laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Mister Di Carlo: “Chi ha fatto meglio in settimana giocherà, voglio la mentalità vincente”

Più informazioni su

Finalmente si è creato il giusto equilibrio che magari mancava all'inizio, infatti ora tutti stanno bene e sono pronti ad entrare in campo al meglio. Affrontiamo questo trittico con la nostra mentalità vincente

LA SPEZIA – Lo Spezia si prepara ad affrontare la trasferta di Terni con l’obiettivo di continuare la striscia di risultati positivi che va avanti dalla prima giornata del girone di ritorno contro il Bari. I ragazzi di mister Di Carlo hanno subito una sola rete nelle ultime sei gare, migliorando così nettamente il rendimento difensivo rispetto all’inizio del campionato.

Al “Liberati“, i bianchi affronteranno una Ternana in salute, che viene da due vittorie consecutive contro Salernitana e Novara. Il tecnico degli aquilotti ha parlato prima di questa importante trasferta, nella consueta conferenza stampa pre gara presso la sala polifunzionale del C.S. “Bruno Ferdeghini“.

Com’è andata la settimana e quali sono le condizioni fisiche della squadra?E’ stata una settimana un po’ particolare perché si sono fermati molti giocatori per influenza e mali di stagione: proprio oggi Calaiò è stato colpito da influenza e non sarà convocato per la gara di domani. Continuano ad essere indisponibili Martic, Kvrzic, Okereke e Crocchianti“.

Cosa pensa dell’avversario di domani? “Innanzitutto faccio i complimenti a Breda, lo conosco e lo apprezzo molto: è riuscito a creare una Ternana molto concreta e veloce, con una struttura di gioco che può mettere in difficoltà chiunque. Noi dobbiamo mantenere nostra mentalità e sono sicuro che questo farà la differenza: dobbiamo giocare un calcio collettivo e sono certo che riusciremo a fare il meglio, anche se sono convinto che le giocate dei singoli saranno fondamentali per sbloccare il match“.

Viste le tre gare ravvicinate, domani che squadra schiererà? “Domani giocano tutti quelli che in settimana hanno reso e hanno fatto meglio: il gruppo sta bene e ci sarà spazio per tutti. Finalmente si è creato il giusto equilibrio che magari mancava all’inizio, infatti ora tutti stanno bene e sono pronti ad entrare in campo al meglio. Affrontiamo questo trittico con la nostra mentalità vincente, in cui ognuno mette la propria qualità a servizio della squadra“.

Come valuta il ruolo di Catellani in questo momento in cui ha avuto poco spazio? “Catellani non sta dietro a nessuno: da quando sono arrivato ha giocato sempre nello schieramento con due punte, poi ha avuto l’infortunio e solo ora si sta rimettendo al pari degli altri. Ma Andrea è un giocatore che non ha nulla da dimostrare e sono io conosco il suo valore: deve stare tranquillo e avere fiducia nel mister e nella società. Al di là dei singoli, io continuo a dire che l’importanza maggiore oggi ce l’ha il gruppo ed è solo con questa mentalità che si possono ottenete grandi risultati“.
Ogni partita è importante” – ha proseguito Di Carlo – “Ora per me è fondamentale la partita con la Ternana. Alla fine di ogni partita mi piacerebbe poter rispondere alla domanda, “Chi ha giocato bene oggi?: Tutta la squadra”. Ecco, questa sarebbe la cosa più bella da dire a mio parere, poiché il collettivo è fondamentale“.

Un solo gol subito nelle ultime sei gare, quanto è importante questo aspetto per la squadra e per il portiere? “Difendere avanzando: questo è il mio credo, quello che ho cercato di trasmettere quando sono arrivato qui. Piano piano ci sto riuscendo e ora anche Chichizola trasmette la fiducia e la sicurezza al resto della squadra. Tutti ci affrontano con timore perché conoscono le nostre qualità, quindi siamo sempre noi a dover fare la partita: il nostro portiere è fondamentale e deve continuare a fare quelle tre-quattro parate a partite per salvare il risultato, come ha fatto la scorsa giornata“.

Come affronta questo momento positivo? Caricando la squadra o smorzando gli entusiasmi? “Dipende dall’atteggiamento dei ragazzi in allenamento, se è giusto io cavalco il momento, altrimenti cambio metodo: io sono uno che sul campo non transige“.
Le statistiche le lascio agli altri” – ha continuato il mister aquilotto – “Noi guardiamo in casa nostra: io sto continuano a lavorare e pian piano i risultati arrivano. Ma la strada è ancora in salita e lunga, bisogna stare concentrati su ogni partita“.

Domani la squadra dovrà fare attenzione a Falletti, giocatore importante per la Ternana: “Si, lui gioca molto tra le linee, dietro alle punte. Si muove molto, quindi Errasti non lo potrà marcare a uomo, ma abbiamo studiato tutte le situazioni di gioco e abbiamo lavorato molto su questo aspetto, focalizzando due o tre punti fondamentali. Poi il calcio è fatto di velocità, quindi ci si può aspettare di tutto: se non leggeremo bene i tempi e le situazioni, i nostri avversari ci potranno mettere in difficoltà. Ma io sono convinto che in questo momento la squadra si debba preoccupare limitatamente della Ternana, ma concentrarsi al massimo su se stessa e fare il meglio“.

Giulia Lorenzini – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it

Più informazioni su