laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Calcio giovanile | Alla Tarros partite le qualificazioni al “Tataìn” e “visita” della Sampdoria

Più informazioni su

SARZANA – Cominciate le qualificazioni a quella che a Pasqua sarà la 4.a edizione del Torneo “Tataìn” della Tarros Sarzanese, oggi come oggi l’unico internazionale rimasto in provincia, denominato con quello che era il soprannome di quell’ Alberto Dalle Lucche che furoreggiò qualche decennio fa sui campetti locali.

Eccoli…
Pulcini 2005
Atletico Carrara-Colli di Luni 1-2, Canaletto Sepor-Il Borgo 0-0, Don Bosco Fossone-Canaletto 1-4, Don Bosco Spezia-Vecchio Levanto 1-1, La Foce-Santerenzina 6-0.
Pulcini 2006
Academy Massa Montignoso-Colli di Luni 0-0, Arci Pianaze-San Marco Avenza 1-0, Il Borgo-Sporting Massese 7-1, Turano-Ceparana 3-1.
Pulcini 2007
Arci Pianazze-Il Borgo 4-2 e Sporting Massese-Filvilla 0-4.

Il tutto al centro sportivo “Berghini”, dove nel frattempo si sono giocate due partite sotto gli occhi dei tecnici della Samp, a cui il Settore giovanile della Tarros è affiliato attraverso il progetto “Next Generation Sampdoria”. Il gruppo di visionatori inviati da Genova, sotto la guida del responsabile del progetto Stefano Ghisleni e del capo del “vivaio” blucerchiato Giovanni Invernizzi (centrocampista sampdoriano nella squadra scudettata nel 1991) ha assistito a un match di una selezione di nati nel 2003 e una di nati nel 2002: opposti ai pari categoria di Canaletto e Tarros. C’era pure Marco Rossinelli, spezzino in Serie A anche con la squadra di Genova, che col settore giovanile “doriano” collabora da tanti anni. Nella trentina di promettenti calciatori “novelli” visionati, fanciulli di Arci Pianazze e Ceparana, Don Bosco Spezia e Magra Azzurri e ancora Real Valdivara; dalla Toscana di Academy Massa Montignoso e Atletico Carrara, Don Bosco Fossone e Filvilla, Oratorio Nazzano e Versilia e ancora Lido di Camaiore. Un ragazzino è giunto per essere vagliato dai genovesi persino da Cascina Valdera.

Nella foto, da sinistra il responsabile del progetto “Next Generation Sampdoria” Stefano Ghisleni, il capo del Settore giovanile sampdoriano Giovanni Invernizzi e Marco Rossinelli

Più informazioni su