laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

La Polizia di Stato spezzina espelle un rapinatore extracomunitario

Più informazioni su

Pericoloso per l’ordine e la sicurezza pubblica: il secondo in 10 giorni

LA SPEZIA – Nel pomeriggio di ieri, personale dell’Ufficio Immigrazione e della Squadra Mobile della Questura della Spezia collaborato da personale specializzato per le scorte, hanno dato esecuzione al provvedimento di espulsione disposto dal Prefetto della provincia nei confronti di un cittadino tunisino, B.F., cl.’70, irregolare sul territorio dal 2009, pluripregiudicato per rapina, furto, furto aggravato, lesioni personali e reati inerenti l’immigrazione.

Il predetto è stato sorpreso durante un controllo dagli stessi poliziotti della Squadra Mobile che, a seguito di delicate indagini, lo avevano arrestato per gravi reati commessi in questo centro nel 2011, in particolare rapine in danno di donne e anziani che avessero appena ritirato contanti al bancomat, e per i quali era stato recluso fino a pochi mesi fa nella casa circondariale di Isili (NU) per una condanna di oltre 5 anni.

A causa del comportamento aggressivo dell’uomo, è intervenuta sul posto anche una Volante in ausilio per condurre lo straniero presso questi uffici di Polizia, ove, perseverando nei sui atteggiamenti scomposti e di insofferenza verso l’Autorità, ha cominciato a minacciare atti di autolesionismo che sono stati evitati solo grazie all’elevata professionalità e ferma determinazione dei agenti operanti.

Nel mentre, i poliziotti dell’Ufficio Immigrazione, hanno attivato la procedura amministrativa volta a stabilire nel minor tempo possibile, dato il temperamento dello straniero, le modalità e i tempi dell’allontanamento dal territorio nazionale che si è concluso con l’accompagnamento al CIE di Torino da cui sarà rimpatriato in Tunisia.

Non si arresta, dunque, l’attività della Polizia di Stato spezzina finalizzata a dare una risposta concreta agli stranieri irregolari che si trattengono sul territorio nazionale palesando particolare inclinazione a delinquere senza rispettare le leggi dello stato che li ospita.

Più informazioni su