laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Vaccinazioni antimeningite C e B – aggiornamento

Più informazioni su

LA SPEZIA – Asl 5 informa che, sia per la meningite di tipo B che quella di tipo C, la situazione epidemiologica locale continua a non mostrare segnali diversi dall’andamento ligure; tutto ciò evidenzia che non sussiste alcun motivo per intraprendere profilassi differenti dal Calendario Ligure Vaccinale 2015.
 
La situazione endemica epidemiologica della Regione Toscana  e la circolare del  1 marzo 2016 del Ministero della Salute fanno sì che Asl 5 si impegni ad offrire una profilassi specifica ai propri assistiti che per motivi di lavoro o di studio si rechino in Toscana per periodi lunghi e continuativi. Quest’ultima precisa che è appropriato che la Regione di loro residenza metta a disposizione la vaccinazione con le stesse modalità previste in Toscana.
 
La stessa Circolare precisa che, allo stato della situazione epidemiologica attuale, non si ritiene opportuno fornire indicazioni particolari a coloro che si recano in Toscana per viaggi occasionali (lavoro o turismo), escludendo quindi ogni indicazione di procedere a vaccinazione antimeningococcica.
 
 La Regione Toscana offre, in base alla propria DGR n. 85 del 16 febbraio 2016:
 
· IN VIA GENERALE
la vaccinazione contro il Meningococco C tramite l’utilizzo di ogni vaccino disponibile contro lo stesso, ovvero indifferentemente sia tramite il monovalente (contenente il solo ceppo C) che il tetravalente (contenente i ceppi C, A, W, Y);
 
· TRA LE ALTRE CATEGORIE
la vaccinazione gratuita agli studenti fuori sede (non residenti e privi di domicilio sanitario in Toscana) delle Università presenti sul territorio toscano, previa presentazione di un documento di iscrizione valido per l’anno in corso;
 
· PERSONE NON RESIDENTI IN TOSCANA E PRIVE DI DOMICILIO SANITARIO
che frequentano in modo continuativo il territorio toscano (es. motivi di lavoro), previa presentazione della documentazione che attesti la presenza  continuativa della persona, sul territorio toscano.

In merito alle richieste di vaccinazione antimeningococcica che pervengono agli ambulatori dell’ ASL5, si conferma quanto segue:
 
· Secondo le indicazioni ordinarie del Piano Regionale Vaccini 2015, che prevedono l’offerta attiva e gratuita sia al 13°-15° mese (presso i Servizi Consultoriali), sia per la popolazione 14enne (presso i Servizi di Igiene Pubblica);
· Per l’anno corrente stanno per essere chiamati i 14enni (cioè i nati nel 2002) nel prossimo mese di aprile; essi sono invitati ad attendere la chiamata (cioè la lettera di invito che sarà recapitata a domicilio); di fatto questo invito configura un richiamo della vaccinazione antimenigococcica, già praticata nel 2° anno di vita;
· queste vaccinazioni, stanti le indicazioni tecniche delle case produttrici, non necessitano di richiami, ove già praticate;
· per  coloro che sono stati convocati negli anni passati nel 14mo anno di età e che non abbiano aderito alla vaccinazione, è mantenuto il diritto alla vaccinazione gratuita fino al compimento del 20° anno di età;
· Secondo le indicazioni straordinarie del Ministero della Salute e della Regione Toscana su specificate, limitate agli assistiti che si rechino in Toscana per periodi lunghi e continuativi (con le attestazioni del caso).
 
Circa la gratuità o il pagamento in compartecipazione si osserva quanto segue:
 
· Per l’offerta ordinaria del Calendario Regionale Ligure (ivi comprese le specifiche categorie a rischio), viene mantenuto il regime di gratuità o copagamento ivi previsto, tramite vaccino monovalente o tetravalente secondo le modalità in esso precisate;
 
· Per l’offerta straordinaria prevista dal Ministero della Salute e della Regione Toscana si indica:
 
– L’offerta vaccinale consiste nella profilassi tramite vaccino monovalente, in quanto le scorte di vaccino tetravalente di ASL 5 vanno destinate primariamente alle necessità del Calendario Vaccinale Ligure;
– Offerta gratuita del vaccino monovalente per gli studenti fuori sede come da modalità toscane (con le attestazioni del caso);
– Offerta in copagamento (9,00 euro) del vaccino monovalente per la fascia di età successiva al compimento del 20mo anno e fino al compimento del 45mo (nati nel 1995 e fino al 1971) per assistiti che si rechino in Toscana per periodi lunghi e continuativi (con le attestazioni del caso).  Per età successive il copagamento consiste in 19,00 euro;
– Per coloro che avessero effettuato pagamenti in base a disposizioni precedenti verranno disposti i rimborsi del caso.
 
Si precisa che i predetti assistiti mantengono il diritto a praticare la vaccinazione presso la Regione Toscana secondo quanto stabilito dalla stessa con DGR 85 del 16 febbraio 2016.

Per completezza informativa si  precisa che alla luce dei dati epidemiologici la vaccinazione contro il Meningococco B non va eseguita a tappeto su tutta la popolazione pediatrica, ma limitata ai neonati, come previsto dal Calendario Vaccinale Ligure, in quanto la fascia di età più colpita è sicuramente quella da 0 a 12 mesi (con un picco a 5 mesi di vita) a causa dell'immunodeficienza fisiologica dei piccoli pazienti. La vaccinazione va estesa, nelle altre fasce di età, ai bambini che presentano le condizioni di rischio specificate dall’Istituto Superiore di Sanità, in quanto affetti da particolari patologie.
 
Anche la Regione Toscana non ha emanato indicazioni differenti in materia. Le misure straordinarie di Sanità Pubblica intraprese dalla stessa sono infatti rivolte esclusivamente contro il Meningococco di tipo C.
 
Sono stati informati per conoscenza i MMG e PLS di quanto sopra per collaborazione nell’informativa delle indicazioni soprastanti.

Più informazioni su