laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Casabianca (PD): «La Bretella Ceparana – S. Stefano si deve fare»

Più informazioni su

CEPARANA – A metà dicembre 2015 come Partito Democratico locale abbiamo lanciato una petizione tra i cittadini e le attività produttive indirizzata al Ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, al Viceministro delle Infrastrutture Riccardo Nencini e al Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, per la realizzazione della nuova strada Ceparana – S. Stefano Magra.

Le firme sono state raccolte essenzialmente nei comuni Bolano, S. Stefano Magra, Vezzano, Follo, Calice al Cornoviglio, Aulla (Albiano Magra), Podenzana (Montedivalli).

Ad oggi si può affermare che in poco più di due mesi abbiamo superato le 6000 firme e soprattutto che in questi giorni è arrivata la conferma che il Ministro Delrio è disponibile a riceverci probabilmente nel mese di marzo.

Questa nuova viabilità è attesa dal territorio da circa quarant’anni ossia dai tempi della costruzione della autostrada A12 Livorno-Sestri Levante, infatti risponde alle esigenze di mobilità di circa 40.000 abitanti e a più di 1000 attività produttive che insistono sia nella piana di Ceparana che nelle zone industriali di Santo Stefano Magra e di Albiano Magra.

Questa nuova infrastruttura rappresenta un collegamento sicuro e veloce della intera piana di Ceparana con il casello autostradale di S. Stefano Magra, riduce sensibilmente il traffico che attraversa il centro abitato di S. Stefano dal ponte di Caprigliola fino alla rotatoria di ingresso autostradale e soprattutto velocizza i tempi per raggiungere la città attraverso la bretella S. Stefano Magra – La Spezia. Infatti tra circa un anno e mezzo quando i lavori del 3 lotto della variante Aurelia saranno completati non avremo più l’imbuto di via Carducci, ma bensì una vera e propria tangenziale a tutta la città. Questa nuova opera non si pone in alternativa alla sistemazione e alla messa in sicurezza definitiva della strada della Ripa ma anzi risulta complementare ad una riorganizzazione definitiva della viabilità di collegamento di questa parte importante di territorio provinciale con il golfo della Spezia e la Val di Magra.

Dopo molti anni di lavoro da parte degli Enti locali, ora siamo in possesso del progetto definitivo redatto dalla Salt, inoltre il Parco Montemarcello Magra-Vara ha approvato la variante al Piano del Parco e completato l’iter di Valutazione Ambientale Strategica, anche il competente Ministero ha rilasciato di concerto con l’Autorità di Bacino l’autorizzazione idraulica, pertanto oggi siamo arrivati quasi alla conclusione dell’iter progettuale-autorizzativo. Il costo di questa infrastruttura ammonta a circa 10 Mil. di euro e ha uno sviluppo di 1,5 Km, con un viadotto sul fiume Magra parallelo a quello autostradale e con tempi di realizzazione di soli 18/24 mesi.

L’opera era stata finanziata dalla Regione Liguria dalla giunta Burlando con 8 Mil. di fondi europei, per i restanti 2 Mil. c’era l’impegno della Salt a cofinanziare l’opera, ma successivamente la società autostradale si è defilata per un contenzioso legato al rinnovo delle concessioni . Siccome i lavori dovevano essere cantierati entro il 2015, ora è nuovamente necessario rifinanziare l’opera.
Per questo territorio quest’opera rappresenta il classico uovo di Colombo, costi contenuti, consumo di suolo poco, tempi di realizzazione rapidi.

Naturalmente auspichiamo che il Governo nazionale con il Ministro Delrio prenda seriamente in considerazione la possibilità di finanziare questa per noi indispensabile viabilità.

Coordinatore P. D. Valdivara
Giorgio Casabianca

Più informazioni su