profonda di alleggerimento calciata dagli avversari,  purtroppo nessun giocatore spezzino ha marcato la profondità del campo sulle fasce laterali  ne approfitta un giocatore dell’Ivrea che recuperato al  volo l’ovale “galoppa” in solitudine fino a segnare in mezzo ai pali per la facile successiva trasformazione. Fine dei giochi, gli ospiti vincono 13-14.

Formazione R.C. Spezia: Barbieri, Actis, D’Eredità, Costa, Patanè, Perdixi, Gussoni, Sturlese, Guerrera, Gabrielli,  Francesconi, Novoa, Trivelli, Hall, Tabi, Ponzi, Montini, Virgilio, Zangani, Maldini, Tonelli.

Allenatore: Gilles Berthomier.

Altri risultati poule retrocessione:
Cus Torino vs Amatori Genova 5-10, Cuneo vs San Mauro 12-32.

Classifica: San Mauro 5, Ivrea e Amatori Genova 4,  R.C. Spezia e Cus Torino 1, Cuneo 0.

Il  campionato, come da tradizione si ferma per tre settimane in occasione del sei nazioni, riprenderà il 21 febbraio. Gli aquilotti saranno impegnati in trasferta con il San Mauro (Campo D’Altorio di San Mauro Torinese, ore 14.30).

IN CAMPO ANCHE LE GIOVANILI UNDER 14 E UNDER 16 LUNIGIANA/SPEZIA

Il fine settimana ha visto scendere sugli scudi anche le giovanili Under 14 e Under 16 Scuola Rugby Spezia & Lunigiana. Sabato pomeriggio la Under 14 allenata da Alessandro Fascio coadiuvato dai tecnici Sturlese e Pedinotti nel triangolare in trasferta a Scarlino, vinto dall’Union Tirreno, riesce a portare a casa la prima vittoria nel match con i padroni di casa del Golfo Scarlino vincendo 10 a 7 andando a segno con due mete non trasformate.
La domenica, al Calani di Groppoli di Mulazzo, nella prima giornata di ritorno del campionato di categoria, la Under 16 Lunigiana/Spezia di Pedinotti-Sturlese ha ceduto il passo agli ospiti della Scuola Rugby  Rufus col punteggio di 12 a 38. Nonostante il risultato i ragazzi del Lunigiana/Spezia hanno giocato una bella partita dimostrando quel guizzo di orgoglio proprio nel momento più critico del match, quando in inferiorità numerica per espulsione temporanea di Barbera e Turku e sotto di 28 punti riescono a realizzare 2 mete, una di punizione e una di Sommella togliendo lo zero finale dallo score di fine gara.
Formazione Under 16: Reinoso, Agnesini, Sommella, Serrar, Iacovino, Ravani, Galeazzi, Turku, Valerio Paulino, Mordacci, Corona, David, Barbera, Jacques e Castagnini.

Prossimi impegni: nel programma del fine settimana mentre Under 18 e Under 16 riposano, sabato 6 febbraio alle ore 16,30 al campo Calani di Groppoli di Mulazzo la Under 14 ospiterà la compagine dei Titani Asd di Viareggio.

Più informazioni su