laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Evangelizzazione in strada

Più informazioni su

Nortizie della Diocesi

LA SPEZIA – Intensi come sempre, nei giorni scorsi, i riti e le iniziative della Settimana Santa. A cominciare dalla positiva riuscita della “evangelizzazione di strada”, realizzata dai giovani in piazza Beverini, nel bel mezzo della “notte bianca” della festa patronale. In tanti si sono fermati, confessati e in diversi hanno dialogato con il vescovo Palletti, anch’egli presente. Giovedì, poi, in occasione della Messa Crismale nella cattedrale di Cristo Re, il vescovo, ricordando l’istituzione del sacerdozio, ha espresso viva gratitudine “a tutti coloro che, accogliendo quel dono, si sono messi al servizio della comunità: il vescovo da solo, senza la loro collaborazione dei sacerdoti, potrebbe fare ben poco… “. Al rito solenne, nel corso del quale sono stati benedetti gli Oli santi, erano presenti, oltre al vescovo emerito Bassano Staffieri e al vescovo di Bubanza Jean Ntagwarara, circa cento sacerdoti sacerdoti e una quindicina di diaconi. Al termine, a nome di tutto il clero, monsignor Giorgio Rebecchi ha ringraziato a sua volta il vescovo per il servizio che opera a favore della diocesi. In precedenza, erano stati ricordati i presbiteri che celebrano date significative di sacerdozio e quanti sono scomparsi di recente.

RENZO FREGOSO, POETA DIALETTALE
Un “ragazzo” di oltre novant’anni – novantaquattro, per la precisione – ha incantato ancora una volta la sua città. Renzo Fregoso ha raccontato se stesso, e con se stesso ha raccontato tante altre cose, dando vita, nella musicalità del dialetto spezzino, a quell’incontro con la città che, in occasione della festa patronale di San Giuseppe, si ripete ormai puntualmente ogni anno da ben sette lustri. Se è vero, come ha detto nella sua introduzione il presidente dell’Accademia “Capellini” Giuseppe Benelli, che “una città, per essere davvero tale, ha bisogno di un suo poeta”, Spezia quel poeta ce l’ha, e la vera e propria “standing ovation” che ha salutato Fregoso al termine della sua “circonlocuzione”, in una sala che era gremita sin da mezz’ora prima dell’inizio, ne ha data conferma. E forse non è un caso che il suo straordinario dialetto – straordinario sia nella forma musicale sia nel contenuto ironico e insieme sapiente – leghi insieme come pochi altri sanno fare le due “anime” della città: quella della grande tradizione religiosa (la festa patronale, appunto, che all’inizio di ogni primavera accomuna ancora oggi gli spezzini come tanti secoli fa) e quella cosiddetta “laica” (l’accademia scientifica che forse più di ogni altra istituzione le fa onore). Fregoso davvero non si sottrae alla magia di questo “incontro”: come quando ha parlato commosso di uno dei primi ricordi della sua vita, la processione mariana di un mese di maggio del lontano 1926, con una mano in quella della mamma e l’altra che teneva la candela fasciata di carta, nelle strade attorno alla chiesa della Scorza. Se, come diceva La Pira, “anche le città hanno un’anima”, l’anima di Spezia sta lì, in quei ricordi, che non sono solo ricordi, ma anche un modo bello e sereno di guardare al futuro. nonostante le incertezze dei tempi. Grazie, Renzo…
Egidio Banti
 
Sarzana, crocifisso restaurato
Venerdì prossimo 1° aprile, alle 17, al Museo diocesano di Sarzana, viene presentato al pubblico di un pregevole crocifisso ligneo del Quattrocento. Il lavoro ha potuto essere effettuato grazie a un contributo della Pubblica assistenza di Sarzana, la cui sede era un tempo proprio dove ora sorge il Museo. All’evento sarà presente il vescovo Luigi Ernesto Palletti.

Il vescovo insieme ai giovani
Nuovo incontro venerdì prossimo 1° aprile dei “Venerdì del vescovo”. Si tratta degli incontri mensili di monsignor Palletti con i giovani della diocesi, promossi dalla Pastorale giovanile. Appuntamento alle 19 alla “Cittadella della pace” di Pegazzano.
 
Ricordo dei martiri cristiani
Nel giorno 24 marzo, anniversario del martirio del beato Oscar Romero, si celebra da ventiquattro anni la giornata di preghiera e di digiuno in memoria dei missionari martiri. Considerato che quest’anno il 24 marzo coincideva con il Giovedì Santo, nella diocesi della Spezia – Sarzana – Brugnato la celebrazione della giornata, che ha come tema “Donne e uomini di misericordia”, è stata spostata a giovedì prossimo 31 marzo. In tale data, come sempre, si terrà una veglia di preghiera presso un monastero di clausura, ovvero nella chiesa del monastero delle Clarisse (già dei Cappuccini), in via Paradiso a Sarzana. Alle 18 di giovedì prossimo il vescovo Luigi Ernesto Palletti presiederà la Veglia, cui tutti sono invitati. Come si è appreso, purtroppo proprio quasi alla vigilia della giornata, il 20 marzo scorso, un religioso missionario degli Agostiniani dell’Assunzione (”assunzionisti”), padre Vincent Machozi, è stato assassinato a sangue freddo nel centro sociale del suo convento, nel Kivu, regione di nord–est del Congo. Si tratta di una regione nota agli spezzini, in quanto negli anni Novanta vi operò come missionario nanche don Giovanni Tassano, attuale direttore del centro missionario diocesano. In vista della giornata di giovedì prossimo, tutte le parrocchie sono invitate ad organizzare momenti di preghiera e di riflessione sui ripetuti casi di martirio dei missionari e delle missionarie cristiane. La rivista “L’animatore missionario”, distribuita alle parrocchie, contiene al riguardo il manifesto preparato per la giornata ed altri sussidi per la celebrazione.
 
Sinergia tra scuola e famiglia
Emerge sempre di più ai nostri giorni la necessità di un positivo rapporto tra genitori e docenti: un dialogo vero, un’autentica ricerca sui modi in cui pensare la formazione dei bambini. A tale riguardo, alla Spezia, l’associazione “La famiglia”, in collaborazione con il consultorio “Itala Mela”, organizza per venerdì prossimo 1° aprile alle 20.30 un incontro che si terrà a Casa Massà, in via Cadorna 24. Annamaria Bertola, psicologa e psicoterapeuta, parlerà sul tema “Sinergia tra famiglia e scuola per crescere figli forti”. L’incontro fa parte del progetto “Adolescenti.2: equilibristi in crescita tra fragilità e bisogni”, avviato lo scorso anno, ed è aperto a tutti. Per info, tel. 393–1479654.
 
Collettiva” di Pasqua
L’annuale mostra collettiva di Pasqua degli artisti cattolici spezzini è stata inaugurata ieri, alla presenza del vescovo. La mostra, dal titolo “Pasqua nel segno della pace”, è allestita nel centro culturale “Angiolo Del Santo” di via Don Minzoni 62, alla Spezia, e rimane aperta sino al giorno … Comprende dipinti e sculture di Gloria Augello, Rosella Balsano, Guido Barbagli, Alfredo Coquio, Angiolo Delsanto, Umberta Forti, Gianni Framarin, Neddi Gianrossi, Anna Maria Giarrizzo, Enrico Imberciadori, Mario Maddaluno, Marisa Marino, Sergio Maucci, Nina Meloni, Fabrizio Mismas, Pierluigi Morelli, Graziella Mori, Cettina Nardiello, Franco Ortis, Maria Pia Pasquali, Marina Passaro, Malia Pescara Di Diana, Maria Luisa Petri, Mirella Raggi, Rosa Maria Santarelli e Nicol Squillaci.
 
Celebrazioni pasquali
Oggi, solennità della Pasqua di Risurrezione, il vescovo diocesano Luigi Ernesto Palletti presiede alle 10.30 la Messa pontificale nella cattedrale di Cristo Re alla Spezia. Alle 18 la presiederà a Sarzana, nella basilica concattedrale di Santa Maria Assunta.
 
San Michele e la sua bellezza
Torna a risplendere, alla Spezia, nel quartiere di Pegazzano, la bellezza antica di San Michele arcangelo. La chiesa, una delle prime parrocchiali dell’attuale perimetro urbano, era abbandonata da tempo. Di recente, grazie ad un apposito comitato guidato da Gino De Luca, al sostegno della campagna “I luoghi del cuore” del Fai ed ora in particolare allo stanziamento di oltre ventimila euro della Fondazione Carispezia, hanno potuto essere effettuati importanti lavori di restauro. Così, mercoledì scorso, sono stati presentati i lavori di restauro degli affreschi murali del presbiterio. Erano presenti, tra gli altri, il presidente della Fondazione Matteo Melley, il vescovo Luigi Ernesto Palletti, il parroco don Luca Pescatori, Angela Acordon ed Enrico Vatteroni della Soprintendenza della Liguria e lo stesso De Luca.
 
Urlare non serve a nulla”
L’associazione spezzina “I sogni di Benedetta”, sorta alcuni anni or sono nel ricordo della piccola Benedetta Boracchia, propone per giovedì prossimo 31 marzo un interessante incontro ad educatori, genitori e insegnanti. Verrà alla Spezia Daniele Novara, illustre pedagogista di fama nazionale, fondatore del centro psicopedagogico per la pace di Piacenza, direttore della rivista “Conflitti” e docente all’Università Cattolica di Milano. Novara parlerà alle 21 in sala “Dante”. Il tema, già di per sé significativo e di sicuro attuale, è il seguente: “Urlare non serve a nulla: gestire i conflitti con i figli per farsi ascoltare e guidarli nella crescita”. Tutti sono invitati.

Il Mcl e la legge sulla famiglia
Il Movimento cristiano lavoratori della Spezia, con una note dle presidente provinciale Francesco Bellotti, è intervenuto nel dibattito sulla proposta di legge della giunta regionale per contributi economici mirati alle famiglie sposate e con figli, con l’introduzione di una sorta di “quoziente familiare”. La nota sottolinea la pretestuosità delle critiche rivolte a questa iniziativa, ribadendo il valore specifico della famiglia, che è valore naturale riconosciuto in modo chiaro dalla Costituzione, ed afferma: “Desta simpatia un’iniziativa che rimette al centro il protagonismo della famiglia, risorsa fondamentale per tutta la società. Questo è tanto più urgente in una regione con numero di nascite tra i più bassi d’Europa”.

Più informazioni su