laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Sequestrati sedici lacci di acciaio per la cattura di cinghiali

Più informazioni su

LA SPEZIA – Nell’ambito dell’attività di antibracconaggio, personale del Comando stazione CFS della Spezia ha proceduto al sequestro di sedici lacci di acciaio che erano stati collocati per la cattura illegale di cinghiali in un bosco in località Costa di Murlo della Spezia, in prossimità di alcune abitazioni.

Al fine di attrarre e catturare gli animali, i bracconieri avevano provveduto a pasturare la zona con pane ed altri alimenti idonei ad attirare l’attenzione dei cinghiali.

In corrispondenza di ogni laccio erano stati inoltre legati, ad altezza adeguata, brandelli di stoffa e di plastica colorati, così che la cattura degli animali potesse essere immediatamente rilevata anche a distanza, presumibilmente da abitazioni poste nelle immediate vicinanze.

In ordine al foraggiamento di cinghiali, si segnala che tale pratica (tranne specifica e preventiva autorizzazione) è divenuta sanzionabile penalmente per effetto dell’entrata in vigore dell’art. 7 del collegato ambientale alla legge di stabilità 2016, legge n. 221/2015, recante “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali”. Tale articolo, inoltre, sanziona penalmente anche l’immissione di cinghiali in tutto il territorio nazionale ad eccezione di quelli immessi in aziende faunistico-venatorie e in aziende agri-turistico-venatorie. Per effetto della medesima norma, l’allevamento di cinghiali, che già ora deve essere preventivamente autorizzato dalla Regione, sarà vietato in tutte le aree, che dovranno essere individuate dalla Regione mediante aggiornamento del piano faunistico-venatorio, “nelle quali, in relazione alla presenza o alla contiguità con aree naturali protette o con zone caratterizzate dalla localizzazione di produzioni agricole particolarmente vulnerabili è fatto divieto di allevare e immettere la specie cinghiale”.

Il personale intervenuto ha provveduto a segnalare quanto sopra all’autorità giudiziaria. Proseguono le indagini per l’individuazione dei responsabili.

Più informazioni su