laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Playoff: sei giorni dopo è tutta un’altra Tarros, gara 1 è dei bianconeri

Più informazioni su

Gli spezzini scendono in campo con un atteggiamento completamente diverso da quello di domenica scorsa e vincono convincendo. Mercoledì 16 marzo al PalaSprint gara 2, con l’obiettivo di chiudere qui la pratica del girone di semifinale.

Serviva la vera Tarros, ed eccola la vera Tarros: quella che interrompe la lunga striscia positiva del CUS, che non perdeva da 14 partite, è una squadra dall’ottimo temperamento, determinata, che non si arrende mai e che mette sul parquet una difesa che “non molla di un centimetro”, come ha evidenziato coach Martini. Difesa che è stata la chiave di volta dell’incontro, in grado di sopperire ad un attacco che ha fatto registrare non pochi errori.

La Tarros, quindi, dopo aver portato, domenica scorsa, a 14 le vittorie consecutive messe a segno dai genovesi, impone ora loro la battuta d’arresto nella fase più delicata, quella dei playoff.

Troppa brutta per essere vera la Tarros di sei giorni fa: questa sera i bianconeri hanno mostrato il loro volto migliore.
“Ottimo temperamento ed ottima difesa – sottolinea il Presidente bianconero Danilo Caluri – abbiamo giocato bene ed abbiamo vinto meritatamente. Stasera sono contento di quello che ha fatto la squadra. Mercoledì speriamo di chiudere i conti, anche se sappiamo non sarà per niente facile e, comunque, anche se quella partita l’abbiamo persa noi, regolandola agli avversari, quello che è successo una settimana fa è lì a ricordarcelo”.

Voce e volto completamente diversi da quelli di domenica scorsa anche per il coach bianconero Luca Martini: “Abbiamo giocato molto bene in difesa, contrariamente a quanto fatto nella scorsa partita. Stasera non abbiamo mollato di un centimetro, eravamo su ogni pallone. Ma diverso, prima di tutto, è stato l’atteggiamento e lo abbiamo dimostrato durante tutto l’incontro. Cartina di tornasole, però, l’ultimo quarto quando si è verificato qualcosa di molto simile a quanto accaduto al PalaSprint domenica scorsa: per i primi 3 minuti della fraione non siamo riusciti a segnare ed i padroni di casa si sono portati a meno 1, dopo che noi avevamo sempre condotto l’incontro, arrivando anche sul +11. Stasera, però abbiamo avuto la lucidità e la freddezza per non sbagliare nella fase topica dell’incontro. Un incontro che, comunque, per tutti i 40 minuti è stato agli antipodi del precedente.”.

Stavolta al CUS gli spezzini non regalano nulla e, con il giusto atteggiamento e la giusta tecnica, rescono a tenere a bada gli avversari e mantenersi sempre qualche punto avanti ,fino al suono della sirena che sancisce il 65-60.

La Tarros roscatta la brutta sconfitta e l’altrettanto brutta prestazione di sei giorni fa e mostra il suo volto positivo.
Servirà questo anche mercoledì 16 marzo quando sul parquet del PalaSprint, a partire dalle 20.30, si giocherà il secondo incontro dei play-off. L’obiettivo dei bianconeri è, ovviamente, di fare in modo che si tratti della seconda ed ultima partita delle semifinali: la Tarros andrà a caccia della vittoria per chiudere la pratica CJS e passare al turno successivo.

CUS GENOVA  – SPEZIA BASKET CLUB TARROS: 60-65 (16-20; 30-31;44-55)

CUS GENOVA: Macrì 7, Bestagno 2, Bigoni 15, Dufour 7, Mangione 3, Bedini A. 19, Capecchi 3, Meroni 2, Zemobio n.e., Bedini F. 2. Coach Pansolin – Taverna

SPEZIA BASKET CLUB TARROS: Cota 11, Delibasic 20, Pipolo 7, Dalpadulo n.e., Santoni 3, Fazio 2, Caluri n.e., Jonikas 11, Ferrari 8, Marchini 3. Coach: Martini

Più informazioni su