laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Iniziate le manutenzioni nei quartieri. Mori: «Promesse mantenute»

Più informazioni su

LA SPEZIA – “Parola data, parola mantenuta”. E’ questo lo slogan dell’assessore Corrado Mori che ha comunicato un primo report riguardo alle esigenze di nuove opere pubbliche scaturite dai sopralluoghi nei quartieri cittadini effettuati negli ultimi mesi. Una serie di marciapiedi da restaurare, asfalti da rifare, tombini da pulire; tutte richieste della popolazione per migliorare la qualità urbana e di vita. Un appalto biennale di quattro milioni e mezzo di euro partito ai primi di gennaio: 3 milioni sull’anno in corso e uno e mezzo per il 2017. Si tratta di una metodologia di appalto innovativa: accordo quadro con appalto flessibile. Si fa una gara, c'è un’associazione d’imprese che se lo aggiudica, ma il Comune si avvale della facoltà di affidamenti progressivi, suddividendo cifra e lavori in lotti più piccoli e conseguenziali. Se i lavori procedono in termini soddisfacenti per l’Ente, l’aggiudicatario continua sino a raggiungere l’importo finale. Altrimenti il Comune ha facoltà di interrompere l’aggiudicazione.

Al momento sono stati aperti in città sette cantieri che interessano il Quartiere Umbertino e il quartiere di Fabiano. Gli interventi nei due quartieri hanno consentito di ripristinare strade attraverso operazioni di riasfaltature, ma anche marciapiedi e aree pedonali. In viale Amendola sono oramai terminati i lavori di riasfaltatura del marciapiede lato Arsenale Militare nel tratto compreso tra la rotonda del Mirabello e l’ingresso dell’Arsenale stesso, dove saranno realizzati nuovi parcheggi gialli per residenti. Nelle prossime settimane partiranno le riasfaltature in via XXIV Maggio, Bivio Cento, in località Chioso, in via del Forno, via delle Pianazze e nei piazzali Ferro e Boito. Il crono programma prevede poi altre opere di manutenzione nei quartieri del Favaro, Migliarina e Mazzetta.

Inoltre, comincerà a breve un nuovo appalto per la manutenzione dei tombini. Qui l’innovazione è tecnologica: la pulizia sarà eseguita da una speciale macchina che entra e stasa il tombino. Si parte con 2000 interventi, su un totale di 8000 tombini in città, anche qui a step.

Marco Ursano

Scarica le slide della presentazione

Più informazioni su