laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Francesco Migliore: “Ho sempre creduto nella rimonta, abbiamo grandi valori calcistici e umani”

Più informazioni su

Per tutti i giocatori della cadetteria la massima serie è il sogno: non parlo tanto con il procuratore di queste cose; mi voglio concentrare sul mio rendimento e fare il meglio per lo Spezia

LA SPEZIA – Dopo il decimo risultato utile consecutivo, lo Spezia di Domenico Di Carlo si prepara ad affrontare il derby ligure contro la Virtus Entella in programma venerdì sera al “Comunale” di Chiavari. La vittoria casalinga di sabato ha dato un’ulteriore conferma dell’ottimo stato di forma della squadra: un’altra buona prestazione da parte di Francesco Migliore, sempre attivo sulla sua fascia di competenza, prezioso in fase difensiva e pericoloso in avanti. È stato proprio il terzino sinistro aquilotto a parlare nella consueta conferenza stampa di ripresa presso la sala polifunzionale del C.S. “Bruno Ferdeghini“.

Credevi in un recupero così importante in classifica, dopo l’avvio non positivo dello Spezia? “Sinceramente ci credevo: è vero che abbiamo passato un momento molto duro e delicato, ma questa questa rosa ha valori importanti sia a livello umano che calcistico. Il mister, quando è arrivato, ha visto la nostra voglia di cambiare rotta: noi ci siamo messi tutti a disposizione e ora ci troviamo a ricoprire posizioni importanti in classifica“.

Quanto hanno influito nel rendimento della squadra i giocatori arrivati a gennaio? “Ci hanno dato molto: sono tutti giocatori affermati, che conoscono bene la cadetteria. Sono ragazzi umanamente ottimi, Piccolo lo conoscevo già un po’, ma anche gli altri si sono integrati con il gruppo molto velocemente e questa è stata la nostra forza“.

Pensi che la squadra possa mantenere questo stato di forma fino a fine campionato? “Mi auguro che possiamo riuscire a mantenete questa forma: ora stiamo affrontando questo momento positivo con un profilo basso. L’importante è rimanere compatti, certo ci potrà capitare una sconfitta, ma sono sicuro che saremo pronti a risollevare la testa nella partita successiva“.

Il miglioramento della fase difensiva è stato uno dei fattori chiave della ripresa dello Spezia: “Le squadre forti in serie B sono quelle che prendono meno gol: la fase difensiva però non riguarda solo reparto arretrato, ma tutta la squadra; i primi difensori sono gli attaccanti, per questo il miglioramento a livello di reti subite è merito di tutti“.

Visto il tuo rendimento molto positivo, pensi alla serie A? Hai avuto qualche contatto? “Per tutti i giocatori della cadetteria la massima serie è il sogno: non parlo tanto con il procuratore di queste cose; mi voglio concentrare sul mio rendimento e fare il meglio per lo Spezia. A 27 anni mi sento più maturo e ovviamente aspiro a giocare in serie A, ma ora mi concentro solo sulle mie prestazioni e penso a fare il massimo“.

Quanto ha inciso il cambio in panchina nel rendimento della squadra? “Ha inciso tanto: venivamo da un periodo molto buio e il mister ci ha dato fiducia, ci ha insegnato a lavorare tutti insieme e ci ha trasmesso il concetto di compattezza, quello che ci ha aiutato ad uscire dalla crisi. È stato un processo lungo un paio di mesi, ora ne vediamo i frutti, ma non siamo appagati, vogliamo continuare con i sacrifici e gli sforzi a fare sempre meglio“.

Tre anni allo Spezia e 100 presenze in serie B con la maglia bianca: sono numeri importanti: “Nei miei e tre anni qui mi sento di aver fatto un buon processo di crescita, come ha fatto anche la società: stiamo crescendo insieme, ci sentiamo più forti e questo è un grande motivo di orgoglio che ci porta a fare sempre meglio. Sono grato allo Spezia di avermi permesso di arrivare alle 100 presenze: qui mi hanno dato l’opportunità di fare un percorso, ritengo che questa società sia stata la mia fortuna. Questo per me questo è un punto di partenza e non di arrivo“.

Venerdì sera un match complicato contro una squadra in forma su un campo difficile: “Quello di Chiavari è un campo difficile: l’Entella è un’ottima squadra e in casa ha fatto la maggior parte parte dei punti. Noi andremo lì per ottenere un risultato importante, sono convinto che se continuiamo ad avere l’atteggiamento delle ultime gare, possiamo sicuramente dire la nostra“.

Come vedi la lotta play off e le prime due della classifica? “Crotone e Cagliari stanno facendo un campionato a parte, anche se ultimamente hanno perso qualche punto. Noi affrontiamo la lotta play off con grande umiltà e sacrificio, ma non vogliamo metterci troppa pressione, solo continuare questo percorso con il giusto atteggiamento“.

Giulia Lorenzini – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it

Più informazioni su