laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

“Sold out” al Vecchio Mercato per l’appuntamento con la storia

Più informazioni su

Il Carispezia Sarzana sfida lo Sporting Clube de Portugal, meglio conosciuto come Sporting Lisbona nei quarti di finale di Coppa CERS. Serata di gala al Centro Polivalente, gli atleti delle due squadre e gli arbitri saranno accompagnati in pista dai bambini della scuola hockey rossonera, mentre le tre ragazze del settore giovanile rossonero esibiranno le bandiere delle tre nazioni, poi gli inni nazionali, contornate da una coreografia mozzafiato. E’ una città sui pattini che viaggia in Europa. Il presidente Maurizio Corona ha dichiarato: “Mi aspettavo il tutto esaurito per sostenere i nostri ragazzi e così è stato, ora chiedo di essere al Vecchio Mercato per le 20,15 e per l’occasione di vestirsi di rossonero, abbiamo organizzato una coreografia da brividi questo è un appuntamento con la storia e noi cercheremo di essere all’altezza sugli spalti ma anche in pista. La squadra sta giocando molto bene, e i miei ragazzi devono ricordare che se crediamo in noi stessi tutto può succedere perciò basso profilo e al pezzo abbiamo una final four da conquistare e non dobbiamo lasciare nulla di intentato” (nella foto la formazione dello Sporting Lisbona).

SARZANA – “Mi aspettavo il tutto esaurito per sostenere i nostri ragazzi e così è stato – dichiara il presidente Maurizio Corona – Speravo che chiunque avesse masticato anche un poco di hockey, e a Sarzana sono molti, non potesse mancare a questi quarti di finale di Coppa Cers, l’equivalente dell’ Europa League del calcio. Questa serata è qualcosa di speciale, se solo uno di noi lo avesse detto nel 1993 lo avrebbero considerato pazzo. In questi sette anni di serie A1, abbiamo giocato su piste epiche  come il Pala Bassano, il Capannino di Follonica, il PalaBarsacchi di Viareggio, il Palalido di Valdagno, luoghi che hanno visto  scrivere pagine gloriose di questa disciplina in Italia, ma questa serata  sembra un  sogno, sembra un destino perché il Sarzana giocherà nell’anno del 70esimo anniversario contro una leggenda dell’hockey su pista, niente di meno che lo Sporting Clube de Portugal. Ora chiedo a tutto il pubblico di essere al Vecchio Mercato per le 20,15 e per l’occasione di vestirsi di rossonero – continua Corona –  abbiamo organizzato una coreografia da brividi questo è un appuntamento con la storia e noi cercheremo di essere all’altezza sugli spalti ma anche in pista, perchè la squadra sta giocando molto bene, e i miei ragazzi devono ricordare che se crediamo in noi stessi tutto può succedere perciò basso profilo e al pezzo abbiamo una final four da conquistare e non dobbiamo lasciare nulla di intentato. Il Presidente Corona sogna Cupisti nei panni di Herb Brooks e ripete il celebre discorso del CT americano di hockey ghiaccio prima della sfida con la fortissima nazionale russa alle olimpiadi del 1980  “Una partita. Se ne giocassimo 10 loro ne vincerebbero 9, ma non questa partita. Non stasera. Stasera pattineremo con loro, stasera li affronteremo e riusciremo a batterli perché possiamo! Stasera noi siamo la più grande squadra di hockey del mondo.” “L’obiettivo della società e del main sponsor Carispezia era comunque quello di riuscire ad andare avanti il più possibile in Europa – conclude Corona – e la squadra con la partita di questa sera ha regalato qualcosa di speciale a Carispezia e a tutta la città, perché questa non è una serata di hockey come tutte le altre, l’incontro di sabato 6 Febbraio è una pagina che resterà indelebile nella storia sportiva di Sarzana perché la storia si scrive e non la si racconta. Sarà una serata di gala al Centro Polivalente  le squadre saranno accompagnate in pista dai bambini della scuola hockey rossonera, mentre le tre ragazze del settore giovanile rossonero esibiranno le bandiere delle tre nazioni, contornate da musica e giochi di luce, poi gli inni nazionali. Sarzana per una sera sarà una città sui pattini che viaggia in Europa. Fa eco al Presidente Il tecnico Alessandro Cupisti che parlando della fortissima formazione lusitana ha dichiarato: I miei ragazzi ci proveranno statene certi ma di fronte si troveranno una delle squadre più titolate d’Europa, una rosa che conta su  giocatori come Abalos, Cacau, Girau, Viana; una formazione quella portoghese che ha liquidato 36-8 nella doppia sfida, andata e ritorno, i tedeschi del Cronenberg, ma io credo nei miei ragazzi e io personalmente visto che sono andato a Roma vorrei vedere il Papa, perciò non voglio lasciare nulla di intentato e sogno la semifinale contro il Reus del mio amico Enrico Mariotti . Diamo un occhiata ai nostri avversari lo Sporting Clube de Portugal: Vediamo di conoscere meglio questa squadra portoghese. Nel suo palmares vanta 7 campionati portoghesi, l’ultimo vinto nella stagione 1987/1988, 4 coppe del Portogallo, 2 supercoppe del Portogallo, l’ultima ai danni del Benfica proprio in questa stagione. Molto interessante é anche il palmares internazionale dell’ “equipa leonina”. Lo Sporting puó vantare infatti 1 Coppa dei Campioni, 3 Coppe delle Coppe (competizione che non esiste piú ), l’ultima nella stagione 1990/1991 vinta ai danni di un Novara che aveva tra le proprie fila campioni del calibro di Amato, Bernardini e Crudeli; e 2 coppe CERS, l’ultima nella stagione passata. E bene si, il Sarzana affronterá i campioni in carica. Cerchiamo ora di analizzare la squadra lusitana, in campionato si trova al quinto posto, forse al di sotto delle aspettative di inizio stagione, con 20 punti in 12 giornate, con 53 gol fatti e 47 subiti e sopratutto con due sconfitte pesantissime nei confronti con i rivali di sempre, 9-0 contro il Benfica e 8-0 contro il Porto. Il quintetto iniziale dello Sporting Lisbona vede in porta André Girão, vincitore del campionato portoghese nella stagione 2013/2014 dove si dimostró assoluto protagonista con il Valongo, in difesa troviamo Esteban Abalos, per tutti “Tuco”, vecchia conoscenza italiana ( vinse campionato e coppa italia con il Bassano nella stagione 2008/2009) e con un passato nel Benfica, dove ha vinto anche una Champions (2012/2013), l’altro difensore é André Centeno, ex Juventude de Viana, giocatore dotato di ottime qualitá, sia fisiche che tecniche, é il terzo miglior marcatore della squadra con 9 reti. Davanti oltre a João Pinto, ex Lodi e giocatore molto fantasioso, troviamo un bomber di caratura internazionale, anche lui conoscenza italiana e con un passato nel Benfica, Luis Viana ” Zorro “, miglior marcatore della squadra con 17 reti é infallibile dal dischetto e maestro delle punizioni di prima. Non é piu un ragazzino, ma sa ancora come far male sotto porta. Non bisogna sottovalutare neanche i cambi a disposizione di Nuno Lopes, tecnico criticato e in procinto di lasciare lo Sporting almeno nella prossima stagione, possiamo trovare giocatori con esperienza internazionale come il brasiliano Claudio Filho, conosciuto da tutti come Cacau, Tiago Losna ex giocatore del Porto, Danilo Oliveira e il capitano Ricardo Figueira. Tornando alla competizione dove Sarzana e Sporting si sfideranno,(andata al Vecchio Mercato 6 febbraio, ritorno 5 Marzo al ” Pavilhão Sporting Clube Livramento”) lo Sporting ha liquidato agli ottavi con un totale di 36-8 nella doppia sfida, andata e ritorno, il Cronenberg. Il Sarzana ai sedicesimi ha vinto 3-1 in casa contro il Dusseldorf, pareggiando poi fuori casa 3-3 e passando il turno. Agli ottavi ha vinto 5-3 contro l’Uttigen in casa, per poi pareggiare di nuovo 3-3 fuori casa, passando il turno e trovando ai quarti proprio lo Sporting, e chissá che questo pareggio per 3-3, proprio come nei sedicesimi, non porti fortuna alla squadra Sarzanese. La squadra rossonera si presenta al gran completo, e in ottime condizioni. Carispezia uscita a testa alta dalla doppia trasferta di Bassano e Matera si prepara al momento più alto di storia, nonché dello sport di squadra cittadino si gioca

Sabato 6 Gennaio  alle ore  21,00 presso il Centro Polivalente di Sarzana. Arbitri Sig. Alberto Lopez (ESP) – Sig. Juan Melero (ESP) ausiliario Sig.  Matteo Righetti (IT). 

 

Più informazioni su