laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

“Bilancio partecipato”, il percorso del Comune è iniziato dagli studenti del liceo

Più informazioni su

LEVANTO – Ha preso il via ufficialmente sabato 20 febbraio, con un incontro con le classi quarta e quinta della sezione distaccata del liceo scientifico “Pacinotti”, il percorso pubblico del “Bilancio partecipato” del Comune.
Il progetto, varato per la prima volta nell’ente del paese rivierasco dall’amministrazione guidata dal sindaco Ilario Agata, è curato dall’assessore Olivia Canzio, che sta organizzando un ciclo di incontri con i cittadini al fine di illustrare l’iniziativa e discutere direttamente con la gente la destinazione di parte delle risorse di cui il Comune dispone.
E sono stati gli stessi Agata e Canzio, sabato, a recarsi al Pacinotti per illustrare agli studenti i dettagli del progetto, per rispondere ai numerosi quesiti formulati e a consegnare ai giovani un questionario contenente gli argomenti tra i quali esprimere le priorità di intervento e suggerirne di nuove.

“Il Bilancio partecipato – spiega la titolare della delega – rappresenta una parte importante di quel complesso di procedimenti e atti amministrativi che puntano a rendere l’ente pubblico totalmente trasparente nelle sue azioni e a coinvolgere i cittadini nella gestione delle risorse pubbliche. Negli incontri illustreremo ai nostri interlocutori come l’amministrazione intende destinare le risorse che non sono vincolate a capitoli di spesa che richiedono una copertura stabilita per legge e inviteremo la gente, anche attraverso la distribuzione di questionari, a proporre interventi relativi ad opere e servizi di cui possa beneficiare l’intera comunità levantese”.

L’esordio con i liceali si è rivelato un successo. “Abbiamo riscontrato un sincero interesse degli studenti per il progetto – racconta Canzio – Moltissimi ci hanno chiesto approfondimenti su aspetti amministrativi e argomenti che non conoscevano. Poi hanno iniziato a lavorare in gruppo sul questionario, che ci verrà consegnato compilato con suggerimenti e proposte nei prossimi giorni. Noi abbiamo spiegato che assembleremo le loro indicazioni con quelle che emergeranno dagli incontri pubblici con i cittadini che stiamo per intraprendere; poi faremo una sintesi che sfoci in una progettualità il più possibile condivisa e naturalmente compatibile con il quadro normativo relativo all’ente e con le risorse disponibili; infine riconvocheremo studenti e popolazione per illustrare le linee di intervento che avremo individuato sulla base dei risultati scaturiti dall’intero processo partecipativo”.

Più informazioni su