laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Moody’s conferma: Legge di Stabilità mette a rischio il settore dei Giochi

Più informazioni su

LA SPEZIA – Il settore dei Giochi è uno dei più floridi dell’economia italiana, un ramo della finanza capace di muovere 88 miliardi di euro e introiti per le casse dell’Erario superiori ai 10 miliardi di euro. Grasso che cola per un’economia in fase di austerity dopo un lungo periodo di recessione generato dalle speculazioni in Borsa.

L’agenzia di rating Moody’s, che insieme all’altra agenzia americana Standard & Poor’s monopolizza le ricerche finanziarie e analisi sulle attività di imprese commerciali e statali, si è occupata dello studio delle misure contenute nella legge di Stabilità 2016 avvertendo che gli operatori del segmento potrebbero essere colpiti duramente dai piani del governo italiano per riformare il settore dei giochi nel 2016. Nel rapporto pubblicato recentemente da Moody’s Investors Service si legge che “in base al disegno di legge finanziaria 2016 il governo italiano ha intenzione di rivedere la normativa per l’industria del gioco e delle scommesse sportive. Ci aspettiamo un moderato aumento delle imposte per gli operatori di macchine da gioco, che è di credito negativo. Inoltre, il rinnovo delle licenze per negozi di scommesse e i corner si traducono in elevati costi anche se non è chiaro se questi si verificheranno nel 2016 o l’anno successivo”.

Le osservazioni di Moody’s sono un ulteriore conferma dei timori che accomunano molte delle associazioni del settore dei Giochi. Nei giorni scorsi, AS.TRO ha diffuso una nota stampa sottolineando come “Operatori, associazioni di categoria, Amministrazione – A.D.M., sono accumunati da un solo obiettivo: salvare il settore da un default che un ‘imprudente’ Legislatore ha reso ‘probabile e prossimo’, decretando un innalzamento del PREU di livello tale da sottoporre la filiera a perdite solo parzialmente arginabili dal ricambio degli apparecchi”. Secondo l’Associazione le misure restrittive imposte dal governo Renzi, che a breve dovrà occuparsi anche del nodo legato ai nulla osta di esercizio (NEO), potrebbe minare alla salute di una filiera che garantisce 200mila posti di lavoro e un volume d’affari netto di 18 miliardi di euro.

L’Agenzia dei Monopoli e delle Dogane sta facendo da trade d’Union tra le parti per gestire la situazione nei migliori dei modi e adottare i propri mezzi per affrontare il carattere eccezionale della situazione, unitamente al lavoro delle associazioni che – interfacciandosi con l’AAMS – apportano il loro contributo per evidenziare le criticità operative.

I prossimi mesi saranno decisivi per comprendere quali saranno gli effetti della Legge di Stabilità sul mercato dei giochi e sulla sua gigantesca filiera. Il bando di gara per le concessioni delle nuove licenze dei punti scommesse sarà il primo passo chiave per comprendere quale sarà l’evoluzione del settore nei mesi a venire.

Link al comunicato ufficiale di AS.TRO sulla vicenda:
http://www.ilvelino.it/it/article/2016/02/10/giochi-astro-su-stabilita-2016-situazione-di-estrema-gravita-da-gestir/beb32053-5be8-4ca2-9037-29fb54d08bdc/

Più informazioni su