laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Fermati dalla Polizia di Stato i ladri delle slot machine: nei guai spezzino e romeno

Più informazioni su

LA SPEZIA – Due giovani sono stati denunciati dalla Polizia di Stato per avere svuotato una slot machine da un bar di Fossitermi. e portandosi via duecento euro in monetine. E' stato il titolare del bar Bellini, in via Palestrina, a dare l'allarme quando ha notato a mezzogiorno di domenica due giovani intenti a maneggiare intorno a una delle macchinette.  A destare sospetti è stato l'allarme partito dalla slot. I due giovani, vistisi scoperti, lui un rumeno di 27 anni residente a Santo Stefano, l'altro uno spezzino di 24, sono fuggiti a bordo di una Ford Focus, mentre il barista telefonava al 113. Questi, insieme agli agenti della Volante, notava che i due ladri avevano rubato le monete utilizzando un congegno elettronico o meccanico in quanto la macchinetta aveva attirato in automatico un sistema sonoro. I poliziotti hanno accertato, grazie alla testimonianza del barista, che il rumeno era intento a rubare le monete, l'altro fungeva da palo. Durante la fuga, il barista riusciva ad annotare i numeri della targa ma la Focus veniva notata, nei pressi della chiesa del Don Bosco, da un amico del barista che veniva contattato. In questo modo la Volante intercettava la Ford con i tre giovani che discutevano: oltre ai due noti anche un minorenne incensurato. 

Perquisiti, lo spezzino occultava un Ipad rubato nella nicchia di un palazzo: quando gli agenti gli hanno chiesto la provenienza dell'Ipad  il giovane ha fornito una dichiarazione mendace, ovvero di averlo trovato nei pressi.  Le indagini hanno permesso invece di appurare che l'apparecchio era stato rubato dall'auto di uno spezzino in via Lunigiana nei pressi del Tanca. Il proprietario è stato subito contattato: lui stesso aveva denunciato il furto.  Condotti in Questura, lo spezzino profferiva frasi offensive ai poliziotti: pertanto veniva indagato non solo per furto aggravato ma anche per ricettazione e oltraggio a pubblico ufficiale. Il complice romeno dovrà rispondere solo di furto aggravato in concorso. Il minorenne è stato affidato al fratello maggiorenne. Durante la perquisizione della Ford Fiesta, è stato recuperato e sequestrato un filo di ferro ricurvo utilizzato per il rilascio fraudolento delle  monete dalla slot machine. Il barista ha riconosciuto infine i due giovani quali autori del furto per un ammanco di duecento euro.

Claudia Verzani

Più informazioni su