laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Programmi del Cinema Il Nuovo, Astoria Lerici

Più informazioni su

IL NUOVO LA SPEZIA

Mercoledi 2 Marzo
Ore  15.00 GOD’S NOT DEAD
Ore  17.00-21.30 HUMAN  (Anterprima Nazionale)
Ore  20.00  BELLA E PERDUTA (Vota Il Film Dell’anno)

Giovedi 3 Marzo
Ore  16.00-17.30 ASTROSAMANTHA LA DONNA DEI RECORD NELLO SPAZIO
Ore  19.30 FUOCOAMMARE (Vincitore Orso D’oro Festival di Berlino)
Ore  21.15 IL CASO SPOTLIGHT (Vincitore Oscar 2016 Miglior Film)

Venerdi 4 Marzo
Ore 17.00 UN GRANDE AMORE DI BEETHOVEN (Seminario lettura filmica)
Ore 19.30 FUOCOAMMARE (Vincitore Orso D’oro Festival di Berlino)
Ore 21.15 IL CASO SPOTLIGHT (Vincitore Oscar 2016 Miglior Film)

Sabato 5 Marzo
Ore 16.00 TURANDOT di Giacomo Puccini (dal Breenzeger Festspiele)
Ore 18.00 LA SPEZIA SHORT MOVIE (Festival Internazionale Cortometraggio) Ingresso Libero
Ore 20.15 FUOCOAMMARE (Vincitore Orso D’oro Festival di Berlino)
Ore 22.00 IL CASO SPOTLIGHT (Vincitore Oscar 2016 Miglior Film)

Domenica 6 marzo
Ore 15.30-17.15 FUOCOAMMARE (Vincitore Orso D’oro Festival di Berlino)
Ore 19.00-21.15 IL CASO SPOTLIGHT (Vincitore Oscar 2016 Miglior Film)

Lunedi 7 Marzo
Ore15.45 PECCATO (Rassegna: Le dive di Hollywood)
Ore 18.00 ASTROSAMANTHA LA DONNA DEI RECORD NELLO SPAZIO
Ore 19.30 FUOCOAMMARE (Vincitore Orso D’oro Festival di Berlino)
Ore 21.00 DOBBIAMO PARLARE (Vota Il Film Dell’anno)

Martedi 8 Marzo
Ore 15.30 ASTROSAMANTHA LA DONNA DEI RECORD NELLO SPAZIO
Ore 17.00 DOBBIAMO PARLARE (Vota Il Film Dell’anno)
Ore 19.30 UNA SERATA CON PUCCINI (dalla Scala di Milano Jonas Kaufmann)
Ore 21.15 SUFFRAGETTE (Festa della Donna)

Mercoledi 9 Marzo
Ore 15.30 DOBBIAMO PARLARE (Vota Il Film Dell’anno)
Ore 17.15-19.30-21.15 SUFFRAGETTE

IL CASO SPOTLIGHT Un film di Thomas McCarthy. Con Mark Ruffalo, Michael Keaton, Rachel McAdams, durata 123 min. – USA Un film come Spotlight non è solo cinematograficamente efficace anche perché sorretto da un cast di attori tutti aderenti al ruolo (con in prima fila un Michael Keaton che sembra aver trovato una nuova giovinezza interpretativa) ma anche perché finisce con l’affermare un dato di fatto incontrovertibile. La Chiesa Cattolica, grazie ad alcuni suoi esponenti collocati ai livelli più alti della gerarchia, ha creduto di ‘salvare la fede dei molti’ nascondendo la perversione di pochi. Ha invece ottenuto l’effetto contrario finendo con il far accomunare nel sospetto di un’opinione pubblica, spesso pronta alla semplificazione, un clero che nella sua stragrande maggioranza ha tutt’altra linea di condotta. La forza con cui Papa Francesco ha condannato, anche con la detenzione entro le mura vaticane, i colpevoli di questo tipo di reati è prova di un’acquisita nuova consapevolezza in materia.

GOD’S NOT DEAD Un film di Harold Cronk. Con Kevin Sorbo, Shane Harper, David A.R. White, Dean Cain, Michael Tait.durata 113 min. – USA basato su una storia vera e campione d’incassi in America, arriva in Italia Con più di 10 milioni di biglietti emessi e oltre 63 milioni di incassi, nei soli Stati Uniti; GOD’S NOT DEAD è un film emozionante, in cui fede e dubbio si intrecciano, spingendo adolescenti e adulti ad interrogarsi sulle grandi questioni esistenziali.Al centro della storia, una sfida intellettuale tra una matricola universitaria, Josh Wheaton (Shane Harper), e un prestigioso professore di filosofia, il Professor Radisson (Kevin Sorbo). Ateo, superbo e autoritario, il Professor Radisson (Kevin Sorbo) ha costruito la sua brillante carriera e la sua intera vita privata sulla tesi che Dio non sia mai esistito e che ogni religione sia un’inutile superstizione. Di forte temperamento, esige, quindi, che gli studenti del suo corso sposino la stessa idea. Ma Josh, convinto cristiano, non è disposto a rinunciare alla sua fede. Costretto a scegliere tra accettare la richiesta del professore o difendere l’esistenza di Dio, commettendo così una sorta di “suicidio accademico”, Josh, unico tra i suoi compagni, opterà per la strada più difficile: riuscirà, tra mille ostacoli e momenti di crisi interiore, a difendere ciò in cui crede facendo cambiare idea ad un’intera classe?

BELLA E PERDUTA Un film di Pietro Marcello. Con Sergio Vitolo, Gesuino Pittalis, Tommaso Cestrone, Elio Germano durata 86 min. – Italia Bella e perduta" è un canto bellissimo sull'Italia, un'Italia che è anzitutto il Sud, un viaggio nel tempo alla ricerca dell'utopia. Un film disperato, ma anche edificante: sulla ferocia, la grazia, il paesaggio, i morti. Sulla bellezza, appunto, e sulla perdita. Ha la forza del grande poema civile, della fiaba, del cunto, libero dalla narrazione tradizionale (straordinari il montaggio di Sara Fgaier e il lavoro sul sonoro). E si nutre di un amore fisico per il cinema, né cinico né narcisista, intriso di malinconia: il film è girato quasi tutto in pellicola, spesso vecchi stock scaduti. Pietro Marcello osa e, con la sua accorta naiveté, si inventa una maniera nuova di parlare del presente, quella dei grandi anarchici e dei savi folli, sprofondato nelle cose del mondo, che allo stesso tempo sono come viste dalla Luna. A suo modo, con un altro grande come Franco Maresco, Pietro Marcello è il regista più poeta e più politico che abbiamo. Di film così, e non solo in Italia, oggi davvero non ce ne sono tanti.

ASTROSAMANTHA La voce dell’attore Giancarlo Giannini ci accompagna negli ultimi due anni della vita di Samantha Cristoforetti, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e pilota dell’Aeronautica Militare, protagonista della seconda missione di lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI). Un’avventura formidabile vissuta dalla protagonista e dal suo team. AstroSamantha svela al grande pubblico una versione inedita della donna insignita dell’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce, che con la sua impresa è diventata un simbolo di coraggio e determinazione.

FUOCOAMMARE Un film di Gianfranco Rosi durata 106’ Italia. Ci riempie di gioia e di orgoglio, offrire al pubblico questo capolavoro vincitore al Festival di Berlino. La conferma del grande talento di Rosi e della forza del suo sguardo sulla realtà così personale. Rosi vince ancora una volta con un film il confronto con i più grandi registi di tutto il mondo, questa è una vittoria dell’Italia in campo internazionale Un film di grande qualità artistica che entra con una straordinaria puntualità nel vivo di una riflessione sociale e politica globale sui nuovi fenomeni migratori. Affronta temi di forte attualità sui quali tutte le politiche nazionali ed europee oggi si interrogano, e lo fa con i mezzi di un artista che non propone né suggerisce soluzioni, ma racconta la complessità di vicende umane e sociali che si confrontano drammaticamente nel piccolo territorio di Lampedusa. ‘Fuocoammare’, racconta una storia che tocca ogni coscienza, che riguarda tutti noi. E’ il tempo, questo, della responsabilità nel quale tutti siamo chiamati a fare la nostra parte, anche il cinema

UN GRANDE AMORE DI BEETHOVEN Nel 1801, a Vienna, Ludwig van Beethoven ama, debolmente ricambiato, la nobile Giulietta Guicciardi, che va in sposa al conte Gallenberg, facendo sprofondare Ludwig nella disperazione. Anni dopo, dopo aver abbandonato il marito, Giulietta gli propone una romantica fuga, ma è ormai tardi: stanco, e completamente sordo, il musicista muore in solitudine e povertà.

LA SPEZIA SHORT MOVIE-FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CORTOMETRAGGIO
(ingresso libero)un evento che vuole coinvolgere tutti i filmmaker che nascono artisti sul territorio italiano ed estero, con particolare attenzione alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e artistico del territorio, attraverso gli occhi di giovani artisti che hanno grazie a questo progetto, l’opportunità di impegnarsi in un processo produttivo reale, di sicuro stimolo e motivazione, rendendo fruibile ad un pubblico trasversale luoghi storici del nostro territorio e non solo. Il Festival è aperto a tutti e vuole dare il massimo risalto alle opere dedicate alla Marina Militare e alla storia di una città che ospita da sempre un importante porto.

PECCATO (anno 1949) Film acceso, forte, passionale. Un mélo dai toni scuri (un b/n dritto dritto dal mondo noir), come scura è la formidabile tinta della chioma di Bette Davis che come sempre è la stella polare dell'immaginario. Con un inizio thriller subito virato in flashback chiarificatore, tirandoci un bello scherzetto, Beyond The Forest / Peccato si impone per il ritmo e la forza della rappresentazione.

DOBBIAMO PARLARE un film di Sergio Rubini con Fabrizio Bentivoglio, Isabella Ragonese, Sergio Rubini durata 101’ Italia Vanni, cinquant’anni, è uno scrittore affermato. Linda, trenta, collabora nell’ombra ai suoi romanzi. Hanno un attico in affitto, nel centro di Roma. Forti del loro amore, al matrimonio hanno preferito la convivenza. I loro migliori amici, invece, Costanza e Alfredo detto il Prof (un famoso cardiochirurgo) sono sposati, benestanti, e gestiscono il loro matrimonio come un’azienda. Una sera, il Prof e Costanza irrompono in casa di Vanni e Linda. Costanza ha scoperto che Alfredo ha un’amante. Parte così una lunga fila di recriminazioni che durerà per tutta la notte, e farà emergere rancori inattesi in entrambe le coppie. Quale delle due, l’indomani mattina, in quell’attico divenuto un campo di battaglia, resterà in piedi?

JONAS KAUFMANN UN GIORNATA CON PUCCINI Il tenore tedesco Jonas Kaufmann sul palcoscenico del Teatro alla Scala di Milano, la casa dell’opera italiana, esibisce in uno dei concerti più attesi e acclamati. Il trionfo della sua performance è stato riportato dalla stampa nazionale italiana e, dopo cinque bis e 40 minuti di applausi, il pubblico avrebbe voluto ancora di più.Questa esibizione leggendaria è ora al centro del film concerto diretto da Brian Large, prodotto da Arts Alliance Un’approfondita introduzione a Puccini (l’uomo, l’artista, la superstar) dello stesso Kaufmann, raro e prezioso materiale d’archivio, completano la straordinaria esibizione

PERFETTI SCONOSCIUTI regia di Alessandro genovese con Valeri Mastrandrea, Giuseppe Battiston, Amma Foglietta, Marco Giallini durata 97’ Italia Ognuno di noi ha tre vite: una pubblica, una privata ed una segreta. Un tempo quella segreta era ben protetta nell’archivio della nostra memoria, oggi nelle nostre sim. Cosa succederebbe se quella minuscola schedina si mettesse a parlare? Nel corso di una cena, che riunisce un gruppo di amici, la padrona di casa Eva, ad un certo punto, si dice convinta che tante coppie si lascerebbero se ogni rispettivo controllasse il contenuto del cellulare dell’altro

CINEMA   ASTORIA LERICI

Mercoledi 2 Marzo
Riposo

Giovedi 3 Marzo
Ore  17.00-21.00 45 ANNI

Venerdi 4 Marzo
Ore  21.00 IL CASO  SPOTLIGHT

Sabato 5 Marzo                                                                                                                                
Ore 21,00 LA GIARA (Teatro dialettale)

Domenica 6 marzo
Ore 16.00-18.00-21.00  IL CASO SPOTLIGHT

Lunedi 7 Marzo                                                                                                                            
Ore 21.00 IL CASO SPOTLIGHT

Martedi 8 Marzo 
Riposo

Mercoledi 9 Marzo
Riposo

Più informazioni su