laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Domenica delle Palme

Più informazioni su

Notizie della Diocesi

LA SPEZIA – La Domenica delle Palme è, ogni anno, un appuntamento importante per la pastorale giovanile in tutto il mondo. Vi si tiene infatti la fase diocesana delle Giornate mondiali della gioventù. Questo avviene ogni anno, come detto, ma quando l’evento coincide, come in questo 2016, con la preparazione più prossima ad una Giornata mondiale “vera e propria”, l’appuntamento è ancora più significativo. E nel 2016 la Giornata mondiale si terrà a Cracovia, la città di san Giovanni Paolo II, dal 26 al 31 luglio. Nella diocesi della Spezia – Sarzana – Brugnato l’incontro annuale promosso dalla pastorale giovanile per tale occasione si tiene sempre nella vigilia della Domenica delle Palme, quindi sabato prossimo 19 marzo.
E’ anche una bella occasione per preparare tutti insieme la Pasqua ormai vicina. Lo scorso anno l’appuntamento si tenne a Sarzana, con iniziative nelle diverse parrocchie della città. La caratteristica di queste iniziative è proprio quella di avviare una riflessione stando in mezzo alla gente. Quest’anno l’appuntamento sarà alla Spezia, nella serata di sabato prossimo, sul tema “Una Luce nella notte….Venite e vedete – La sfida dell’evangelizzazione di strada”. Ragazzi e giovani si ritroveranno poco prima delle 21 in piazza Beverini, davanti alla chiesa di Santa Maria. La proposta è appunto quella di vivere insieme una esperienza di “evangelizzazione di strada”, rivolta ai giovani (e non solo ai giovani) che quella sera riempiranno le strade della “movida”, nel centro città, affollate in occasione della fiera di San Giuseppe. La chiesa di Santa Maria resterà aperta, e da una tenda sistemata nella piazza antistante – appunto piazza Beverini – sarà possibile spostarsi all’interno, magari per parlare con i sacerdoti e, per chi lo desidera, per la Confessione. I giovani della pastorale giovanile, che organizzano l’iniziativa, saranno coordinati dai sacerdoti don Luca Palei e don Fabrizio Ferrari. Per quanto riguarda la Giornata mondiale di Cracovia, vi parteciperà anche un bel gruppo di giovani provenienti dalla Liguria ed anche dalle parrocchie della provincia spezzina. L’intera delegazione ligure sarà “gemellata” con le parrocchie della diocesi polacca di Radom, dove saranno ospitati i partecipanti nel periodo precedente all’appuntamento di Cracovia. La diocesi di Radom è una vasta diocesi di quasi un milione di abitanti, collocata geograficamente tra Lublino e Varsavia, a nord di Cracovia. Nella preparazione alla manifestazione del mese di luglio, un ulteriore appuntamento è previsto in diocesi per domenica 10 aprile. Venerdì 1° aprile, invece, tornano alla “Cittadella della pace” di Pegazzano i “venerdì del vescovo”, incontri di monsignor Palletti con i giovani e con le giovani della diocesi per approfondire i temi di comune interesse.

La porta della misericordia
Come è noto, in occasione del Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco e tuttora in corso, la tradizionale “porta santa”, aperta a Roma dal Papa e in tutte le diocesi dai rispettivi vescovi, ha assunto il nome di “porta della misericordia”, in linea con il tema giubilare. Ma, alla Spezia, c’è un particolare portale, di una chiesa importante, che sembra attagliarsi molto bene al Giubileo. Ci riferiamo al grande portale in bronzo di Santa Maria Assunta, chiesa abbaziale e già per alcuni decenni pro–cattedrale della diocesi spezzina. Il portale venne realizzato nel 1999 da un grande scultore spezzino, oggi scomparso, Guglielmo Carro, alla vigilia di un altro Giubileo, quello del “nuovo millennio”, indetto dall’allora Papa Giovanni Paolo II. Ebbene, le formelle bronzee del portale di Carro rappresentano appunto le sette opere di misericordia corporale. Per questo, il portale della chiesa madre spezzina – fu la prima parrocchia della città – sembra attagliarsi molto bene all’attuale Giubileo. Se ne è parlato ieri l’altro, venerdì, nel corso di una iniziativa voluta, proprio su questo tema, dall’attuale abate monsignor Ilvo Corniglia, che era già tale al momento della realizzazione del portale di Carro. Il noto critico d’arte Valerio Paolo Cremolini ha illustrato i diversi temi collegati all’opera dello scultore, mettendo in risalto tanto gli aspetti culturali e teologici, quanto quelli più propriamente artistici. Nato nel 1913 (tre anni fa al Museo diocesano venne realizzata una bella mostra in occasione del centenario della nascita), Guglielmo Carro si spense nel 2001, due anni dopo il completamento del portale di Santa Maria Assunta.

Festa di San Giuseppe
Sabato prossimo 19 marzo è la festa di San Giuseppe, patrono della città di Spezia e anche dell’Arsenale militare marittimo. Come ogni anno, il vescovo diocesano Luigi Ernesto Palletti presiede due celebrazioni. Alle 10 celebrerà Messa all’interno dell’Arsenale per tutto il personale militare e civile, e presenzia alla consegna dei premi e degli attestati annuali. La Messa sarà trasmessa in diretta da Tele Liguria Sud. Alle 11.30, in Santa Maria Assunta, “chiesa madre” della città, Palletti presiederà invece la Messa pontificale. Per la ricorrenza gli uffici della Curia resteranno chiusi. Ricordiamo che da venerdì a domenica si svolge in città la tradizionale “fiera delle bancarelle”. Lungo i viali sono presenti anche bancarelle di carattere “sociale”, volte a raccogliere fondi per iniziative di solidarietà. L’invito è di sostenere il loro impegno.

La “Cattolica” ricorda padre Taddei
In diocesi molti ricordano sempre la figura di padre Nazareno Taddei, il gesuita grande esperto di mass media, che proprio a Spezia trascorse gli ultimi venti anni della sua vita. Martedì 22 marzo padre Taddei sarà ricordato a Milano, nel corso di un importante convegno dell’Università Cattolica sulla “Ricerca nei mezzi di comunicazione sociale dal dopoguerra agli anni Sessanta”. Taddei sarà ricordato da Tommaso Subini, docente alla Statale di Milano, nel corso della sessione del convegno prevista per martedì 22 marzo, al mattino.

Convegno del comitato “Difendiamo i nostri figli”
Si è svolta alla Spezia la presentazione del comitato locale “Difendiamo i nostri figli”, con un convegno “Unioni civili, diritto o inganno?”. Introdotti dall’ammiraglio Fabio Scorretti, hanno parlato Simone Pillon, fondatore del comitato nazionale ed organizzatore del “Family Day 2016”, e Giorgio Ponte, scrittore che non fa mistero delle proprie pulsioni omosessuali. «Oggi – ha detto Pillon – siamo di fronte allo scontro tra due antropologie: c’è un’antropologia della relazione, che passa attraverso qualcosa che ci è dato e col quale entriamo in sintonia, e un’altra, dominante sui media, che dice: “io sono chi voglio essere”». L’ultima tappa della deriva antropologica è la legge sulle unioni civili, che «mina l’arcata centrale tra me e l’altro, tra le diverse generazioni». Lo stralcio dell’”adozione del figliastro” non è altro che una foglia di fico, né significa alcunché il nome diverso rispetto a “matrimonio”: «Per le corti europee conta la sostanza, non il nome, e l’equiparazione sarà totale, genitorialità inclusa». Dopo Pillon ha parlato Giorgio Ponte. «Sono stufo  – ha detto – di movimenti gay che vorrebbero parlare a mio nome … Non ci sono discriminazioni, perché chiunque può sposarsi, ma alle giuste condizioni, tra le quali la differenza sessuale, perché il matrimonio è apertura alla vita». «La legge sulle unioni civili – ha aggiunto – è pericolosa prima di tutto per le persone omosessuali. Tanti di noi, anche non credenti, non vi si ritrovano. La verità della natura non è l’omosessualità né l’indifferenza sessuale, ma l’essere uomo o donna». Al termine, Giuseppe Cecchinelli, presidente dei Medici cattolici, ha documentato come la relazione tra mamma e bambino ci sia già all’inizio della gravidanza.

I riti delle Palme
Domenica prossima 20 marzo è la Domenica delle Palme, che immette nella Settimana Santa e che prevede, all’inizio della Messa, i riti solenni e tradizionali della benedizione dei rami di palma e di ulivo. Il vescovo diocesano Luigi Ernesto Palletti presiederà il rito sabato pomeriggio alla Spezia.
 L’appuntamento sarà alle 18 nella cattedrale di Cristo Re. Il vescovo benedirà le palme all’ingresso del tempio, guidando poi la processione sino all’altar maggiore dove viene celebrata la Messa. La mattina seguente, domenica, monsignor Palletti presiede alle 11 lo stesso rito a Sarzana, nella pieve di Sant’Andrea da dove muoverà la processione per raggiungere la basilica concattedrale di Santa Maria Assunta. I fedeli delle due città sono tutti invitati ad essere presenti. Nelle parrocchie della diocesi anche alle Messe in cui non si fa la processione, si può ripetere l’ingresso solenne con le palme e i rami di ulivo, a ricordo dell’entrata di Gesù in Gerusalemme.

Festa patronale a Casano
Sabato prossimo 19 marzo la parrocchia di Casano Basso, nel Comune di Ortonovo, celebra la festa patronale di San Giuseppe. Saranno ricordati i cinquant’anni dall’inaugurazione del complesso parrocchiale, realizzato grazie ai “soci costruttori olandesi”. Le Messe saranno alle 11, celebrata dal parroco attuale padre Onildo Orellana, e alle 18, celebrata da don Ercole Garfagnini, che era il parroco nell’ormai lontano 1966. Seguirà un momento di festa cui tutti sono invitati.

Festa stamani a Baccano di Arcola  
Festa grande stamani 13 marzo a Baccano di Arcola. Dopo oltre due anni di chiusura, riapre infatti al culto – con una Messa solenne celebrata alle 11.15 dal vescovo diocesano Luigi Ernesto Palletti – la pieve millenaria dedicata ai Santi Stefano e Margherita. La pieve, situata sul bordo della collina dalla quale si domina il basso corso della Magra, aveva dovuto essere chiusa al culto nel gennaio 2014 a causa di un movimento franoso. Per i fedeli della località di Baccano e per i tanti amici e frequentatori della pieve, sono stati due anni difficili. Grazie all’impegno della curia diocesana ed a quello generoso di tanti benefattori, hanno potuto essere effettuati i lavori di consolidamento. Così la chiesa riapre, e quando una chiesa riapre al culto – quale che siano stati i motivi dell’interruzione – è sempre festa grande per tutta la comunità diocesana. Così i parrocchiani si sono adoperati al massimo per accogliere il vescovo e per celebrare una festa davvero significativa. “Siamo talmente contenti – hanno dichiarato alcuni di loro – che la fatica di questi ultimi tempi passa davvero in secondo piano. Sarà proprio una festa per tutta la comunità”. A loro si unisce il parroco don Piero Lupo: “Ringrazio di cuore tutti i miei parrocchiani, i collaboratori, le catechiste e i membri del circolo Anspi, che in questi anni di disagio non hanno fatto mancare la loro presenza. Un grazie particolare al vescovo, che ci è sempre stato vicino e che anche oggi partecipa ad un momento così importante per la parrocchia”. La pieve dedicata ai Santi Stefano e Margherita è la chiesa matrice della comunità arcolana, attestata da una bolla di Papa Eugenio III del 1149. L’architettura, trasformata in età gotica, presenta un’abside quadrata, fiancheggiata da cappelle con ampi archi acuti a tre navate. All’interno sono conservate numerose opere d’arte, tra le quali un trittico in marmo del Trecento raffigurante la Beata Vergine e i Santi Pietro e Giovanni Battista. Opere recenti sono del pittore Renato Manfredi e dello scultore Rino Mordacci.

"Bisagno” a Lerici  
Ancora una proiezione in terra spezzina per il film “Bisagno”, dedicato alla figura del comandante partigiano cattolico Aldo Gastaldi, morto poco dopo la fine della guerra in circostanze mai chiarite del tutto. La proiezione sarà dopodomani 15 marzo alle 21 a Lerici, al cinema “Astoria”, a cura del comitato “Lerici domani”. Sarà presente il nipote di “Bisagno” che si chiama come lui, Aldo. Il film, realizzato dal regista ligure Marco Gandolfo, è già stato proiettato con successo alla Spezia e a Sarzana.

Concerto lirico al “Del Santo”    
Nell’ambito delle iniziative pasquali dell’Unione cattolica artisti italiani della Spezia, si è tenuto ieri pomeriggio al centro culturale “Del Santo” un concerto lirico degli allievi della scuola di canto di Anna Maria Barini. Gli allievi Monica Faretra, Alessia Lattuada, Lisa Tarantini, Francesco Carpena, e Vittoria Giannasio hanno eseguito brani di Bellini, Puccini, Verdi, Tosti, Paisiello, Sarti, Gluck, Satie.

Messe nei luoghi di lavoro
Avvicinandosi la Pasqua, il vescovo Palletti, su richiesta dei lavoratori, celebrerà Messa nei prossimi giorni in due importanti aziende spezzine. Mercoledì 16 marzo lo farà alle 8 al cantiere del Muggiano, venerdì 18 marzo alle 9 all’Oto Melara.

Scuola per genitori
Termina oggi 13 marzo la “Scuola per genitori” organizzata nel vicariato di Ameglia ed Arcola. Presente il vescovo Palletti, uno dei relatori, Ezio Aceti, parlerà sulla “Misericordia oggi: vertice dell’educazione”. L’incontro è alle 15.30 nel salone della chiesa nuova di Arcola. Tutti, in particolare le famiglie, sono invitati. Sono previste attività per bambini e ragazzi.

Massa, Bartoletti organista  Il maestro spezzino Ferruccio Bartoletti è il nuovo organista titolare della cattedrale di Massa. Lo ha nominato nei giorni scorsi il vescovo di Massa Carrara – Pontremoli monsignor Giovanni Santucci. Bartoletti, che a Massa è anche direttore della scuola diocesana di musica sacra. Il maestro Bartoletti è molto conosciuto in tutta la provincia spezzina dove da anni è direttore artistico dell'associazione musicale César Franck. . Ogni mese tiene apprezzati concerti di Bach nella chiesa del Sacro Cuore, in via XX Settembre: il prossimo sarà domenica 4 aprile alle 16.

Medicina preventiva gratuita
Come già riferito, si sviluppa in questi giorni alla Spezia, nel contesto delle feste patronali di San Giuseppe, il programma di prevenzione gratuita promosso dall’associazione “Ben … essere in movimento”. Vengono proposti ai visitatori della fiera campionaria a “SpeziaExpo” alcuni esami sanitari gratuiti circa il rischio di alcune serie malattie del nostro tempo. La prima “giornata della prevenzione” si è tenuta ieri dedicata ai giovani per promuovere un corretto stile di vita. E’ stato applicato il sistema detto della «peer education» del progetto “I giovani educano i giovani “che, nato tre anni fa alla Spezia, sta riscuotendo molti consensi. La giornata odierna 13 marzo, invece, è dedicata a testare i fattori di rischio ictus con l’equipe di neurologia. Una terza giornata, sabato prossimo, giorno di San Giuseppe, sarà infine dedicata ai fattori di rischio per l’insufficienza renale.

Pellegrinaggio a Roma
In occasione del Giubileo straordinario della misericordia l’Ufficio diocesano Pellegrinaggi organizza dal 12 al 14 aprile un pellegrinaggio a Roma, guidato dal vescovo Luigi Ernesto Palletti. Il programma prevede: alle 5.45 ritrovo dei partecipanti nel piazzale “ Veterani dello Sport “ (Unieuro) e partenza alle 6. Pranzo libero in autogrill. Alle 14 visita di San Giovanni in Laterano e Scala Santa. Celebrazione della Messa. In serata sistemazione in albergo con cena e pernottamento. Mercoledì: Udienza Papale e ingresso in San Pietro dalla Porta Santa. Nel pomeriggio: visite a S. Maria Maggiore, S. Prassede, Pantheon, Piazza Navona e S. Salvatore in Lauro con celebrazione della Messa. Giovedì: passeggiata nel centro storico: Campidoglio, Colosseo, Fontana di Trevi; celebrazione Messa. Pomeriggio: Basilica di San Paolo Fuori Le Mura e partenza per Spezia. Cena libera in autogrill. La quota di partecipazione di 300 euro va versata all’atto dell’ iscrizione; comprende: vitto e alloggio con trattamento di pensione completa dalla cena del primo giorno al pranzo dell’ultimo giorno con sistemazione in camere a 2 letti con servizi privati; polizza di assicurazione; pranzo e cena con un quarto di vino ed acqua ai pasti; prenotazione Udienza Papale; servizio guide ed auricolari. Per la camera singola supplemento di 60 euro per le due notti. Per le iscrizioni rivolgersi entro il 15 marzo al diacono Pier Carlo Mostarda presso l’ Ufficio Pellegrinaggi (tel. 0187. 734424; cell. 340. 569 6503) dalle 10 alle12 nelle giornate di lunedì, giovedì e sabato.

Più informazioni su