laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Trasporto Pubblico. Frijia: bus con pedane per disabili fuori uso

Più informazioni su

Maria Grazia Frijia, Fratelli d’Italia, presenta interrogazione urgente: “episodio di grave inciviltà, nel 2016 l’accesso ai disabili sugli autobus deve essere garantito”

LA SPEZIA – Pedane sui bus fuori uso, ad intervenire è anche il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Maria Grazia Frijia che annuncia la presentazione di un’interrogazione urgente in Comune: “ prendo atto delle dichiarazione del Dottor Goretta, ma credo che in casi come questi si debba prevenire, perché curare, dopo, lascia sempre un sapore amaro in bocca. L’attenzione, la sensibilità e la cura verso le fasce deboli della nostra popolazione a partire dalle persone disabili dovrebbe essere alla base della buona gestione del servizio pubblico, cosa che evidentemente manca nella nostra azienda di trasporto pubblico, e chiaramente non mi riferisco al personale che come nel caso dell’autista del bus protagonista dell’episodio recente ha fatto il possibile per aiutare la persona che voleva salire. Garantire l’accesso a tutte le persone sui messi adibiti a servizio di trasporto pubblico, nel 2016, dovrebbe essere un fatto assodato e non può essere una giustificazione accettabile la scusa che le pedane vengono poco utilizzate e quindi poco manutenute. Stiamo parlando di un servizio universale che deve essere assicurato a tutti gli utenti: va da sé che se avvengono episodi di questa portata le persone che hanno problemi di deambulazione eviteranno, dove possono, di usare il mezzo pubblico e questo è un fatto molto grave considerando che parrebbe che il grave episodio dell’altro giorno non sia stato un caso sporadico”.

“A questo punto sarebbe il caso di fare uno screening approfondito su questo tipo di servizio a favore delle persone disabili, quindi oltre l’interrogazione sto valutando di aprire un percorso di commissione che deve toccare anche le altre segnalazioni legate agli abbonamenti ed ai costi del servizio soprattutto a carico delle fasce deboli della nostra popolazione”, conclude Frijia.

Più informazioni su