laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

I lavoratori bussano: IREN non risponde

Più informazioni su

GENOVA – La vertenza IREN che ha visto la presenza in Piazza dei lavoratori il 15 febbraio e nuovamente con uno sciopero Nazionale il 29 febbraio, ha i contorni di una rappresentazione nella quale gli attori sono L’Azienda e il Comune gli spettatori “paganti” loro malgrado, i lavoratori e i cittadini genovesi , il palcoscenico la Città e la sua sicurezza.

Da tempo le OOSS hanno chiesto al Sindaco e alla politica genovese di intervenire in qualità di Socio nel monitoraggio della distribuzione dei poteri che si stavano determinando all’interno della Multiutility, avendo già allora sentore che Genova avrebbe perso potere nei confronti degli altri territori interessati. Oggi è ciò che sta accadendo con la nuova IRETI che consegna di fatto agli altri territori la governance del Gruppo, il potere di decidere linee guida , investimenti e Relazioni.
Nel frattempo apprendiamo dai Giornali l’ipotesi di entrata di Amiu in IREN che potrebbe portare una nuova riorganizzazione che , se i rapporti sindacali restano inesistenti le conseguenze le possiamo facilmente immaginare e il rischio per tutti sarà di grande portata.

La UILTEC, ritiene quindi necessario continuare a denunciare e contrastare con forza il silenzio dell’Azienda e la fievole voce della Politica a fronte del grave decadimento delle relazioni sindacali e al mancato rispetto degli accordi sottoscritti che hanno portato alla politica del risparmio con ormai inadeguati livelli occupazionali con i quali non si può più rispondere alle esigenze dei cittadini, non solo nelle emergenze ma soprattutto nella quotidianità.

Elisabetta Colli della Segreteria Regionale Uiltec Liguria

Più informazioni su