laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Una Festa della donna incentrata sulla figura di Maria

Più informazioni su

Al Liceo Classico Costa

LA SPEZIA – Un modo inconsueto di celebrare la festa della donna da parte della Società Dante Alighieri e dell’Associazione Montefoschi. Al Liceo Classico Costa si è parlato della figura della Madonna, una donna unica che ha segnato i tempi. Il filosofo e teologo Antonio Postorino ne ha delineato i tratti salienti facendo ricorso alla Bibbia e a Dante Alighieri. Denominata la Nuova Eva, mediatrice della salvezza, e rosa che si schiude con la generazione del Cristo (da una citazione del trentatreesimo canto del Paradiso dalla Divina Commedia) Postorino si è soffermato su questa figura che ha rigenerato il mondo con il suo atto di obbedienza e libertà insieme scolpito nel Magnificat. Una lettura del tutto interessante del Vangelo con un taglio filosofico di alta levatura che ha comunque appassionato il numeroso pubblico presente in gran parte profano di questioni teologiche.


Quindi lo psichiatra Fabrizio Raggi si è soffermato in una lettura psicanalitica della figura di Maria quale nascita di una nuova coscienza. Al contrario di Eva che era un’identità femminile con un patrimonio di conoscenza di cui non era consapevole, Maria fa un salto di consapevolezza generando il Cristo nella consustanzialità della conoscenza universale. Lei ha saputo rendere la donna quale coscienza interiore dell’uomo così come la interpretiamo oggi. Tutte riflessioni fuori dagli schemi nel riflettere sulla Madre per eccellenza e nel rendere una giornata particolare ancor più particolare da un’idea dello psicologo Stefano Bianco che ha sortito gli effetti sperati.

Simona Pardini

Più informazioni su