laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Un pomeriggio in visita al Porto per il Gruppo di Presidenza della CNA della Spezia

Più informazioni su

LA SPEZIA – Contship ha aperto le porte alla dirigenza spezzina della Confederazione Nazionale dell’Artigianato della Piccola e media Impresa ed illustrato il valore della propria attività in termini occupazionali ed economici.

La realtà più rilevante del Porto spezzino ha mostrato, dati alla mano, il rilievo acquistato e l’importanza che ha determinato per la crescita sul mercato il fattore efficenza. In uno spazio più piccolo di 2/3 del porto di Genova vengono movimentati 1.173 milioni di TEUs, ciò significa il sapere sfruttare dal 86/89% dello spazio disponibile e farlo velocemente.

Un confronto produttivo con la partecipazione di Michele Giromini, Amministratore Delegato di Contship, Mauro Solinas, External Relations Director e Roberto Scotto, Customer Service Manager.

“Ho fortemente voluto questo incontro al fine di conoscere meglio questa importante realtà territoriale, essendo nelle cronache attuali molto in discussione anche il profilo futuro della città e delle sue attività, ritengo che sia prioritario avere prima di tutto un quadro della situazione, conoscendo direttamente le componenti determinanti dell’economia del territorio.” Commenta Federica Maggiani, Presidente CNA La Spezia.

Contship conta 1245 persone impiegate, tra impresa principale e società sorelle,  e muove un indotto di 47milioni di euro all’anno per le forniture esterne, ricercate sul territorio provinciale, e quasi 36 milioni di euro a livello di stipendi del personale.

“Il container come metodo di trasporto nasce nel 1956,  in soli 30 anni si è passati da imbarcazioni che ne trasportavano 8 a navi che ora ne trasportano 16mila. In un tempo piccolo c’è stata un’evoluzione enorme, ed è cambiata anche la figura dell’operatore portuale, dal camallo ad un addetto molto più professionalizzato.” Ha spiegato Mauro Solinas, External relations Director.

“Stiamo puntando molto su una politica di welfare che mette in rete 12 aziende legate alla portualità  e poter offrire tanti servizi convenzionati: sanitari, bancari, sportivi, ludici e scolastici. Il risultato è quello del rendimento aziendale perchè creare motivazione al lavoratore significa creare un valore aggiunto al suo lavoro, una più forte determinazione indispensabile per creare profitto.”

Più informazioni su