laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Le Interviste | Mister Di Carlo: “Guardiamo al futuro con grande fiducia, ma guai ad accontentarci”

Più informazioni su

Mimmo Di Carlo – Foto Patrizio Moretti 

La strada è quella giusta, ma non si deve mollare niente. In classifica non abbiamo staccato nessuno, quindi dobbiamo mantenere alta la guardia

LA SPEZIA – Lo Spezia di Mimmo Di Carlo raggiunge quota 50 punti in classifica e si conferma la squadra con il miglior rendimento in questo girone di ritorno: sono infatti dieci i risultati utili consecutivi degli aquilotti in questo 2016. Il tecnico di Cassino ha parlato nella consueta conferenza stampa post gara analizzando la partita e il momento positivo della sua squadra.

Sicuramente oggi abbiamo giocato una gara di grande intensità” – ha esordito Di Carlo – “Abbiamo avuto molte occasioni da gol e la squadra è stata davvero molto equilibrata. C’è grande coesione tra giocatori, allenatore, tifosi e dirigenza: insieme possiamo guardare al futuro con grande fiducia e questo è molto importante per raggiungere obiettivi importanti“.

Ancora una volta una grande dimostrazione di unità del gruppo: “La difficoltà nei momenti positivi è mantenere la tensione alta, ma i ragazzi ci aiutano con una grande mentalità: questo gruppo sa soffrire e colpisce nel momento giusto per portare a casa il risultato. L’atteggiamento è sempre molto aggressivo e questo mi piace davvero tanto. Ne sono la dimostrazione Catellani, rientrato con grande entusiasmo e motivazione, Kvrzic pronto a subentrare e lo stesso dicasi per Nenè: questa è una cosa davvero importante per tutto il gruppo“.

Non bisogna mai accontentarsi di niente, ma sempre spingere sull’acceleratore” –ha proseguito Di Carlo – “La strada è quella giusta, ma non si deve mollare niente. In classifica non abbiamo staccato nessuno, quindi dobbiamo mantenere alta la guardia, perché la strada per restare nei play off è ancora lunga“.

Catellani avrebbe giocato lo stesso o è stata una soluzione alternativa al forfait di Pulzetti? “Nico ha avuto un fastidio al ginocchio questa mattina, ma Catellani avrebbe giocato lo stesso. Comunque quest’oggi la nota di merito va alla squadra, non ai singoli“.

Nel primo tempo qualche occasione di troppo sprecata e un Acampora un po’ in difficoltà nella ricerca della posizione? “Dobbiamo essere più concreti sicuramente, anche perché abbiamo grandi qualità in attacco e le dobbiamo sfruttare al meglio. Per quanto riguarda Acampora ha subito una botta e non era più in grado di correre bene, per questo non ha potuto rendere al meglio ed è stato sostituito“.

Facendo un po’ di ironia possiamo dire salvezza raggiunta? “Sì, in effetti quando sono arrivato la situazione era complicata e la salvezza era il primo obiettivo: devo fare i complimenti a tutti i ragazzi che hanno condiviso la mia strategia di gioco e di allenamento e grazie a questo siamo arrivati ad ottenere questo tipo di risultati“.

Giulia Lorenzini – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it

Più informazioni su