laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

GDF Genova: sequestro di oltre 7800 articoli di moda contraffatti

Più informazioni su

GENOVA – La Guardia di Finanza di Genova, nell’ambito dei servizi programmati di controllo economico del territorio, ha intensificato l’attività di contrasto all’abusivismo commerciale e alla vendita di prodotti contraffatti. Nel corso dei controlli svolti nell’ambito della programmazione operativa derivante dall’attuazione di un più ampio dispositivo di contrasto alla contraffazione e alla tutela del made in Italy predisposto per l’intera durata del Giubileo della Misericordia a salvaguardia del corretto funzionamento del mercato dei beni e dei servizi, nella scorsa settimana sono stati sequestrati oltre 7.800 articoli di moda recanti marchi contraffatti, pronti per essere venduti a pellegrini e turisti. Gli interventi, che testimoniano la continua azione di contrasto alle condotte illecite di contraffazione di marchi e di immissione in commercio di prodotti non sicuri, hanno consentito di denunciare all’Autorità Giudiziaria 10 responsabili per i reati di ricettazione, introduzione, produzione e commercializzazione nello Stato di prodotti con segni falsi. A tutela del mercato dei beni e servizi, della sicurezza dei prodotti e del made in Italy, la Guardia di Finanza di Genova, negli primi mesi del 2016, ha eseguito 74 interventi per il contrasto alla contraffazione, procedendo al sequestro di 113.270 prodotti nonché alla denuncia all’A.G. di 83 responsabili, di cui uno in stato d’arresto. Le attività operative in materia di contrasto alla contraffazione dei Reparti del Corpo e delle altre Forze di Polizia, sono supportate dall’analisi dei dati forniti dal Sistema Informativo Anti Contraffazione della Guardia di Finanza (SIAC), una piattaforma informatica plurifunzionale che è anche liberamente accessibile al pubblico attraverso l’apposito sito internet (https://siac.gdf.it), per offrire ai cittadini informazioni e consigli utili sul mondo della contraffazione. Il sistema consente ai titolari dei marchi di concorrere fattivamente nel contrasto dei traffici illeciti sul territorio, mediante la condivisione di dati ed elementi utili per riconoscere i prodotti veri da quelli falsi.

Più informazioni su