laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Pubblicata la gara per i lavori di realizzazione della barriera fonoassorbente

Più informazioni su

Viale San Bartolomeo tra via San Cipriano e via Giulio della Torre. Forcieri: “E’ il primo passo verso la realizzazione della fascia di rispetto. Limiterà notevolmente i disagi provenienti dal lavoro portuale. E’ una struttura utile e che renderà il porto sempre più ambientalmente sostenibile”.

LA SPEZIA – L’Autorità Portuale della Spezia, in data 24.02.2016, ha proceduto alla pubblicazione di una gara pubblica con procedura aperta per l’affidamento della progettazione e dei lavori di realizzazione della barriera fonoassorbente lungo Viale San Bartolomeo.
 
Forcieri: “E’ il primo passo verso la completa riqualificazione del lato a mare di viale San Bartolomeo che avverrà con la realizzazione della fascia di rispetto prevista dal Piano Regolatore Portuale. Si tratta di un’opera che limiterà notevolmente i disagi provenienti dall’attività del porto commerciale, quindi una struttura utile e che renderà il porto sempre più ambientalmente sostenibile, grazie ad un  progetto che mira anche ad una rivalutazione della zona dal punto di vista paesaggistico. Siamo certi di risolvere così i problemi degli abitanti degli edifici che si affacciano sul viale e che nel corso degli anni hanno richiesto all’AP la riduzione dell’impatto dei rumori provenienti dalla movimentazione dei containers e dei treni in manovra.”
 
L’importo complessivo dell’appalto è di € 4.906.686,98.


Il progetto, sviluppato dallo studio di ingegneria e architettura Policreo Srl di Parma, riguarda, più in dettaglio, la riqualificazione funzionale, architettonica e paesaggistica delle relazioni urbane di interfaccia porto-città. Due gli ambiti progettuali omogenei. Il primo ambito progettuale riguarda la protezione antifonica e riqualificazione funzionale, architettonica e paesaggistica lungo l’attuale recinzione che delimita l’area del porto lungo viale San Bartolomeo tra via San Cipriano e via Giulio della Torre, per uno sviluppo complessivo di circa 732 metri. L’ambito ricomprende inoltre un’ulteriore intervento di protezione antifonica lungo la linea ferroviaria in corrispondenza dei ricettori posti fra i civici 347 e 387 di viale San Bartolomeo, per uno sviluppo lineare di ulteriori 135 metri.

Il progetto prevede la sostituzione dell’attuale recinzione doganale con strutture modulari in acciaio, vetro e pannelli fonoassorbenti, in grado da un lato di ridurre drasticamente la diffusione del rumore originato dalle attività portuali verso le residenze limitrofe e, dall’altro, di eliminare il fenomeno riflessivo del rumore generato dalla viabilità di v.le San Bartolomeo. In particolare, saranno aggiunti marciapiedi , aree di sosta e panchine in prossimità delle fermate dei bus e gli alberi che caratterizzano il viale verranno preservati. Il tutto in attesa di poter procedere alla prevista realizzazione della fascia di rispetto che si allargherà in quel punto di 10 metri, grazie anche all' arretramento e  spostamento  verso mare dei nuovi fasci binari della nuova stazione marittima.

Il progetto prevede, oltre che tanto verde derivante dai giardini verticali che lo caratterizzano,  anche interventi sulla rampa della galleria  per il contenimento della diffusione del rumore verso il quartiere limitrofo, originato dal traffico dei camion.
Tutte le soluzioni progettuali sono state studiate a seguito di indagini fonometriche estese e puntuali. I tempi della gara richiedono circa 4 mesi per l’aggiudicazione definitiva; la fine dei lavori è dunque prevista per fine 2017.

Il bando di gara è stato pubblicato all’Albo Pretorio del Comune della Spezia,  sul sito www.portolaspezia.it, nonchè sulla G.U.R.I., su un quotidiano in pagina nazionale e uno in pagina locale e sui siti del Ministero LL.PP, e Web Appalti. 

Più informazioni su