laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Top & Flop di Spezia – Lanciano | Acampora e il primo gol al Picco, ma che bravo Terzi

Più informazioni su

Il gol di Gennaro Acampora – Foto Patrizio Moretti 

Il centrocampista spezzino entra nel finale e chiude la gara con un'azione personale bellissima. Protagonista anche Claudio Terzi con un paio di chiusure decisive che riscattano uno svarione nel primo tempo

LA SPEZIA – Con il sesto risultato utile consecutivo e la quarta vittoria del 2016, lo Spezia liquida il Lanciano: un secco 2-0 che porta gli aquilotti a quota 40 punti in classifica e permette agli uomini di Di Carlo di portarsi al settimo posto nella grigliaplay-off.
Il match del “Picco” inizia con un lampo degli ospiti: al secondo minuto di gioco Terzi commette un’ingenuità e Ferrari ne approfitta, ma è bravo Chichizola a togliere la palla dai piedi del numero 14 del Lanciano.
I padroni di casa rispondono dopo cinque minuti con il gol di Nenè, che, servito dall’ottimo cross di Migliore, batte Cragno con un preciso colpo di testa. Sul finale di frazione i padroni di casa sfiorano il raddoppio, questa volta su azione da calcio d’angolo, con l’imprendibile Nenè che colpisce la traversa grazie ad un perentorio colpo di testa.
La ripresa inizia con lo stesso canovaccio tattico del primo tempo e lo Spezia si proietta in avanti sulla corsia di sinistra con Situm, ma il piatto destro dell’esterno croato colpisce la base del palo.
C’è anche il Lanciano in campo e al 62′ tocca a Chichizola salvare la porta aquilotta sul velenoso tiro a botta sicura di Di Francesco.
Passano dieci minuti ed è lo Spezia ad avere l’ennesima occasione per il raddoppio: Vignali serve Nenè al centro dell’area, ma la girata del brasiliano termina oltre la traversa.
All’82’ è il Lanciano ad avere la clamorosa occasione per il pareggio: Marilungo approfitta dell’incertezza di Postigo, salta Chichizola, ma viene arginato dalla sua provvidenziale chiusura di Terzi.
Ma lo Spezia reagisce e con il neo entrato Acampora chiude la partita all’86’, grazie all’ottima azione personale del giovane centrocampista napoletano che batte Cragno con un potente colpo di esterno.

Dopo questa partita, ecco i nostri TOP E FLOP.

TOP SPEZIA: ACAMPORA – Arriva il primo gol tra i professionisti per il giovane centrocampista campano, che entra e chiude la partita con un gol davvero incredibile.
Bastano cinque minuti al giovane mediano bianco per mettere il sigillo sul match odierno: la sua azione personale, mette in ghiaccio il risultato e permette allo Spezia di raggiungere il sesto risultato utile consecutivo. Dopo una serie di buone prestazioni, arriva una rete importante per Acampora, che mette il definitivo sigillo sulla gara odierna.

TOP SPEZIA: TERZI – Un’altra prestazione degna di nota per il centrale aquilotto. Nel secondo tempo, davvero impressionante il recupero con il quale sbarra la strada a Marilungo prossimo ad appoggiare in rete a porta sguarnita: il classico intervento che vale come o addirittura più di un gol. Per il resto, solita gara attenta e di personalità, guida senza problemi il reparto difensivo.

TOP VIRTUS LANCIANO: DI FRANCESCO – Il giovane figlio d’arte si conferma un giocatore di sicuro avvenire. L’erede dell’attuale allenatore del Sassuolo, gioca una partita volitiva, cercando, grazie alla propria velocità, di mettere in difficoltà la retroguardia aquilotta: apprezzabili un paio d’accelerazioni che lasciano sul posto il diretto marcatore. A metà seconda frazione, ha l’opportunità di pareggiare i conti, ma si fa ipnotizzare da Chichizola, non angolando il rasoterra

FLOP VIRTUS LANCIANO: AQUILANTI – Il terzino destro del Lanciano non fornisce certamente la sua miglior prestazione: costretto ad arginare sulla sua corsia l’enfasi di Migliore e Situm, deve spesso desistere concedendo spazio alle loro sortite offensive. Di fatto tutte le azioni più pericolose della squadra di De Carlo nascono da quella porzione di campo.

Giulia Lorenzini – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it

Più informazioni su