laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Arrestate tre donne nomadi: hanno rubato merce per 1.150 euro all’Esselunga

Più informazioni su

LA SPEZIA – Avevano riempito il carrello di ogni sorta di merce dai generi alimentari alla biancheria, dai detersivi ai cosmetici fino agli utensili da cucina. Il tutto per un valore di di 1.150 euro. Ma le tre giovani nomadi di origine bosniaca non hanno fatto i conti con i vigilantes del Superstore Esselunga all'interno del quale hanno commesso il furto. Le tre donne, due di 33 anni (una con un neonato in braccio) e la terza di 20, dimoranti al campo nomadi delle Pianazze, pregiudicate, hanno tentato di farla franca ma sono state raggiunte fuori dal supermercato perché non avevano pagato la spesa. I vigilantes hanno chiamato il 112 e sul posto è giunta una gazzella del nucleo radiomobile dei Carabinieri che le ha bloccate e identificate. Loro si sono giustificate asserendo di avere utilizzato l'apparecchio "pronto-spesa" di avere pagato in contanti ma di avere perduto lo scontrino. Non solo ma hanno anche detto che avrebbero spinto il carrello fino a casa riportandolo poi al supermercato. Tutto perché non avevano soldi sufficienti, a loro dire, per l'acquisto delle borse. ma i carabinieri, sentite una ad una le tre nomadi, appuravano che le donne non avevano proprio pagato e riuscendo a fare un  rendiconto della merce trafugata quantificato in ben 1.150 euro. Durante i controlli, un carabiniere donna accudiva il neonato, fino a quando si stabiliva che la mamma col neonato veniva accompagnata a casa in stato di detenzione domiciliare, mentre le due complici sono comparse questa mattina per il processo con rjto direttissimo. Per tutte e tre il reato consumato è furto aggravato in concorso.

Claudia Verzani

Più informazioni su