laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Verso Perugia | In umbria compatti e battaglieri

Più informazioni su

Antonio Piccolo – Foto Patrizio Moretti 

"Compattezza e squadra con la S maiuscola", sono ancora questi i tasti sui quali batte mister Di Carlo. Solo uno Spezia battagliero, che non perderà le distanze ed il confronto a centrocampo, potrà portare via punti pesanti dalla casa dei cioccolatini

C’è solo uno Spezia che oggi potrà uscire indenne dalla trasferta di Perugia, ed è quello da battaglia. Una squadra che metta in campo la stessa determinazione dei novanta minuti contro la Salernitana, sebbene i valori in campo degli avversari saranno differenti.
Ma se il piglio sarà lo stesso di lunedì sera, il Perugia non avrà vita semplice, in quello che somiglia tanto ad uno spareggio tra due squadre appaiate in classifiche e desiderose di non perdere altri treni importanti in ottica play-off.
Anche se in questi giorni, in casa Spezia si gioca a fare i pompieri, buttando acqua sul fuoco dei pensieri troppo positivi. Prima la salvezza a quota 50, poi vediamo…

Non c’è che dire, i sei punti conquistati nelle ultime due partite hanno rasserenato un ambiente distrutto dall’eliminazione in Coppa Italia per mano dell’Alessandria. Sei punti che devono fungere da vitamina per una crescita ulteriore, da non stoppare ancora una volta.
Il mercato ha fatto il suo dovere, andando a toccare in maniera concreta e determinante il centrocampo aquilotto, donandogli diverse alternative, più forza e maggiore imprevedibilità.
Resta quel vuoto difensivo al quale Fusco e Di Carlo oppongono da subito il discorso dei giovani di casa Spezia, nella fattispecie, Crocchianti e Antezza. Ragazzi validi, ritenuti già pronti in caso di necessità, alla stregua del Ceccaroni di un anno fa.

Mancherà ancora Catellani, per il resto l’attacco sarà al completo, con SitumCalaiò e Piccolo chiamati a fare la differenza, spingendo sull’acceleratore, forti di un centrocampo a tre che garantisce loro una mente più sgombra da compiti difensivi.
Mentre proprio a centrocampo si condensano i maggiori dubbi del mister: ridare fiducia a Vignali, il fante che tanto bene ha esordito contro la Salernitana, o rilanciare Pulzetti accanto ad Errasti e all’altro mediano?
Il maratoneta Canadjija sarà della partita dal primo minuto? E quale potrebbe essere, in questo contesto, il ruolo dell’altro neo-arrivato, Sciaudone? Senza dimenticarci il ritorno tra i convocati di Gennaro Acampora, dopo i guai muscolari.
Se le carte son quaranta, sono dunque in tanti a giocarsi un paio di maglie a centrocampo, reparto in cui il solo Errasti, ad oggi, sembra sicuro del posto.

Compattezza e Squadra con la S maiuscola“, sono ancora questi i tasti sui quali batte mister Di Carlo.
Solo uno Spezia battagliero, che non perderà le distanze ed il confronto a centrocampo, potrà portare via punti pesanti dalla casa dei cioccolatini.

Dennis Maggiani – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it

Più informazioni su