laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

La Fiera di San Giuseppe 2016 torna ai tre giorni. Obiettivo 300mila presenze

Più informazioni su

Musica, marineria, commercio cittadino oltre ai tradizionali banchi. di Marco Ursano

LA SPEZIA – “Sarà una Fiera pensata per rafforzare la vocazione turistica della città”. E’ questa la filosofia di fondo, secondo l’assessore al commercio Corrado Mori, della edizione 2016 della tradizionale Fiera di San Giuseppe, l’appuntamento più amato dagli spezzini, anche da quelli che dicono di odiarla, ma che un salto tra i banchi fanno sempre. L’evento, che torna alla formula dei tre giorni, venerdì 18, sabato 19 e domenica 20 marzo, è stato presentato questa mattina durante una affollata conferenza stampa al Centro Allende. Oltre allo stesso Mori, al tavolo erano seduti gli altri attori istituzionali che concorreranno in quota parte alla realizzazione della Fiera: Giampaolo Blasi, Comandante Marittimo Nord, Francesca Angelicchio, assessore al turismo e alla promozione della città, Roberto Pali, Direttore Museo Tecnico Navale e Massimo Gianello, Presidente del Comitato delle Borgate del Palio del Golfo. In platea presenti numerosi rappresentanti delle associazioni di categoria e commercianti del centro cittadino.
“Una vera e propria occasione di rilancio della città- ha puntualizzato Mori- quest’anno abbiamo fatto più pubblicità e in tutte le regioni del Nord; l’anno scorso abbiamo toccato le 200mila presenze, per questa edizione puntiamo alle 300mila. Oltre ai tradizionali banchi, quasi 600 da tutta Italia, i negozianti del centro storico parteciperanno esponendo le loro merci su banchetti allestiti appositamente: sarà il più grande outlet a cielo aperto.” Stessa lunghezza d’onda per la Angelicchio: “l’intenzione del Comune è valorizzare le tradizioni come San Giuseppe con un respiro più ampio; vogliamo portare la fiera fuori dai confini della città.”

Particolarmente importante il contributo della Marina Militare. Per il Comandante Blasi la Marina “rafforza questo sodalizio e questa vicinanza alla città; partecipiamo con una delle barche più belle, Il Corsaro II, visitabile al Molo Italia, e con le barche da regata per ragazzi. “ Il Direttore del Museo Navale Roberto Pali, ha anticipato che saranno a disposizione del pubblico cimeli subacquei unici al mondo, un laboratorio didattico per i bambini ed una mostra tematica sulla prima guerra mondiale. Come ogni anno, sarà rinnovato l’appuntamento con il Palio di San Giuseppe alla Morin. Sabato 19 l’evento clou con il ricco programma di spettacoli della Notte Bianca.

Marco Ursano


I numeri della Fiera
Si terrà nei giorni di venerdì 18, sabato 19 e domenica 20 marzo dalle 8 alle 20. In occasione della Notte Bianca di sabato resterà aperta fino alle 21.30. I 588 banchi si snoderanno in un percorso di quasi 4 km per una superficie di circa 15mila metri quadri e saranno collocate nel perimetro compreso tra via Persio (inclusa via Chiodo), piazza Bayreuth, Passeggiata Morin. Saranno interessate via Don Minzoni, via Manzoni, Viale Mazzini, Viale Diaz, via Cadorna, via Micca, via Tommaseo, via D’Azeglio, via Chiodo, Via Persio, Piazza Verdi, Piazza Bayreuth. Sono 21 gli operatori provenienti dal territorio comunale, 24 quelli provenienti dalla provincia e   543 gli operatori da fuori-provincia. 57 i banchi di porchetta, panini o formaggi e salumi; 65 quelli di dolciumi, frutta esotica e simili (di cui 25 della zona tipica di Lamporecchio); 158 i banchi di abbigliamento; 9 quelli alimentari dalle zone tipiche d'Italia ( Sardegna, Romagna ); 9 frutta esotica;   52 casalinghi e articoli dimostrativi; 5 i rivenditori di ceramiche provenienti da zone tipiche di questa lavorazione; 5 i banchi che vendono animali ;  3 rivenditori ferro battuto.  Sono pervenute circa 40 richieste da parte di Enti morali ed Assistenziali al fine di pubblicizzare la propria attività e raccogliere fondi.

La Notte Bianca. Programma
Sabato 19 marzo, giorno di San Giuseppe, si terrà l’ormai tradizionale Notte Bianca con musica e spettacoli in tutte le piazze del centro e i musei aperti con visite e iniziative organizzate per l’occasione.

PIAZZA RAMIRO GINOCCHIO, PIAZZA BEVERINI e PIAZZA SANT’AGOSTINO – SAMBA POP dalle 19 alle 22. Ensemble giovanile di percussioni afro brasiliane. Il progetto Samba Pop nasce con l’obiettivo di creare una band giovanile di musica da strada e la promozione della cultura musicale tra i giovanissimi. Per la Notte Bianca i piccoli musicisti si muoveranno tra le tre piazze del Centro portando il proprio spettacolo ricco di ritmo.

PIAZZA CAVOUR – LA SPEZIA BACHATA dalle 21: DJ ROBERTO CUBA LIBRE, DJ ANDREA BINI, ANIMATORE NICK VERSILIA, ZUMBA PERFORMANCE AMBRA DAGNINO.La serata nasce grazie alla collaborazione con Mama Caribe, Arcimboldo Latin Dance, L2DC, e Rosa Nera. Continua la proposta del ballo sotto le stelle. In questa occasione la scena sarà presa dai balli che mettono il sorriso sin dalla prima nota musicale: il latino americano. La musica inizierà alle 21 con i migliori dj di spicco nella provincia e non solo legati al latino americano. Insieme a loro ci sarà l’animazione con l’energia e lo spirito di divertimento che questa musica richiede. Le scuole di ballo coinvolte terranno una lezione aperta a tutti e saranno presenti i maestri insieme ad alcuni tra i più noti locali della provincia e non solo, pronti a fare festa a ritmo di musica. Sono previste, inoltre, brevi esibizioni di alcune scuole di ballo, che coinvolgeranno tutti i presenti. Una serata per chi vorrà ballare e divertirsi in compagnia sulle note dei più grandi successi latino americani e revival.

PIAZZA MENTANA – HYDRA dalle 21.30 Rock band dalle chiare sonorità anni Settanta è composta da Luca Beghi (voce), Riccardo Bruni (organo Hammond e voce), Simone Elia (chitarra e voce), Franco Ratti (basso) e Claudio Manganelli (batteria). Il repertorio ripercorre la storia del rock, spaziando dalle hit dei Led Zeppelin, a quelle dei Deep Purple, The Who, Huriah Heep, The Free, Rod Stewart e Steppenwolf, oltre a tante altre icone del rock.

PIAZZA GARIBALDI – DJ NICK SPINATELLI, DJ XANDER ACE, voice DAVIDE B. dalle 21.30 Tre giovani e affermate realtà dell’intrattenimento musicale spezzino si esibiranno, proponendo un programma a 360° che partirà dagli anni Ottanta e approderà ai giorni nostri. I due dj si muoveranno tra hit radiofoniche del panorama italiano e della dance.

PIAZZA DEL BASTIONE – SARAH’S CHOISE dalle 22. Sarah Galati è una giovane cantautrice spezzina che ha partecipato alla finale internazionale del Cantagiro Toscano insieme al suo gruppo "Sarah's choice", composto da Gianluca Cefaliello (chitarra), Leonardo Maniscalco (batteria), Simone Foschi (basso) e Emiliano Bagnato (chitarra e sint). Un suo brano è stato scelto per far parte della compilation del "Cantagiro Toscano 2016". La redazione del noto concorso canoro ha scelto Sarah Galati per presentare il Cantagiro Toscano e la sua compilation 2016 nella città di Sanremo durante la settimana del Festival Saremo 2016.

MAPPO. E’ un giovane promettente polistrumentista spezzino, che si è aggiudicato il Premio Lunezia 2015 -sezione giovani. Si chiama Manuel Picciolo, in arte Mappo, ha 26 anni e inizia il suo progetto come cantautore solista. Nel frattempo matura esperienza come strumentista in vari gruppi, tra i quali gli April Fool’s Day (con i quali apre i concerti di Gloria Gaynor e della Original Blues Brothers Band, 2010 e 2011) e i Visibì (partecipando alla registrazione del loro secondo disco “Giro di Danza” nel 2014). Ma la carriera solista continua e il 25 Luglio 2015 arriva il primo vero grande riconoscimento: primo classificato alla sezione Nuove Proposte del Premio Lunezia 2015. Si esibisce con la sua band, attualmente composta da Alice Buratta (basso e voce) e Marcello Marinaro (batteria) e Nicolò Ciuffi (piano).

MUSEI IN FESTA. Apertura straordinaria serale dei musei cittadini (escluso il Castello di San Giorgio) con biglietto omaggio. ore: 21-24. Museo Civico "Amedeo Lia" ore 21, 30 visita guidata: La pittura è una poesia che si vede e non si sente. I dipinti rinascimentali della Collezione. Museo del Sigillo ore 22: Il buono, il brutto e il cattivo. I simboli millenari che ancora di condizionano. Incontro laboratoriale seguito da visita guidata al Museo del Sigillo. Palazzina delle arti ore 21: visita guidata alla mostra Carlo Montarsolo Aria, acqua, terra e fuoco. CAMeC  dalle 18  alle 21 COCKTAIL D'ARTISTA.13 artisti x 13 cocktail x 26 brani musicali Un aperitivo con gli artisti di #Community, la mostra in corso al Piano Zero del Centro: Cristina Balsotti, Carolina Barbieri, Simone Conti, Lorenzo Devoti, Sabina Feroci, Lorena Huertas, Stefano Lanzardo, Roberta Montaruli, Enrica Pizzicori, Francesco Ricci, Francesco Siani, Stefano Siani, Zino. Costo: 5 euro a cocktail. Dalle 21 alle 24 visite gratuite alle mostre in programmazione: #Community (Piano Zero); Dal disegno al segno (piano primo); Giulio Turcato dalla forma poetica alla pittura di superficie (secondo piano) in collaborazione con YAB, Carrara. Museo Etnografico ore 21 visita guidata gratuita alla Collezione di Etnografia Lunigianese. Museo Diocesano ore 17 Tutto Schumann (ingresso a pagamento 7 euro e per i soci Società dei Concerti 5.euro) Organizzato dalla Società dei Concerti

Le altre iniziative

NEGOZI IN FIERA – LO SBARAZZO. E’ un'iniziativa che le associazioni di categoria, i CIV e il Comitato Spezia Vivi il Centro organizzano in occasione di San Giuseppe.  Il Centro Storico si arricchisce di suoni, colori e profumi che faranno da splendida cornice ad una delle più antiche fiere d'Italia, la Fiera di San Giuseppe. Quest'anno un'assoluta novità coinvolgerà tutte le attività del centro che si divertiranno ad allestire dei piccoli spazi originali all'esterno dei propri negozi per esporre i propri prodotti.

PALIO DEL GOLFO – XIV EDIZIONE DEL TROFEO DI SAN GIUSEPPE
Torna domenica 20 marzo a Passeggiata Morin il Trofeo di San Giuseppe, giunto quest’anno alla XIV edizione. Il trofeo è ormai un appuntamento irrinunciabile per il popolo del Palio che in questo modo vuole rendere omaggio alla città della Spezia e al suo Golfo. La manifestazione sportiva segna, inoltre, l’inizio della nuova stagione agonistica, una prima importante sfida tra gli armi e la prima occasione per testare equipaggi e avversari. Grazie alla preziosa collaborazione con Lega Canottaggio Uisp, le gare inizieranno alla Morin alle 10.30 con otto equipaggi femminili in acqua. A seguire, alle 11.15, si disputerà la gara junior che vedrà alle sagole undici formazioni. Chiude la mattinata, alle ore 12, la disfida delle 13 barche senior.


LA NAVE SCUOLA CORSARO II. A Molo Italia, nei giorni della Fiera, sarà presente l’unità a vela della Marina Militare Italiana, nave scuola Corsaro II. La Corsaro II sarà visitabile e svolgerà attività dimostrative e laboratori di arte marinaresca per bambini, studenti e associazioni, oltre a uscite dimostrative nello specchio acqueo antistante la Passeggiata Morin. Insieme al Corsaro II, altre due unità a vela della Marina Militare, due J24 della Sezione Velica della Spezia. Accanto alle unità della Marina, sarà presente anche un’altra imbarcazione, la Sayonara di Renato Consolaro e Maura De Vercelli della società spezzina ECYB S.r.l. che lavora con i ragazzi dell’Istituto Nautico e con associazioni e comunità di bambini in situazioni di disagio.


 

LA SUBACQUEA AL MUSEO TECNICO NAVALE. In occasione della festa patronale verrà inaugurata un’area del Museo dedicata alla subacquea, in particolare al tema degli alti fondali. L’esposizione prevede alcuni cimeli e attrezzature prevalentemente costruiti da Galeazzi La Spezia. Nell’ambito programma alternanza scuola- lavoro, saranno allestiti tavoli didattici, per far giocare- imparando bambini e visitatori con la telegrafia marconiana. Nella stessa sala sarà presente una piccola mostra tematica sulla “Grande Guerra illustrata dalla Domenica del Corriere”. Nella tre giorni si terrà un’esibizione della banda musicale delle scuole ITI-Fossati che presenteranno anche alcuni brani militari. Il concerto sarà tenuto nel giardino del Museo. Un programma realizzato in collaborazione col DLTM e grazie alla partecipazione dei plessi scolastici cittadini.

La Fiera nella Storia
La Spezia, affermava Ubaldo Mazzini, ha una rispettabile antichità. Anche la storia della Fiera di San Giuseppe ci conferma questa tesi. Nel 1654 la comunità spezzina chiese ed ottenne dalla repubblica di Genova (di cui Spezia faceva parte) l'istituzione della fiera di San Giuseppe, soprattutto per promuovere ed implementare i commerci cittadini. San Giuseppe era infatti divenuto il patrono della città ad inizio secolo (la comunità spezzina era ai tempi assai devota anche a San Rocco e a San Patrizio). La fiera si svolgeva principalmente nell'odierna piazza Sant'Agostino ed ebbe fino alla fine del 1700 la durata di cinque giorni. Durante la fiera, che sin dalla sua nascita attirava mercanti da tutta l'Italia, era possibile commerciare senza dover pagare i normali tributi alla repubblica cosa che, ai tempi, veniva rarissimamente concessa. Questi dati possono farci capire l'altissima predisposizione del popolo spezzino al commercio e all'artigianato, basti ricordare che alla metà del secolo XVII via del Prione (allora molto più corta di oggi) contava ben trentacinque botteghe, quattordici magazzini e quattro forni. Già alla fine del 1300 comunque esisteva a Spezia una fiera della durata di due giorni (molto probabilmente dedicata a San Cipriano) di cui si fa menzione negli Statuti cittadini del 1407. Possiamo quindi affermare che la vocazione mercantile della città fosse già pienamente sviluppata all'epoca dell'istituzione della fiera di San Giuseppe e soprattutto possiamo oggi festeggiare non “solo” i 362 anni di questa fiera ma anche la nostra tradizione commerciale che viene ufficialmente riconosciuta ben 650 anni fa.

Più informazioni su