laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

A Balnearia si parla di spiagge accessibili e attenzione alla disabilità

Più informazioni su

Interventi istituzionali e grande partecipazione di pubblico e studenti delle Scuole superiori al convegno organizzato dalla Consulta per la Disabilità di Carrara col coinvolgimento del Comune di Ostuni

CARRARA – Un ambiente accessibile garantisce a tutti la qualità della vita: questo il titolo del convegno di questa mattina sul tema della fruibilità delle spiagge moderato dal Prof. Massimo Toschi in rappresentanza della Regione Toscana.

CarraraFiere rinnova il suo impegno sul sociale con le dichiarazioni in apertura del Presidente Fabio Felici che, dopo aver ricordato che il compito delle istituzioni è innanzitutto quello di far applicare le leggi esistenti a tutela dei disabili, ha concluso il suo saluto esprimendo la ferma volontà della società di organizzare per ogni fiera iniziative, come questa, a favore del sociale.

Il Prof. Toschi partendo dalla sua esperienza personale ha ricordato come proprio la possibilità di fare attività fisica e nuoto andando al mare, nonostante la poliomielite contratta da piccolissimo,  ha fatto sì che potesse superare tante difficoltà, e come in Toscana ci sia una cultura importante legata al mare perché “il mare è vita”.

Il Presidente della Consulta  Pierangelo Tozzi, principale organizzatore dell’iniziativa anche rispetto al coinvolgimento del Comune di Ostuni e del suo progetto “Mare senza barriere” ha aperto il dibattito evidenziando che la  disabilità non è una malattia e merita il rispetto e l’attenzione dovuta, anche cercando di copiare le “buone prassi” applicate da altre realtà per difendere i diritti di tutti i cittadini ed abbattere prima di tutto le “barriere della disattenzione, essendo al contrario l’attenzione a queste problematiche indice del grado di civiltà di un popolo.”

L’intervento di Vincenzo Falabella, Presidente Nazionale Fish ( Federazione Italiana Superamento Handicap) ha posto l’accento sulla necessità di inclusione delle persone  e di una cultura diffusa che eviti il pregiudizio e la discriminazione delle persone in difficoltà, e supporti invece la necessità di investire maggiormente in termini di assistenza a domicilio e strutture architettoniche adeguate “Il Italia – ha specificato Falabella – si spende molto poco per la disabilità: la spesa media annua dei Comuni per disabile è inferiore ai 3000 euro l’anno, con una spesa giornaliera di 8 euro, e con l’aggravante di profonde disparità anche da Regione a Regione:  469 euro in Calabria, 3875 in Piemonte. Tutto questo si traduce anche nella realtà del 70% delle famiglie italiane dove vivono  persone con disabilità che non fruisce di alcun servizio a domicilio, e nel fatto che attualmente 257.00 persone vivono in strutture che a volte sono veri e propri lager, mentre altre 250.000 sono a rischio di andarci. Parimenti difficile la situazione del lavoro, dove solo 1 disabile su 5 lavora. Entrando nello specifico dell’accessibilità alle spiagge, ha preso la parola Elena Bottari, in rappresentanza  del Consorzio Balneari Riviera Toscana  e dell’associazione Imprenditori Balneari spiegando come si possano offrire attenzione e servizi alla clientela negli stabilimenti balneari provvedendo per esempio a specifiche superfici rigide che supportino le carrozzelle piuttosto che sedie adatte e provvedendo in primo luogo a passerelle rigide che arrivino fino al mare. “La disabilità fa paura a tutti, perché in realtà siamo consapevoli che l’incidente che cambia la vita sul serio potrebbe capitare a chiunque di noi in qualunque momento. Per questo dobbiamo tutti porre attenzione ai diritti delle persone in difficoltà,  tenendo ben presente che il diritto non è un privilegio.”

Il Presidente Tozzi ha poi passato la parola all’assessore alle politiche sociali di Ostuni Maristella Andriola che, dopo aver ricordato al numeroso pubblico presente le bellezze della propria terra e accennato al progetto “Mare Senza Barriere”,  ha inteso lasciare la parola a Marco Carani, imprenditore nel settore dei servizi per la nautica da diporto che ha deciso, in accordo con FISH, di dare vita al progetto stesso, adeguando la struttura del Porticciolo Turistico di Villanova di Ostuni con varo di  “Euphoria” una barca perfettamente equipaggiata per il trasporto di 12 persone oppure 3/4 persone con disabilità e i loro accompagnatori, per dare l’opportunità a chiunque  di vivere il mare, ma anche sensibilizzare l’opinione pubblica sui concetti della “progettazione per tutti” e sull’importanza dell’abbattimento delle barriere architettoniche, non solo urbane ma anche culturali.

Ultimo, ma altrettanto importante, il messaggio di Nicola Codega di CarraraFiere, che – prima di parlare del libro “Sempre in piedi” che esprime fin dal titolo la  tenacia di chi non si arrende nemmeno di fronte a un incidente che, come nel suo caso, stravolge la “normalità” della vita quotidiana – ha annunciato una nuova importante iniziativa in preparazione a CarraraFiere di prossima realizzazione che si chiamerà DisABILITA’. Nell’ambito della fiera  “Tuttocasa” ( 24 aprile- maggio) sarà realizzata un’area dedicata allo sport dove i disabili – sia fisici che mentali – avranno l’opportunità di misurarsi con differenti discipline sportive per testare o trovare quella a loro  più congeniale. Inoltre, nella giornata del 30 aprile, verrà realizzata la “CarrozzABILE”,iniziativa che porterà svariate decine di persone, disabili e non, in giro per Marina di Carrara, allo scopo di sensibilizzare cittadini e politici, dato che anche loro saranno invitati ad affrontare il percorso urbano a forza di braccia, sui reali problemi che si presentano  ogni giorno alle persone con difficoltà motorie.

Più informazioni su