laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Guerri: «Su Piazza Europa decidano i cittadini»

Più informazioni su

Pronta la richiesta di Referendum Comunale

LA SPEZIA – "In questi giorni la giunta Federici sta cercando di portare in Consiglio Comunale la delibera con la quale si cerca di imporre alla città l'acquisto del parcheggio di Piazza Europa da parte della società pubblica ATC MP. Un'altra operazione che comporterà un'ingente nuova spesa imprevista sulle spalle dei cittadini. Se Federici e il Pd intendono procedere con questa decisione, allora accettino che a dare o meno il via libera siano gli spezzini attraverso una vera consultazione referendaria" Così il consigliere comunale Giulio Guerri, portavoce della lista civica "Per la Nostra Città", in una lettera ufficiale inviata al sindaco, ai capigruppo del Consiglio Comunale e ai membri della Commissione consiliare che sta esaminando la pratica.

"Non si può prescindere dal giudizio preventivo della popolazione su una scelta politica del genere, con la quale si deve stabilire se la città debba o meno indebitarsi per fare acquistare oggi, a una società partecipata del Comune, una struttura che – secondo gli accordi da cui ne è scaturita la costruzione e senza i quali la stessa opera non sarebbe mai stata neppure presa in considerazione – dovrebbe rimanere in capo ad un altro ente pubblico (la Camera di Commercio) per 35 anni e quindi tornare automaticamente di piena proprietà e disponibilità del Comune."

"Peraltro, l'idea di lasciare la parola ai cittadini – continua Guerri – non dovrebbe incontrare opposizioni da parte di una giunta che si era inventata l'iniziativa di consultarli – senza che nessuno lo avesse chiesto né manifestato il bisogno – per decidere se stralciare o no dal progetto iniziale la previsione di rifare la fontana esattamente com'era prima che la Piazza venisse smantellata. Naturalmente, il tipo di consultazione che abbiamo in mente noi è ben diverso da quello, raffazzonato, ridicolo e tutt'altro che chiaro e partecipativo, che nell'occasione la giunta volle improvvisare. Il gruppo "Per la Nostra Città" propone una consultazione referendaria vera e propria, secondo le norme stabilite dalla legge e dallo statuto comunale. A tal proposito, considerato che l'articolo 6 dell'apposito Regolamento prevede che la richiesta possa partire da almeno cento elettori del Comune, – conclude Guerri – posso assicurare che da verifiche fatte in questi giorni, parlando della pratica con molti cittadini, abbiamo già i numeri per formalizzare tale domanda."

Più informazioni su