laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Incontro in Confartigianato sui problemi contrattuali e legali nell’autotrasporto

Più informazioni su

Eliminazione costi minimi, contestazione di contenitori inidonei e reti di impresa

LA SPEZIA – Confartigianato Trasporti ha organizzato presso la sede provinciale di via Fontevivo, 19 alla Spezia una tavola rotonda sui problemi legali e contrattuali nell'autotrasporto. Dopo l’introduzione del responsabile sindacale di Confartigianato, Nicola Carozza si è avviato il dibattito tra alcuni rappresentanti del settore e l’Avv. Michele Borlasca, Senior Partner Studio Legale Zunarelli e Associati. Scopo dell'incontro pratico era l'approfondimento dei contratti e delle clausole applicate sul nostro territorio ed un ragionamento sulle possibili misure difensive di fronte al mancato pagamento dei corrispettivi. Presenti i rappresentanti del settore container che lavorano in porto, i consorzi che operano nella logistica dei comparti industriali spezzini, i padroncini che trasportano alimenti e le aziende che operano nel campo dei trasporti di farmaci. La riflessione dell'Avv. Borlasca è partita dalla riforma dell’art. 83 bis della Legge 133/2008 e successive modifiche e della libertà contrattuale delle parti nel decidere il prezzo del trasporto, che deve però tener conto dei principi di adeguatezza in materia di sicurezza stradale e sociale. Il Vice presidente di Confartigianato Trasporti, Silvano Gentili  ha lamentato che nonostante il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti aggiorni mensilmente i costi indicativi chilometrici, la committenza applichi direttamente questi valori come come compenso, anziché considerare che il costo indicato dal ministero e solo una parte dei costi dell'impresa e che il prezzo corrisposto agli autotrasportatori dovrebbe essere superiore. Il presidente di Confartigianato Trasporti, Vincenzo Burroni ha fatto emergere il tema della responsabilità solidale retributiva, contributiva dei committenti, e nel caso di contratti verbali anche fiscale e per le violazioni al Codice della Strada, qualora si avvalgano di vettori e sub-vettori non in regola con i versamenti contributivi. Tra gli argomenti approfonditi dall'Avv. Borlasca quello del nolo e del suo mancato pagamento da parte della committenza e/o del primo vettore; contratti di subtrasporto; delle misure difensive che il vettore può opporre di fronte al mancato pagamento dei corrispettivi sia da un punto di vista giudiziale sia da un punto di vista contrattuale. E' stato affrontato anche il caso dei contenitori sporchi o difettati e dei viaggi che spesso non vengono pagati dai committenti. Si è chiarito che gli autisti non debbano effettuare a terra la verifica preliminare dello stato del container in consegna presso il Terminal e che, qualora non sia cambiato il contenitore ritenuto non idoneo o difettato, l'autista deve scriverlo sull'interchange e farsi fare una fotocopia. Confartigianato Trasporti chiederà all'Autorità portuale di convocare un incontro con i terminalisti per ristabilire regole minime su questo tema, l'autista non deve scendere dal camion e non deve verificare lo stato del contenitore. Infine si è discusso delle opportunità che anche nel trasporto e nella logistica si stanno avviando con i contratti di rete, un contratto con il quale le imprese si impegnano a realizzare insieme uno scopo comune, un progetto di consolidamento o crescita che riguardi l'acquisizione del cliente, il rapporto con la committenza, gli acquisti, la logistica, l'internazionalizzazione, l'accesso al credito, l'utilizzo di servizi comuni, etc. Ciascuna impresa aderente alla rete, può mantenere la propria autonomia, collabora stabilmente e flessibilmente con altre imprese sulle attività concordate nel contratto di rete. Nei trasporti è possibile costituire reti orizzontali, cioè tra aziende dello stesso comparto o verticali, cioè tra committenti e padroncini. Il contratto di rete può aiutare le imprese a cristallizzare i rapporti esistenti, fidelizzare la committenza, offrire servizi aggiuntivi, far crescere la qualità del servizio, ecc.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l'Ufficio provinciale di Confartigianato Trasporti, via Fontevivo, 19 – La Spezia tel. 0187.286652

Più informazioni su