laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Nibali contro tutti alla Corsa dei Due Mari

Più informazioni su

L’italiano è il favorito per la vittoria finale con Valverde, Uran, Chaves e Van Garderen avversari dichiarati.

LIDO DI CAMAIORE – Alla vigilia della partenza della Tirreno-Adriatico NamedSport, sei tra le stelle in gara hanno parlato delle proprie ambizioni alla conferenza stampa di presentazione dell’evento ad un solo chilometro di distanza dalle linee di partenza e arrivo della cronometro a squadre inaugurale di Lido di Camaiore.

Il percorso interamente pianeggiante di 22,7 km rappresenta un test interessante per tutte e 23 le formazioni in gara domani. Il due volte vincitore Vincenzo Nibali (Astana Pro Team, nel 2012 e 2013) ritorna con grandi aspettative alla guida della propria squadra. I rivali principali per la classifica generale saranno Alejandro Valverde (Movistar Team), Rigoberto Uran (Cannondale Pro Cycling Team), Esteban Chaves (Orica Greenedge) e Tejay van Garderen (BMC Racing Team). Con le classiche in vista, il Campione del Mondo Peter Sagan (Tinkoff) troverà il terreno giusto per affinare la propria forma e provare a vincere la sua prima corsa della stagione, proprio come lo scorso anno.

Gli altri grandi nomi e i corridori emergenti saranno: Joaquim Rodriguez (Team Katusha), Roman Kreuziger (Tinkoff), Jean-Christophe Péraud e Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale), Franco Pellizotti (Androni Giocattoli – Sidermec), Michele Scarponi (Astana), Sonny Colbrelli (Bardiani CSF), Taylor Phinney e Greg van Avermaet (BMC Racing Team), Simon Clarke e Ramunas Navardauskas (Cannondale Pro Cycling Team), Edvald Boasson Hagen e Mark Cavendish (Dimension Data), Ždenek Stybar, Tony Martin e Fernando Gaviria (Etixx – Quick Step), Thibaut Pinot (FDJ), Jarlinson Pantano (IAM Cycling), Diego Ulissi e Sacha Modolo (Lampre – Merida), Tiejs Benoot (Lotto Soudal), Alex Dowsett (Movistar Team), Caleb Ewan (Orica Greenedge), Enrico Battaglin (Team Lotto NL – Jumbo), Michal Kwiatkowski, Elia Viviani e Wout Poels (Team Sky), Fabian Cancellara, Giacomo Nizzolo e Bauke Mollema (Trek – Segafredo).


DICHIARAZIONI CONFERENZA STAMPA
Vincenzo Nibali: “Questa è sempre una corsa molto dura. Il mio ritorno alle corse in Italia lo scorso week-end è stato positivo. Mi sono sentito bene alle Strade Bianche, anche se non è una corsa particolarmente adatta a me. Il giorno dopo, a Larciano, avrei voluto dare di più pero avevo ancora la gara di sabato nelle gambe. Adesso siamo alla Tirreno-Adriatico, il livello è sempre molto alto qui. La differenza non si fa mai su una tappa sola; nelle due occasioni in cui l’ho vinta, l’ho fatta nei due ultimi giorni. Però la cronosquadre del primo giorno è già una prova significativa. Ci vuole una squadra davvero molto forte per vincere la classifica generale”.

Alejandro Valverde: “Nel 2002, questa è stata la mia prima e finora unica gara a tappe in Italia. Fu abbastanza dura visto che ero un neo-professionista. Sono passati tanti anni, i miei obiettivi ormai sono totalmente diversi. Studieremo il percorso al meglio dopo la cronosquadre di domani. So già che il finale complicato della seconda tappa è adatto alle caratteristiche di Peter Sagan. L’arrivo in salita (della quinta tappa) sarà molto importante. La condizione dei miei avversari sembra eccellente. Sarà difficile batterli, però correrò al massimo delle mia possibilità”.

Peter Sagan: “Non sono dispiaciuto per la mia prestazione alle Strade Bianche, ora è acqua passata, penso di aver fatto una buona gara. Era solo la mia terza corsa dell’anno, escludendo il Tour de San Luis che è oramai lontano. Sono qui per vedere come crescerà la mia condizione. Guarderò il libro della corsa giorno per giorno per capire che obiettivi posso centrare”.

Tejay van Garderen: “La Vuelta a Andalucia è stata una bella battaglia contro Alejandro Valverde. Sono arrivato secondo. Ho fatto qualche punto in classifica UCI, ma quella era solo una corsa di preparazione a questa prova del WorldTour. Arriviamo qui con grandi motivazioni. Non ho mai fatto la salita chiave della quinta tappa, però so bene cosa aspettarmi. Il nostro performance team l’ha studiata. Sappiamo bene quale sono le sezioni più ripide. Abbiamo fatto bene i compiti casa!”.

Rigoberto Uran: “Aver cambiato squadra (dall’Etixx – Quick Step alla Cannondale Pro Cycling Team) non cambia nulla per me. Ormai sono abituato! Il mio obiettivo principale quest’anno è il Giro d’Italia. Stiamo lavorando sodo per questo e mi sento bene già qui alla Tirreno”.

Esteban Chaves: “Abbiamo fatto un lungo ritiro in Sud Africa, ora rientro alle corse direttamente in una prova WorldTour e non so cosa aspettarmi. Mi sento bene, però correre a questo livello è diverso dall’allenamento. Non mi sento mai sotto pressione, essere invitato alla conferenza dei top riders prima della gara non me ne da di certo. Il nostro motto è di godersi la corsa. Abbiamo due altre opzioni in squadra con Adam Yates per la classifica generale e Caleb Ewan per le volate”.

Dopo la conferenza stampa dei corridori, è stato presentato il libro “50 e più – Mezzo secolo di Tirreno-Adriatico, la Corsa dei Due Mari”, di Sergio Meda e Sergio Penazzo. Il libro, presentato dal Direttore Area Ciclismo di RCS Sport, Mauro Vegni, racconta con dovizia di immagini e particolari la storia della gara.


Da sinistra: Sergio Meda, Sergio Penazzo e Mauro Vegni
ORARIO E PROGRAMMA
Ricognizione percorso: 12.15 – 13.25
Partenza: Lido di Camaiore, Viale C. Colombo
Orario di partenza: 13.45 – Prima squadra: Movistar Team
Arrivo: Lido di Camaiore, Viale E. Pistelli
Rilevamento Cronometrico – km 9,5 – Forte dei Marmi, Via Donati
Partenza ultima squadra: 15.35 – Astana Pro Team
Arrivo previsto ultima squadra: 16.00
Quartiertappa: UNA Hotel Versilia, Via Dante, Lido di Camaiore
MAGLIE
Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da NamedSport e Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani nato dopo il 1/1/1991, sponsorizzata da Selle Italia.
NOTE: Abbuoni: Traguardi Volanti: 3″, 2″ e 1″ al 1º, 2º e 3º classificato. Traguardo finale: 10″, 6″ e 4″ al 1º, 2º e 3º classificato. Le tappe 2, 3, 4, 5 e 6 prevedono due traguardi volanti ciascuna e un massimo abbuono possibile di 16″. Il massimo abbuono possibile per l’intera corsa è di 80″.

Maglia Rossa, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Bora, domani non assegnata.
NOTE: Punti: 5, 3, 2 e 1 al 1º, 2º, 3º e 4º classificato a ciascun traguardo volante nelle tappe 2, 3, 4, 5 e 6. Linea d’arrivo: 12, 10, 8, 7, 6, 5, 4, 3, 2 e 1 punto per le posizioni dalla 1 alla 10 nelle tappe dalla 2 alla 7. Il massimo di punti ottenibili nell’intera corsa è di 122 punti. La prima tappa non assegna alcun punto.Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da CSM, domani non assegnata.
NOTE: Punti: 5, 3, 2 e 1 punto vengono aggiudicati sulla cima di ciascuna salita di categoria unica al 1º, 2º, 3º e 4º classificato. 15, 10, 7, 5, 3, 2 e 1 vengono aggiudicati sulla cima di ciascuna salita di categoria “Superior” al 1º, 2º, 3º, 4º, 5º, 6º e 7º classificato. Il massimo numero possibile di punti ottenibili durante la corsa è di 105 punti di cui 10 nella Tappa 2, 5 nella Tappa 3, 20 nella Tappa 4, 55 nella Tappa 5 e 15 nella Tappa 6.

PERCORSO
Tappa 1 – Lido di Camaiore (Cronometro a squadre) 22,7 km
Si tratta della cronometro non corsa nel 2015 a causa dei danni che il maltempo provocò lungo il percorso. Cronometro a squadre composta da una due settori praticamente rettilinei che si corrono sulle due carreggiate della medesima strada intervallati da un “giro di boa” un po’ più complesso e articolato. Percorso rettilineo per 9,5 km fino alla svolta di Forte dei Marmi dove viene rilevato il tempo intermedio. Quindi percorso con carreggiata ristretta e con due curve ad angolo retto (verso sinistra) che ai 14 km riportano sul lungomare di Forte dei Marmi per ritornare al Lido di Camaiore.

Ultimi km
Gli ultimi 5 chilometri sono pianeggianti in direzione sud costituiti da un lungo rettilineo che ai 1200 m dall’arrivo presenta l’unica “difficoltà” costituita da una S destra sinistra con carreggiata ristretta che immette sul rettilineo finale di 1 km. Arrivo su asfalto larghezza 6,5 m.

PUNTI D’INTERESSE
LIDO DI CAMAIORE
Nota località balneare della Versilia, sita tra Viareggio e Marina di Pietrasanta, Lido di Camaiore è meta molto apprezzata dai turisti per la sua ampia spiaggia di sabbia fine e dorata durante il giorno e per i club e le attrazioni notturne la sera. Gran parte della spiaggia nel periodo estivo ospita stabilimenti attrezzati per ogni necessità, dove relax e divertimento si combinano per attrarre pubblico di ogni età. Il lungomare si compone di una lunga passeggiata costeggiata da strutture alberghiere, mentre la cittadina si caratterizza di gradevoli villette in stile liberty immerse nel verde. La principale attrazione è il moderno pontile, con la sua rotonda sul mare che permette di godere appieno della piacevole brezza marina nelle serate estive, quando viene altresì allestito un luna park per attrarre turisti da tutta la riviera. Il territorio adiacente è molto apprezzato dai turisti amanti delle due ruote, con percorsi mozzafiato incastonati tra il mar Tirreno e le Alpi Apuane che fanno da sfondo alle escursioni sul territorio. Lido di Camaiore è stato spesso teatro di arrivi del Giro d’Italia, nel 1997, nel 2002 e nel 2007.
COPERTURA TV
Le immagini di gara della Tirreno-Adriatico NamedSport 2016 sono distribuite in tutti e cinque i continenti per un totale di 161 Paesi nel mondo. 15 i network televisivi coinvolti, otto dei quali live.Host broadcaster dell’evento è RAI, che cura la produzione e trasmette la corsa in diretta su Rai Sport 2 dalle 14.10 fino alle 15.10. Da quell’ora la corsa verrà trasmessa da Rai 3, per poi ritornare dopo 10 minuti dal termine della gara nuovamente su Rai Sport 2 fino alle 16.30.

Nel panorama europeo, la gara è trasmessa in 53 Paesi su Eurosport 1, in Belgio su VRT, in Spagna su Teledeporte e in Francia in esclusiva su beIN Sports.

Sempre il network di beIN Sports detiene i diritti negli USA e nelle aree geografiche di Medio Oriente e Nord Africa, mentre in Sudafrica e Africa Subsahariana highlights della corsa sono offerti da Supersport.

In America Latina, la Tirreno-Adriatico NamedSport è trasmessa live da TDN in Messico e altri cinque Paesi centroamericani, mentre ESPN Sur copre tutti i territori di lingua spagnola.

Gli appassionati australiani possono seguire gli highlights della gara su Fox Sports e la diretta su SBS e Eurosport Asia Pacific, che trasmette live anche in altre 15 nazioni. A completare il quadro asiatico, le fasi salienti della corsa sono offerte da J Sports in Giappone, LETV in Cina, da True Visions in Thailandia e da FPT Telecom in Vietnam. Altrettanto fa Sky Sport in Nuova Zelanda.

La Corsa dei Due Mari è inoltre distribuita in tutto il mondo attraverso la piattaforma SNTV – Sports News Television e, grazie a Sport24, è presente su aerei e navi da crociera.

LIVE TWEET
Ogni giorno potete seguire la Tirreno-Adriatico NamedSport grazie a un live tweet, con tutti gli aggiornamenti della tappa in corsa, dal profilo twitter ufficiale @TirrenAdriatico – L’hashtag per commentare in diretta con noi è #Tirreno

Più informazioni su